Danilo Rea suona i Beatles e gli Stones a Lugano

danilo-rea-suona-i-beatles-e-gli-stones-a-lugano
0 628

Poliedrico è aggettivo perfino riduttivo per Danilo Rea, pianista che, venerdì 18 agosto alle 20.30, renderà omaggio ai Beatles e ai Rolling Stones in un concerto per pianoforte solo in piazza Luini a Lugano nell’ambito di Piazza jazz. Basta spulciare i credit dei dischi di principali (e anche secondari) artisti a cavallo tra gli anni Settanta e Ottanta per scovare sovente il nome di questo talentuoso vicentino che ha saputo colorare con il suo tocco anche gli album più impensabili. Ma il grande amore è, e rimane, la musica afroamericana, fin dai tempi del Trio di Roma, fondato con altri due assi (Enzo Pietropaoli e Roberto Gatto). Vista la particolarità di questa proposta, però, più che i trascorsi alla corte di Chet Baker e Lee Konitz, più che le prestigiose collaborazioni con insigni colleghi come Maria Pia De Vito, Giovanni Tommaso, più che la militanza in quella macchina da guerra musicale che sono i Doctor 3, bisogna ricordare che Rea è il pianista più apprezzato da Mina, che Gino Paoli lo ha voluto per il progetto Milestones, che artisti diversissimi come Renato Zero, Cocciante, Celentano, Fiorella Mannoia lo hanno chiamato.

Ecco, insomma, spiegato l’amore collaterale per la musica, per la canzone, per le due band a cui ha dedicato l’album Something in our way che comprende belle riletture di Let it be, The long and winding road, Here comes the sun, And I love her, l’immancabile Yesterday dei Fab 4 e You can’t always get what you want, Angie, Jumpin’ Jack Flash, Lady Jane, Wild horses e Paint it black dei Glimmer Twins. E tra le due band rivali per antonomasia, può esserci solo un vincitore: Rea.

Lascia un commento