Comin’ jazz: una città in musica

comin-jazz-una-citta-in-musica
0 2147

Una rassegna musicale jazz non è, di per sé, una novità, neppure per Como. Ma un calendario di concerti articolato tra piccoli bar e grandi location, compreso il prestigioso Teatro Sociale, che si svolge in pieno inverno, dal 9 al 15 marzo, favorendo, quindi, un momento turisticamente interessante, ma tradizionalmente privo di appuntamenti di richiamo per chi visita la nostra città (e anche per i comaschi stessi) è un progetto innovativo. Si chiama Comin’ Jazz, se ne parla da tempo, ma ora c’è stata la presentazione ufficiale in Comune alla presenza dell’assessore alla cultura Luigi Cavadini e dei rappresentanti delle realtà nostrane coinvolte: lo stesso Teatro Sociale, il Cinema Teatro di Chiasso, le scuole di musica Nerolidio Music Factory e Nota su Nota, l’associazione Music for Green, e il rinato Como Jazz Club. Questa rassegna nasce in parte in risposta a un’apertura dell’assessorato alle realtà musicali cittadine, ma anche in partnership con il consolidatissimo Festival di cultura e musica jazz di Chiasso che partirà subito dopo, il 16 marzo. Grazie a una sinergia tra il teatro ticinese e quello comasco, da anni c’è un anticipo dell’evento elvetico al Sociale e così sarà anche quest’anno: giovedì la massima sala cittadina ha ospitato il Megalitico Quartet del sassofonista Gavino Murgia.

Jason Rebello

Ed è proprio nei giorni che separano questo concerto dall’inizio del festival di Chiasso che si colloca Comin’ jazz, con due filoni. Il primo ha coinvolto ancora il Sociale per un evento di prima grandezza: una masterclass pomeridiana e un concerto serale di un trio d’eccezione, guidato dal batterista Enzo Zirilli, torinese d’ascendenza siciliana, ma da tanti anni operante a Londra, con il contrabbassista Marco Micheli e con una star internazionale: il pianista Jason Rebello, musicista di fiducia di star come Jeff Beck e Sting.

Enzo Zirilli

Inoltre, nell’ambito della rassegna Il cinema va a teatro, musica anche sul grande schermo lunedì 13 marzo con Yo-Yo Ma e i musicisti della Via della Seta. Altri eventi nella sede di Nerolidio in via Sant’Abbondio che ha ospitato lo Tsunami Trio di Carlo Uboldi venerdì 10 e proporrà poi le batterie del Percussion Staff (nella foto in apertura) martedì 14 e il raffinato Lemon Quartet di Marco Bianchi mercoledì 15. Sabato 11 il Chiostrino di Santa Eufemia risuonerà delle Disney jazz songs dei Blue Vibe mentre domenica 12 lo spazio è per il duo di Roberto Quadroni e Luca Garro che rendono omaggio alla storica collaborazione tra Miles Davis e Bill Evans. Infine, lunedì 13 dalle 9.30, una Storia del jazz per le scuole nella sede di Nota su Nota in via Giulini 13 (è possibile iscriversi entro il 10 marzo scrivendo a info@notasunota.it). Ma non è finita: la musica torna nei bar della città. Alcuni da tempo propongono concerti – il Be Bop di via Paoli, il Vintage di piazza Mazzini, il Quaranta4 di via D’Annunzio, Villa Geno – per altri è una bella novità, così si suona anche al Fresco di viale Lecco, al Gap di via Sirtori, al Mazzini di piazza Mazzini. Ecco il calendario.

Mercoledì 15 marzo

ore 19, Quaranta4, via D’Annunzio 44: Laura Fedele Trio
ore 19, Vintage Jazz, via Olginati 14: Antonio Cervellino Trio
ore 19, Arte Dolce Lyceum, via Cesare Cantù 36: Sabrina Olivieri Duo
ore 19, Il Gap, via Sirtori 12: dj set Swing All Around
ore 21.30, Nerolidio Music Factory, via Sant’Abbondio 7: Marco Bianchi Lemon Quartet

Lascia un commento