Dopo il festival, l’ultimo jazz a Villa Geno

dopo-il-festival-lultimo-jazz-a-villa-geno
0 633

Sarà il trio guidato dal contrabbassista Antonio Cervellino con Alberto Bonacasa al pianoforte e Massimo Pintori alla batteria a concludere questa stagione di concerti jazz a Villa Geno. Un arrivederci a ottobre con tante novità dopo il trionfo di una seconda edizione pienamente riuscita per il Jazz Festival. Riuscita per la risposta di pubblico, attento, competente, entusiasta, sabato sera decisamente numeroso. Riuscita per la qualità della musica, sulla quale – visti i nomi – non c’erano dubbi, ma le sorprese non sono mancate. Riuscita per l’atmosfera che si è venuta a creare, accogliente, conviviale, con tutte le prospettive per la nascita di un’autentica Casa del jazz a Como, a pochi metri dal lago.

Davide Shorty sings The nightfly

Partiamo dalla sorpresa, che è arrivata proprio sul finale. Davide Sciortino, in arte Shorty, arriva da X Factor e questo lo avvicina, sicuramente, a un pubblico televisivo, ma può essere un deterrente per gli appassionati di jazz. Insomma: «che ci fa uno di un talent in un festival jazz»? Ci fa The nightfly, meraviglioso album di Donald Fagen, replicato nota per nota con amorevole precisione dal trombonista Luca Missiti, direttore di una band di altissimo livello che ha strappato meritati applausi a scena aperta mentre Davide ha fornito una prova vocale notevolissima.

Headliner della prima serata uno scatenato Giovanni Falzone. L’eclettico trombettista è tornato a un antico amore, Miles Davis con il progetto ElectroMiles dove brani leggendari come Milestones vengono trasfigurati o dove So what convive con Tutu, ma anche con Foxy lady di Jimi Hendrix.

Giovanni Falzone Electromiles

Ma l’anima della manifestazione è emersa anche dalle formazioni che hanno fatto corona: il Supernova Jazz Trio, il Sunlake Jazz Trio (in realtà un quartetto grazie a Stefano Bagnoli) e l’Italian Swing Quartet hanno contribuito non poco a rendere magica l’atmosfera.

Antonio Cervellino (al centro) del Supernova Jazz Trio: sarà il contrabbassista a guidare l’ultimo concerto della stagione di Villa Geno

E da ottobre si annunciano importanti novità: i concerti raddoppieranno, tutti i week end, venerdì e sabato per fare di Villa Geno davvero la Casa del jazz di Como.

(Foto di Katia Paravati)

Lascia un commento