Bakura e Melpomene: giovani ensemble per Sant’Abbondio

bakura-e-melpomene-giovani-ensemble-per-santabbondio
0 309

C’è anche un concerto con i suoni di Pergolesi, Mozart e Donizetti in onore di Sant’Abbondio. I festeggiamenti per il patrono della città e della Diocesi di Como prevedono per giovedì 31 agosto alle 21 nella grande basilica romanica di via Regina il concerto che unisce il quartetto d’archi Bakura (violini Stefano Sergeant, nella foto in alto, e Alessia Rosini, viola Matteo Lipari, violoncello Valentina Sgarbossa) e il Trio Melpomene (soprano Hiroko Ito, clarinetto Enrico Sibona, organo Andrea Schiavio) in un percorso musicale prezioso e arricchito da una prima esecuzione storica. La serata, a ingresso libero, si aprirà con i cinque movimenti della Salve Regina in do minore di Giovanni Battista Pergolesi, brano che fa il pari con lo Stabat Mater celeberrimo. Seguirà una parentesi strumentale con il Quintetto KV 581 di Mozart, uno dei vertici assoluti della produzione del musicista salisburghese, per concludere con Tecum principium, Allegretto di Gaetano Donizetti in prima esecuzione dal manoscritto recuperato da Andrea Schiavio.

Il soprano Hiroko Ito

Il Quartetto Bakura da oltre un decennio tiene concerti in Europa con un repertorio che spazia da quartetti classici a propri arrangiamenti di brani provenienti dai generi più svariati. Vicino al decennale di vita è anche il Trio Melpomene, che divulga la musica per soprano, clarinetto e pianoforte o organo, in repertorio originale o rielaborato soprattutto sugli inediti trascritti da Schiavio.

Lascia un commento