De André canta De André a Villa Arconati

de-andre-canta-de-andre-a-villa-arconati
0 549

Grande attesa per il concerto di Cristiano De André a Villa Arconati. Il cantautore chiuderà il Festival sabato 23 luglio alle 21 nel parco delle Groane a Castellazzo di Bollate. L’artista si dividerà tra chitarre, violino, pianoforte e altri strumenti a corda, unendo alle doti vocali, di autore e di interprete anche una perizia strumentale unica, riconosciuta, primo fra tutti, dal padre Fabrizio De André che lo volle al suo fianco nelle ultime, indimenticabili, tournée. Difficile uscire dal cono d’ombra di un genitore così importante, ammirato, riverito, oggi perfino santificato mentre per chi lo ha vissuto giorno per giorno resta, soprattutto, un padre che non c’è più. Per questo è sembrato un atto di estremo coraggio quello che ha compiuto Cristiano venendo finalmente a patti con quel repertorio che tutti interpretano, compiendo un passo che a tutti, forse, sembrava naturale, ma probabilmente non a lui: decidere di cantare i capolavori di De André senior, adattandoli alla propria sensibilità, senza giocare troppo sull’inevitabile discendenza anche vocale. De André canta De André è un’operazione catartica per Cristiano che, rinvigorito da nuova linfa, ha dato alle stampe Come in cielo, così in guerra, forse uno dei suoi album più belli. E ora c’è anche La versione di C., autobiografia toccante, mentre in radio risuona Canzone per l’estate. È una delle novità in scaletta: ci sono quindici nuove canzoni non ancora rivisitate nei due volumi di De André canta De André, tra cui La guerra di Piero, Via del Campo, Amore che vieni, amore che vai, Una storia sbagliata e Il bombarolo.

Lascia un commento