Dvorkin risveglia il Gloria con Beethoven e Musorgskij

dvorkin-risveglia-il-gloria-con-beethoven-e-musorgskij
0 256

È davvero un Giorno di Gloria, oggi. Anche la sala di via Varesina 72 ha lanciato il suo guanto di sfida all’indifferenza e all’omologazione per mantenere vivo uno spazio aperto a tutta la città, per le attività culturali, ma non solo. Musica domenica 24 settembre alle 10.30 con la rassegna Risvegli, organizzata dal circolo Arci Xanadù in collaborazione con la Casa della musica di Como e Kammermusik con il patrocinio del Comune di Como e con il contributo di Fondazione Cariplo nell’ambito del progetto Connessioni controcorrente. Sarà il pianista Vsevolod Dvorkin a risvegliare, come da intenti, il pubblico, con un repertorio che partirà dalla Tempesta, ovvero dalla Sonata n. 17, op. 31 n. 2 di Ludwig Van Beethoven proseguendo con l’Appassionata (la Sonata n. 23 op. 57) per terminare con i celeberrimi Quadri di un’esposizione di Modest Musorgskij. Il pianista quarantacinquenne moscovita ha approfondito gli studi in Italia grazie a una borsa di studio offerta da Maurizio Pollini e Francesco Micheli. Nel comasco si è distinto presto, ancora giovanissimo, vincendo il secondo premio al concorso Città di Cantù. Oggi la sua carriera è consolidatissima, lo ha visto esibirsi in tutto il mondo come solista e affiancato dalle orchestre più prestigiose oltre a operare anche come docente all’Accademia del Talento di Desio. Qui lo ascoltiamo alle prese con il Notturno op. 54 n. 4 di Edward Grieg

Seguirà aperitivo. Ingresso, riservato ai soci Arci, a 7 euro ridotti a 5 per under 18, over 65 e studenti.

Lascia un commento