DeLaGuasta Quartet per l’anteprima del Tremezzina Music Festival

delaguasta-quartet-per-lanteprima-del-tremezzina-music-festival
0 764

Dal vuoto del mese di agosto ci salva il Tremezzina Music Festival, che festeggerà la sua sedicesima edizione portando al parco Teresio Olivelli la Banda Osiris, il duo di Baba Sissoko e Antonello Salis, un omaggio a Pino Daniele e tanti altri concerti di qualità. Con un anticipo, venerdì 11 agosto, in una location da mozzare il fiato: Villa Carlotta. Suonerà il DeLaGuasta Quartet (nella foto in alto) di Marco Pollini (flauto, sax e tromba), Flavio Minardo (chitarre e sitar), Stefano Gatti (basso elettrico) e Franco d’Auria (batteria e percussioni), un vero e proprio supergruppo di talenti locali per festeggiare il novantesimo anniversario della costituzione dell’Ente Morale che gestisce la magnifica dimora lariana. Ci sarà modo di scoprirla nel pomeriggio alle 18.30 (l’apertura del cancello è prevista alle 18, l’ingresso è libero, ma i posti sono limitati, in caso di pioggia l’evento si terrà all’interno): dopo il concerto verrà offerto un aperitivo nell’Antica Serra Caffetteria del giardino della villa che ha, alle sue spalle, più di 300 anni di storia.

Villa Carlotta

Dal 1690 è una delle gemme più splendenti della corona di dimore illustri che tempestano le sponde del Lario. E sono numerosi gli eventi di questi giorni a Villa Carlotta: domani alle 16.30 una visita guidata, curata da Augusto Panini, alla mostra di “Perle di vetro della collezione Panini”: “Un viaggio fra Venezia, il Medio Oriente e l’Africa. Un’occasione per scoprire curiosità e storia di uno degli elementi fondamentali della della gioielleria e degli ornamenti del corpo per molte popolazioni nel mondo. La storia della loro lavorazione e utilizzazione costituisce un’antichissima tradizione artistica e commerciale che affonda le sue origini nella notte dei tempi”. Questa esposizione resterà visitabile fino al 24 settembre su prenotazione scrivendo a eventi@villacarlotta.it entro il venerdì, oppure telefonando allo 034440405 (la visita è inclusa nel ticket di ingresso). Un altro concerto, in questo caso nell’ambito del Lake Como Festival, è previsto per la prossima settimana, venerdì 18 alle 20.30 con il duo di Gianluca Campagnolo (clarinetto) e Francesco Scrofani Cancellieri (pianoforte) con musiche di Morricone, Rota, Piazzolla e altri.

Tony Esposito

Il Tremezzina Music Festival entrerà nel vivo il 16 agosto al parco di Tremezzo. Di prim’ordine anche quest’anno il cast chiamato dal direttore artistico Marco Zanotta che ha approntato quattro serate a tema. Nella prima un vero e proprio scontro tra titani dei fiati con gli Ottavo Richter di Raffaele Kohler (tromba), Luciano Macchia (trombone), Domenico Mamone (sax baritono), Ale Kape Sicardi (chitarra), Marco Xeres (basso) e Paolo Xeres (batteria) che si scontreranno con le Dolenti note della Banda Osiris. Non mancherà, come sempre, il jazz che, all’inizio, caratterizzava il festival: «Il 17 agosto avremo il trombonista Filippo Vignato, vincitore del Top Jazz 2016 come miglior nuovo talento ed è un’altra apprezzata tradizione del festival – ha anticipato Zanotta – Si presenta con il suo trio internazionale e precede l’esibizione di due poliedrici e straordinari musicisti, Antonello Salis e Baba Sissoko, insieme per un concerto senza barriere nel quale ritmi tradizionali afroamericani e improvvisazione jazz si fondono generando un’esplosione di pura energia creativa». Napule è, omaggio a Pino Daniele è il filo conduttore della serata del 18, aperta dalla proiezione del film – documentario Il tempo resterà dedicato al grande cantautore e chitarrista da Giorgio Verdelli, cui seguirà il concerto del Neapolitan Power Ensamble del grande percussionista Tony Esposito. Con lui suoneranno Antonio Onorato (chitarre), Joe Amoruso (pianoforte e tastiere), Angelo Farias (basso) e Mario De Paola (batteria). Infine, il 19 agosto, un gran finale balcanico con i Nema Problema e la Babbutzi Orkestar. Tutti i concerti sono a ingresso libero e, in caso di forte maltempo, si svolgeranno nel vicino Teatro Olivelli.

Lascia un commento