Venerdì 30 settembre

La settimana InCom
1 1282

MARC BOLAN DAY

Buongiorno,
ieri sera, ascoltando i numerosi interventi della serata Migranti, e ora? ho avuto un’epifania, o una precognizione. Noi siamo il passato, il passato marcescente. Noi, tutti noi. Quelli che si preoccupano di accogliere i migranti e quelli che vorrebbero che tutti i diversi da loro sparissero dalla faccia della terra per non turbare la loro fissità. Quelli che «non sono razzista, ma…» e quelli che chiudono gli occhi per non ammettere che, in questa marea, non siano (e non siamo) tutti dei santi. Quelli che cercano faticosamente di creare politiche di inclusione e quelli che si affannano a studiare sistemi sempre più ridicoli e inefficaci per fermarte la storia, cercando nuovi tappeti sotto cui nascondere la cenere degli incendi che noi abbiamo provocato (anche io, che non ho mosso un dito). Noi siamo storia passata, siamo ridicoli nel nostro affannarci nel misurare il mondo e chi lo abita con il nostro metro, con le nostre categorie, i nostri criteri. Noi, con la nostra televisione spazzatura e i telegiornali che privilegiano le infinite beghe di potere ai morti di Aleppo. Noi, quelli dei container per contenere l’incontenibile e le nostre futili discussioni su chi ha avuto di più, i Quelli o i Quegli Altri? Noi, i militanti della zuppa calda e i neonazisti da operetta. Noi tra cento anni saremo solo un ricordo in una Como, in un’Italia, in un’Europa, in un mondo diverso. Inarrestabilmente spazzati via dalla storia. Un mondo migliore? Differente. Non lo vedrò. Vedrò solo persone che cercano di non perdere la propria umanità e che non sentono minacciata la propria identità, e altre persone spaventate da un colore, da una lingua, da uno sguardo, che rinnegano un pezzo di umanità per non doverla guardare in faccia.

poor

Un brano acconcio al futuro:

ORTICOLARIO
Villa Erba, largo Visconti 1, Cernobbio, dalle 9 alle 19.30, biglietti a 17 sacchi (ridotto a 14 sacchi, ridotto speciale a 12 sacchi tutti i giorni a partire dalle 17). Ingresso gratuito fino a 14 anni

Orticolario, a Cernobbio il giardino si veste di festa


I VENERDÌ POMERIGGIO DELLO SPAZIO GLORIA / LE PRIME VISIONI DEL GLORIA MEDESIMO
Spazio Gloria, via Varesina 72, ore 15.30 e ore 21, biglietti a 4 sacchi per gli over 60, biglietti a 7 sacchi

Julieta (Spagna, 2016, 99 minuti) di Pedro Almodóvar con Emma Suarèz, Adriana Ugarte, Daniel Grao, Inma Cuesta e Darío Grandinetti
Julieta ha deciso di lasciare la Spagna per il Portogallo, dove si trasferisce l’uomo che ama. Sgombra la casa e ingombra i cartoni di cose e ricordi, tracce forti di un passato che riemerge implacabile. L’incontro casuale con Beatriz, amica d’infanzia di sua figlia, la convince a restare a Madrid. Quella riunione è un segno, quello che aspetta da tredici anni, il tempo che la separa da Antía. Figliola prodiga partita per sempre, Antía ha fatto perdere ogni traccia di sé a quella madre senza colpa che incolpa. Julieta attende come Penelope appesa a un filo e a un diario che svolge la sua storia. Poi il destino le consegna una lettera. La proiezione pomeridiana, realizzata in collaborazione con l’Università popolare di Como, sarà introdotta da Santina Pitrone.
http://www.spaziogloria.it/


INCONTRO CON PAOLO DI PAOLO
La Feltrinelli, via Cesare Cantù 17, ore 18, ingresso libero
http://static.fanpage.it/wp-content/uploads/2016/09/paolodipaolo.jpg
Paolo di Paolo presenta Tempo senza scelte. L’autore dialoga con Andrea Quadroni giornalista de La Provincia di Como. La scelta è dubbio, responsabilità, costruzione di sé e del futuro. Ma dove la Storia non chiede risposte nette, dove si è esposti a miriadi di opzioni evanescenti, è ancora possibile prendere decisioni radicali, accettare il rischio, percorrere una strada fino in fondo?


INCONTRO CON MARCO PIVATO
Libreria Ubik, piazza San Fedele 32, ore 18, ingresso libero
http://www.donzelli.it/spool/8b27633b527172f68e9c5e98e38720b8_w600_h_mw_mh_cs_cx_cy.jpg
Marco Pivato presenta il suo libro Noverar le stelle. Un incontro per capire come la scienza e la poesia abbiano la stessa sete di conoscenza e la stessa aspirazione a raggiungere la bellezza: chi siamo, da dove veniamo e dove siamo destinati ad andare, come sono fatti il mondo e l’universo intero. Un appassionante viaggio nella storia della letteratura e della scienza, incontrando personaggi che hanno esplorato l’affascinante connubio tra queste due forme di conoscenza. L’autore dialoga con Laura Garavaglia.


