Como Piano City: musica lungo il lago

como-piano-city-la-musica-nelle-passeggiate-a-lago
0 3383

I pianoforti di Piano City sono alla conquista del lungolago di Como. Quella di domenica 21 maggio, dai giardini di viale Geno a Villa Olmo, si annuncia come una giornata tutta a tasti bianchi e neri suonati ininterrottamente dal vivo da decine e decine di esecutori di ogni età e abilità. La non stop pianistica milanese, diventata virale in sei annate con le proprie decine di ore di musica e le centinaia di concerti in oltre 250 luoghi del capoluogo ambrosiano, sbarca finalmente anche a Como grazie al Teatro Sociale Aslico: dalle 11 alle 18, Piano City @ Como – 88 passi sul lago è pronta ad accompagnare con note dal vivo la passeggiata di comaschi e turisti.


Le quattro tappe lungo le principali rive cittadine – giardini di Viale Geno, passeggiata Amici di Como, diga foranea e passeggiata di Villa Olmo – sono organizzate per genere musicale, in modo che le persone, completando la passeggiata, possano ascoltare quattro tipologie differenti di concerto. Villa Geno, con programmi di solisti classici e jazzisti nel pomeriggio, e Villa Olmo con i ragazzi dei licei e istituti musicali della provincia si pongono come estremi del percorso che collega i 20 concerti solistici classici previsti sulla Passeggiata Amici di Como e la chicca conclusiva dei due strumenti per altrettanti concerti per pianoforte e orchestra in versione tastieristica che verranno eseguiti all’inizio della diga foranea. Quanto a generi ed esecutori, ce ne sarà per tutti i gusti: gli amici del Concorso internazionale per pianoforte e orchestra Città di Cantù troveranno alla diga parecchi vincitori, concorrenti e giovanissime promesse come la cinese Xing Chang, Maximilian Trebo, ma anche i giovani e giovanissimi comaschi Pietro Nicolaci e Andrea Molteni, accompagnati da Antonio Tarallo. Lungo viale Geno le composizioni di Giusepper Califano farannno coppia con le più celebri opere liriche in versione quattro mani grazie a Giorgio Martano e Andrés Jesús Gallucci, con una non stop jazz dalle 15 sotto le dita di Yazan Greselin e Victor Gordo. L’elenco completo dei pianisti che si alterneranno supera di poco le 200 mani, con una presenza preponderante di giovani e giovanissimi che dicono la presenza ancora predominante del pianoforte nell’esperienza musicale contemporanea.


Piano City non era mai uscito dai confini della metropoli milanese. Questo straordinario programma fuori porta vede ancora una volta il Sociale in prima linea nello stendere una rete che ha portato a unirsi Conservatorio di Como, Concorso internazionale per pianoforte e orchestra Città di Cantù, Nuova scuola di musica di Cantù, Pianofriends, Istituto comprensivo Como centro città – Scuola secondaria Parini, scuola musicale Foscolo – Istituto comprensivo Como Borgovico, liceo musicale Ciceri e liceo musicale Giuditta Pasta. Comasca è anche la parnership per la fornitura della materia prima tecnica ovvero i pianoforti della famiglia Picone.

Il tutto con l’auspicio che possa essere solo un grande inizio, capace di replicare per il futuro la formula specialissima di Milano che arriva a comprendere concerti, lezioni di piano, tributi a grandi maestri, nuove esecuzioni, pianisti semoventi e stanziali.

Tutto il programma di Piano City Como

(Immagini dalle passate edizioni di Piano City Milano)

Lascia un commento