Ed è ancora MercoleGreen

ed-e-ancora-mercolegreen
0 639

Ed è ancora MercoleGreen: partita già con un grande consenso di pubblico, questa particolarissima rassegna ideata da Lele Gambardella dell’associazione Music for Green, è già diventata una certezza del mercoledì comasco. Quattro concerti in quattro locali: tre a pochissimi metri di distanza l’uno dall’altro, l’ultimo decentrato, ma sempre in città. “Partenze scaglionate”, a mezz’ora di distanza, così il pubblico può scegliere se trascorrere tutta la serata, o gran parte, in un unico posto, oppure girare alla ricerca di musica. Si parte alle 19.30 da Il Sorso, di piazza Volta, con una performance improntata al Dixieland. Suonano Vittorio Castelli (clarinetto) e Giorgio De Leo (pianoforte). Il primo arriva dalla Bovisa New Orleans Jazz Band, ha pubblicato Il disco di jazz per Mondadori, collabora con i mensili Musica Jazz e Amadeus ed è stato consulente di Pupi Avati per quella bellissima ricostruzione d’epoca che è Bix. De Leo, come componente della Hopeless Jazz Band, è uno dei musicisti più apprezzati della scena meneghina. Dalle 20 musica italiana al Krudo, sempre in piazza Volta, con il duo di Maurizio Accordi (chitarra e voce) e Andrea Aloisi, che tanti ricorderanno nei Sulutumana e oggi violinista del Khora Quartet.

Andrea Aloisi

Per gli amanti del blues è imperdibile l’appuntamento delle 21 al Lighthouse di via Garibaldi 59: vi troveranno il trio del pianista Yazan Greselin (nella foto in apertura). Allievo del nostro Conservatorio cittadino, svolge attività didattica e concertistica, classica e jazz, alternando la tastiera alla batteria con disinvolto eclettismo. Al Quaranta4 di via D’Annunzio 44 a Casate, infine, alle 21.45 jazz con il trio di Martino Pellegrini (violino), Mauro Porro (pianoforte) e Marco Rotoli (contrabbasso).

Lascia un commento