CellOnSunday 22: sulla Via della Seta

cellonsunday-22-sulla-via-della-seta
0 534

Un periodo di attività intenso per Irina Solinas. La violoncellista comasca è diventata ambasciatrice dei progetti del Silk Road Ensemble creato da un’autorità musicale quale è Yo-Yo Ma. In questi giorni è impegnata al Teatro Franco Parenti di Milano per il Global musician workshop assieme a Nağme Yarkin (classical kemençe), Geneviève Morasse (violino), Baturay Yarkın (tastiera) e Cheong Li (erhu), gli stessi musicisti che possiamo ascoltare nel video che ci regalano per questo appuntamento con CellOnSunday, realizzato durante il concerto che si è tenuto al Teatro delle Bambole a Lemna di Faggeto Lario venerdì 20 ottobre, dopo un’altrettanto incantevole jam session multietnica e multigenere giovedì sera alla Locanda Filomena di Palanzo.

Questi momenti non sarebbero stati possibili senza una piena collaborazione da parte dell’amministrazione pubblica di Faggeto. Per questo Irina e i musicisti hanno scritto una lettera di ringraziamento al sindaco Raffaele Ceresa che condividiamo.

Caro sindaco,
grazie!

Siamo grati a Lei e alla cittadinanza di Faggeto Lario, per averci ospitati in questi giorni ricchi di emozioni e soddisfazioni. Siamo onorati e felici di aver condiviso in questo luogo lo spirito del ricercatore e del viandante. Siamo musici che percorrono le vie del mondo e ci fermiamo dove la musica è accolta e gradita, è stato bello condividere con la gente che popola le vostre frazioni l’emozione dell’incontro e della scoperta. Proseguiamo nel viaggio verso Milano con una riserva di energie speciale, che questo territorio ci ha dato.  Esprimiamo profonda gratitudine per aver raccolto per primi il nostro messaggio, dandoci in cambio un forte senso di dignità e una meravigliosa risonanza. In questi giorni a Palanzo, a Lemna e a Riva abbiamo sperimentato in un contesto accogliente e protetto, i primi passi di un progetto che ha ambizioni che vanno oltralpe e oltre oceano. Contiamo che sia l’inizio di una propizia serie di incontri e che insieme potremo ancora sperimentare nuove e ricche occasioni di scambio e di crescita.

(Foto di Alessia Roversi)

Lascia un commento