Wiki Loves Monuments: tesori comaschi in gara

0 551

La crescita culturale e turistica del territorio lariano passa anche attraverso Wikipedia. Per questo l’associazione comasca Sentiero dei Sogni ha da poco firmato una convenzione con Wikimedia Italia – per la precisione è stata sottoscritta il 5 di agosto dai presidenti dei due sodalizi, Pietro Berra e Lorenzo Losa –  finalizzata a incentivare la partecipazione del territorio e dei suoi “gioielli” al concorso Wiki Loves Monuments, che scatterà il 1º settembre, e a coorganizzare delle giornate di Editathon (durante le quali vengono implementate le voci dell’enciclopedia libera dedicate al patrimonio artistico e alla storia locali) a Como e Brunate, nonché in altri centri del lago e della Brianza eventualmente interessati (per contatti info@sentierodeisogni.it), che andranno ad aggiungersi a quelle già organizzate con successo dal Comune di Cernobbio. L’impatto di Wikipedia, uno dei 10 siti più consultati al mondo, e dei progetti correlati, su conoscenza e promozione dei territori, è stato peraltro recentemente provato da una ricerca svolta in Spagna, da cui risulta un incremento dei flussi turistici del 9% strettamente legato alla maggiore presenza sull’enciclopedia libera dei beni culturali di alcune aree specifiche (qui i dati).

Il Tempio Voltiano (foto di Carolina Granzella)

Sentiero dei Sogni si impegna a promuovere Wiki Loves Monuments durante le passeggiate creative e a raccogliere le liberatorie dei proprietari dei siti visitati durante i percorsi, affinché possano essere fotografati e pubblicati online sulla piattaforma del concorso con una licenza libera che ne permetta la libera circolazione e il libero riutilizzo da parte di enti, associazioni e operatori turistici per contribuire alla valorizzazione del territorio. Chi ha partecipato al ciclo di passeggiata della primavera-estate dal 1º settembre potrà inviare le fotografie relative a diversi punti di interesse già approfonditi camminando: Torbiera di Albate – Bassone, Life Electric, Diga foranea, Tempio Voltiano, Villa Olmo, Mura di Como, ex Casa del Fascio, Casa Cattaneo e chiesetta di Santa Maria delle Grazie a Cernobbio, Crotto del Boeucc e altri monumenti di Albavilla. Altre quattro passeggiate creative sono in programma nel mese di settembre (i dettagli sul sito del progetto) e saranno l’occasione per fotografare altri tesori “liberati”, come il Museo della seta e il faro voltiano. L’elenco dei beni comaschi finora coperti da liberatoria si trova qui.

Il faro voltiano di Brunate (foto di Pietro Berra)

Tra le new entry Palazzo Lambertenghi (visitato durante la passeggiata su Volta e i poeti dello sorso 18 giugno e dove il prossimo 23 settembre si terrà un incontro, promosso da Sentiero dei Sogni e Casa della poesia di Como, con il poeta cileno Oscar Hahn). Altre liberatorie sono in fase di sottoscrizione e registrazione, tra cui quelle relative all’Eremo di San Donato a Garzola Superiore (punto focale delle passeggiate creative dedicate ad Alda Merini e Giuditta Pasta), Villa del Grumello (parco ed esterni, anch’essi già visitati in plurime occasioni durante le Passeggiate creative e dove si terrà la prossima, dal titolo Poemas en el parque, in programma domenica 3 settembre).

Palazzo Lambertenghi (foto di Carlotta Crosta)

Wikimedia Italia, rappresentata sul territorio da Marta Pigazzini e Dario Crespi, si impegna a sua volta a sostenere e promuovere Sentiero dei Sogni nelle attività svolte in comune accordo. Tra queste è in fase di programmazione una passeggiata creativa sulle orme di Plinio il Vecchio, grande comasco padre di tutte le enciclopedie, visto che, come ricorda la stessa Wikipedia, la sua Naturalis Historia, pubblicata 1940 anni fa, è la più antica giunta fino a noi.

Il chiostro dell’eremo di San Donato

Sicuramente tra i comaschi che parteciperanno al concorso, ci saranno gli studenti del gruppo TeamCom dei corsi turistici di Enaip Como, che hanno realizzato proprio per BiBazz i reportage delle passeggiate creative Sulle orme di Volta.

Lascia un commento