Carducci Giovani: la borsa di studio Orlandoni per Mirea

carducci-giovani-la-borsa-di-studio-orlandoni-per-mirea
0 492

L’associazione Carducci incrocia la sua Stagione concertistica numero 115 alla locandina Carducci Giovani con un appuntamento musicale che continua la centenaria vocazione dell’istituto al sostegno delle nuove leve artistiche comasche. Alle 18 di venerdì 17 novembre il Salone Musa di viale Cavallotti 7 ospiterà il concerto per la consegna della borsa di studio Mario Orlandoni 2017. Mirea Marchetto Mollica, ventiseienne, mezzo – soprano, varesina, fresca di laurea con il massimo dei voti e la lode in canto lirico al Conservatorio di Como, riceverà dalle mani del presidente del Carducci Renato Papa la borsa conferita annualmente dalla famiglia Orlandoni in ricordo dello storico presidente dell’istituto, oltre che guida della Società dei Palchettisti del Teatro Sociale di Como, ma soprattutto appassionato cultore di musica e grande conoscitore del belcanto italiano.

Gianni Gambardella

Mirea, accompagnata al pianoforte da Gianni Gambardella, attraverserà tre secoli di storia dell’opera e della canzone da camera con arie e melodie di Händel (Cara sposa dal Rinaldo), Gluck (Che farò senza Euridice, dall’Orfeo ed Euridice), Mozart (Voi che sapete, aria di Cherubino da Le nozze di Figaro), Cimarosa (È vero che in casa, aria di Fidalma dal Matrimonio segreto), Rossini (Oh patria! dal Tancredi), Donizetti (Deh non voler costringere, dall’Anna Bolena), Mascagni (O pallida che un giorno mi guardasti, da L’amico Fritz), Donaudy (O del mio amato ben…, aria da camera dalla raccolta 36 arie di stile antico) per arrivare a Malìa, Tristezza e Non t’amo più, di Tosti.

Dopo studi classici e al Civico Liceo Musicale Malipiero di Varese, Mirea si avvicina al canto nel Coro da Camera del Liceo Musicale e nel Coro da Camera di Varese, inizia nel 2014 il percorso di studi accademici al Conservatorio Verdi di Como sotto la guida di Patrizia Patelmo. Que- st’anno ha debuttato nello Stabat Mater di Pergolesi e nel Gloria di Vivaldi. Ha eseguito cantate e mottetti di Bach e Telemann a Lugano sotto la direzione di Luca Ratti.

Lascia un commento