Così nasce l’Orchestra da camera Città di Cantù

cosi-nasce-lorchestra-da-camera-citta-di-cantu
0 980

Il Teatro San Teodoro ospita il battesimo dell’Orchestra da camera Città di Cantù. Alle 17 di domenica 29 gennaio si presenta al pubblico una nuova formazione strumentale, maturata all’interno della Nuova Scuola di Musica di Cantù per il comune desiderio di alcuni insegnanti di affiancare alla didattica una occasione che permetta a musicisti di incontrarsi e confrontarsi, essere da modello per gli allievi promuovendo e diffondendo la musica sul territorio. L’Orchestra sceglie Vivaldi per dimostrare l’intenzione di ricercare un’elevata qualità sonora e non solo. Nei progetti dell’orchestra c’è la volontà di spaziare in un repertorio dalle formazioni più intime, quali il trio e il quartetto, ad altre di più ampio respiro come i Concerti per orchestra d’archi. Il pomeriggio musicale prevede il Concerto n.10 op.3  per quattro violini, violoncello e orchestra con Corinna Canzian, Isabel Gallego Lanau, Carol Bergamini e Giorgio Molteni (violini) e Giulio Cazzani (violoncello), preludio ai celeberrimi quattro Concerti dell’op. 8 universalmente conosciuti come le Quattro stagioni. In questi, nel ruolo di violino solista, si alterneranno Stefano Sergeant e Giorgio Molteni.

Stefano Sergeant

Molteni, nato a Padova da una famiglia di musicisti, dopo il diploma al Conservatorio di Milano sotto la guida di Osvaldo Scilla, dedica una parte importante della propria attività alla musica da camera, esibendosi in formazioni cameristiche e orchestrali in Italia e all’estero. Attento allo studio delle diverse scuole violinistiche, è grande sostenitore del metodo didattico violinistico della violinista e violista ungherese Kato Havas. È direttore didattico della Nuova Scuola di Musica di Cantù. Suona un violino di Gaspare Lorenzini del 1767.

Giorgio Molteni

Sergeant, ottenuto il diploma di violino nel 2007 al Conservatorio di Como, con il massimo dei voti, nella classe di Alessandro Perpiche, il Biennio Accademico nello stesso Istituto laureandosi con il massimo dei voti e la lode, ha studiato alla Jazeps Vitols Latvian Music Academy con il professor J. Svolkovskis e alla Hochschule Luzern, ottenendo il Master of Arts in Performance Klassikcon Daniel Dodds. La sua attività concertistica lo ha portato a esibirsi come solista e camerista in Italia, Svizzera, Germania, Giappone, e ha collaborato con numerose formazioni orchestrali. È docente di violino alla Nuova Scuola di Musica di Cantù.

Biglietti a 10 euro

Lascia un commento