Artù, Tutto passa a Cantù

0 595

Sabato 12 novembre, All’Unaetrentacinquecirca di Cantù, arriva Alessio Dari, in arte Artù, giovane cantautore romano, che presenterà e racconterà il suo nuovo album, Tutto passa, uscito quest’anno.

 artu1Finalista di Musicultura, Artù sembra un personaggio di un altro mondo, fuori dagli schemi, un cane sciolto, schietto e sincero e mai banale. Attraverso le sue canzoni racconta la vita con autenticità e ironia, affrontando tematiche legate alle difficoltà esistenziali, dal malcontento sociale alle ipocrisie di una società conformista in cui l’immagine vince sull’essenza. La malinconia celata nelle sue “filastrocche d’autore” apre però le porte alla speranza, al sogno e a credere che il cambiamento sia possibile: urla con ironia tutta la sua rabbia verso un mondo che non gli piace che però non riesce a non amare, esprime nella scrittura la voglia di fuggire da una realtà non sempre all’altezza della sua fervida immaginazione e sa creare un mondo onirico ricco di personaggi fantastici a fargli compagnia. Ironico e pungente,  la sua crescita musicale e professionale lo ha portato, nel corso degli anni, a calcare palchi sempre più grandi e prestigiosi, affiancando artisti del calibro di Brunori Sas, Niccolò Fabi e Alessandro Mannarino. Ospite di Generazione XL all’Auditorium Parco della Musica, ha suonato al teatro Parioli e all’Etruria Eco festival in apertura allo show di Ascanio Celestini.

Nel 2013 è uscito il suo album d’esordio, Artù (Leave Music/Universal Music), un disco leggero, un ritorno alle origini, alla terra dove tutto nasce e tutto muore. A maggio del 2016 ha presentato il suo nuovo lavoro discografico dal titolo Tutto passa (Sony Music),  che segna il suo punto di svolta artistico: Artù lascia andare i personaggi strampalati del primo album e inizia a parlare in prima persona. Dieci canzoni caratterizzate da una poetica cruda e diretta, mai claustrofobiche, ma dal sound semplice e naturale, senza troppi artifici o forzature, un album che lascia accesa una luce di speranza, perchè, da un momento all’altro, le cose possono cambiare.
Roma d’estate è il singolo che ha anticipato l’uscita del disco e con il quale Artù è stato invitato a partecipare al contest musicale televisivo Coca-Cola Summer Festival 2016.

«Roma d’estate è una canzone d’amore per la mia città, ma come tutti i grandi amori sono tali proprio perché ti fanno soffrire, – racconta Artù – prima ti fa godere, ti fa innamorare, ti ammalia con la sua bellezza e santità e poi ti lascia, ti abbandona a te stesso. È come se sapesse di essere inarrivabile. Non vuole padroni nonostante tutti si sentano legittimati ad usarla, sfruttarla e saccheggiarla… Ma lei ne è consapevole e quando la sera scende il sole e l’acqua del Tevere diventa rossa, se la ride perché sa già come andrà a finire. Ho lasciato che questa, come tutte le canzoni dell’album, ci suggerissero loro stesse il vestito che volevano addosso».

la-forma-delle-nuvoleIn apertura si esibiranno La forma delle nuvole, che presenteranno il loro nuovo disco, Il debutto. Il duo semiacustico, formato dal cantautore Dario Antonetti (ex Kryptasthesie, Effetto Doppler, ideatore e produttore di The Vegetable Man Project) e Giulia Fumagalli, ha partecipato all’evento Syd Barrett – Unforgettable diamond, organizzato nel settembre scorso al Teatro Comunale di Alessandria nell’ambito della manifestazione Vinile Alessandria (la mostra del vinile usato e da collezione) Us And Them, con il patrocinio del Comune, dell’Assessorato alle Politiche Culturali e la collaborazione di Segnali 2006 Intrattenimenti.

Di nuovo una serata imperdibile, e di nuovo con la musica d’autore, in perfetto stile All’Unaetrentacinquecirca, quello che preferisco. Ma questo lo sapete già.

Lascia un commento