Concorso Aslico: ecco i vincitori

0 1424

In un Teatro Sociale aperto al pubblico dopo una settimana di semifinali a porte chiuse, ieri si è tenuta l’ultima giornata del Concorso per giovani cantanti lirici d’Europa, giunto alla 68ª edizione. Un vero e proprio concerto con le arie scelte dalla commissione e interpretate da chi è riuscito a superare tutte le fasi di quella che è la più importante competizione italiana per il belcanto, e una delle principali a livello internazionale. Al termine della prova finale la giuria ha incoronato i suoi vincitori. Per Il flauto magico di Mozart Daniele Terenzi (Italia, 27 anni) per il ruolo di Papageno, Maria Sardaryan (Armenia, 27 anni) per la difficilissima parte della Regina della notte mentre Klodjan Kaçani (28 anni) e Enkeleda Kamani (25 anni), entrambi albanesi, saranno rispettivamente Tamino e Pamina. A concorso c’erano anche i ruoli per l’opera inedita Ettore Majorana. Cromaca di infinite scomparse di Roberto Vetrano: Sarà Lucas Moreira Cardoso (25 anni) a calarsi nei panni dello scienziato misteriosamente scomparso. Federica Livi (Italia, 31 anni) e Monica-Tiberia Naghi (Romania, 31 anni) si divideranno la parte della Fisica.

Barbara Minghetti con vincitori e giuria

Infine Il barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini dove saranno Francesco Auriemma (Italia, 20 anni) e Sofia Koberidze (Georgia, 29 anni) a far rivivere sul palco Figaro e Rosina. Altri premi per Alexandra Grigoras (Romania, 24 anni) e Guido Dazzini (Italia, 22 anni), vincitori del concorso voci emergenti, e per Eugenio Di Lieto (Italia, 29 anni), idoneo non vincitore per il ruolo di Sarastro nel Flauto magico. Il premio del pubblico è andato a Maria Sardaryan (Armenia, 27 anni).

Maria Sardaryan è stata la più votata dal pubblico: sarà la Regina della notte nel Flauto magico

Si è concluso così il lavoro della prestigiosa giuria internazionale presieduta da Karen Stone, sovrintendente del Teatro di Magdeburgo, e completata da Liviana Caporale, casting manager del Palau de les arts Reina Sofía di Valencia, Toni Gradsack responsabile delle compagnie di canto e casting manager della Fondazione Teatro Alla Scala di Milano, Plamen Kartaloff, direttore dell’Opera di Sofia, Francesco Micheli, direttore del Teatro Donizetti di Bergamo, Dominique Meyer, direttore della Wiener StaatsOper di Vienna, Nicholas Payne, direttore generale di Opera Europa, Christina Scheppelmann, direttore del Gran Teatre del Liceu di Barcelona e Dmitry Vdovin, direttore del programma per giovani artisti del Bolshoi di Mosca con Giovanna Lomazzi e Giovanni Vegeto, rispettivamente vice presidente e direttore generale del Teatro Sociale Aslico.

(foto di Carlo Pozzoni)

Lascia un commento