EVENTO BARBARA PROTTI
Spazio Pifferi, via Diaz 58, ore 18.30, ingresso libero

Barbara Protti: una vita per la danza


NIVUL e SOGN
Sala Musa dell’Istituto Carducci, viale Cavallotti 7, ore 20.30
https://i1.sndcdn.com/artworks-000083800534-abxiah-t500x500.jpg
La rassegna di teatro poetico Nivul e sogn “Le vie en rose” è dedicata a tutti coloro che hanno fatto della propria arte, un motivo di vita; a tutti gli artisti che vivono delle loro uniche risorse interiori, ogni giorno, con passione e ringraziando sempre per i doni che sono stati loro affidati. Dedicato a coloro che riconoscono l’unicità meravigliosa della vita nonostante tutto il resto.
Ciao Edith con Alessandro Quasimodo e Miriana Ronchetti, Gabriella Ghielmetti e Mattia Buffi, Scuola Atelier del Tango Lugano, il fisarmonicista Luigi De Rosa. Al pianoforte Riccardo Quadri. Le comparse sono allievi del Corsi di Teatro recitazione della Compagnia teatrale Orizzonti Inclinati.
Omaggio a Edith Piaf, l’usignolo meraviglioso di Francia che ha rapito il mondo con la sua voce. La storia, la vita, le canzoni, le immagini, brevi filmati di una grande artista. Il pubblico entrerà direttamente in un Cabaret tipico francese anni Trenta dove troverà comparse (poeti, artisti, musicisti, ballerine) e tenteremo di trasmettere le arie di quei tempi, con tutta la nostra passione.


LE PRIME VISIONI DEL CINEMA ASTRA
Viale Giulio Cesare 3, ore 21, biglietti a 7 euro

Io prima di te (Usa, 2016, 110 minuti) di Thea Sharrock con Emilia Clarke, Sam Claflin, Charles Dance, Jenna Coleman e Matthew Lewis
Louisa Clarke è stata licenziata dopo anni di lavoro dal padrone del locale in cui era cameriera. A casa sua gli altri componenti della famiglia non se la passano meglio e il suo contributo era essenziale. Accetta così un’offerta di lavoro da parte di una ricca famiglia: deve fare compagnia a Will, il figlio trentenne divenuto quadriplegico dopo che era stato investito da una moto. Costui vorrebbe rimanere a crogiolarsi nel suo dolore e la presenza della ragazza, tanto goffa quanto sensibile e piena di buona volontà, lo infastidisce. Non sarà sempre così anche se il giovane ha in serbo per lei una sorpresa.


DON MILANI E I CONFINI DELL’UMANITÀ
Oratorio di Menaggio, via Lusardi 1, ore 21, ingresso libero
http://www.altracitta.org/wp-content/uploads/2009/04/don-milani.jpg
Don Lorenzo Milani e i confini dell’umanità. Interviene don Alessandro Santoro della Comunità delle Piagge, Firenze. Don Santoro, fondatore della comunità cristiana di base Le Piagge di Firenze, studioso ed esperto di Don Milani, poi rimosso dalla Curia il 26 ottobre 2009 e reintegrato alle Piagge sei mesi dopo. Da allora, anche se i problemi derivati da una cattiva gestazione del quartiere non sono stati tutti eliminati, la qualità delle Piagge è notevolmente migliorata con il ridimensionamento della criminalità, la costruzione di diversi servizi sociali ed assistenziali, la realizzazione di una stazione ferroviaria e le attività socio-culturali svolte dalla comunità di base di don Santoro. In particolare si ricordano i progetti della Comunità delle Piagge come il Fondo etico e sociale, un progetto di microcredito di prossimità, e il periodico l’Altracittà – giornale della periferia. Buon’ultima, come iniziativa rivolta al sociale, l’istituzione da parte del ViperClub di una serie di laboratori informatici rivolti agli abitanti del quartiere fra cui un Laboratorio di Narrativa Territoriale Multimediale.


STAGIONE TEATRALE DI ALBAVILLA
Teatro Della Rosa, via Patrizi 6, Albavilla, ore 21, biglietti a 7 sacchi
http://www.cineteatrodellarosa.it/images/eventi/teatro/2015-16/l-affare-kubinsky_1.jpg
L’affare Kubinski di Laszlo Fodor e Laszlo Lakatos. Regia di Mario Calabrò. Compagnia teatrale Gli Albateatro.
Questa commedia era stata scritta per intrattenere il pubblico, ma conteneva un atteggiamento vivido e satirico verso il mondo di quei tempi, i tempi della grande recessione che, dopo aver colpito l’America nel ’29, aveva raggiunto anche l’Europa.
http://www.cineteatrodellarosa.it


ACARYA 2016
Centro civico, via Grandi 21, ore 21.15, ingresso libero
https://66.media.tumblr.com/472dc9d39a3df0f10bacb9c0d62441cb/tumblr_ocsmyxfltv1vskw6yo1_500.jpg
Zitto e mangia! Charles Manson va in cucia. Ovvero… una reazione a tutto questo parlar di cibo A cura di Claudio Stanardi.


REBELHOT ALL’UNAETRENTACINQUECIRCA
Via Papa Giovanni XXIII 7, Cantù, ore 21.30, ingresso libero

I RebelHot incendiano Cantù


fuorisacco


SARAH JANE MORRIS E ANTONIO FORCIONE AL BLUE NOTE
Via Borsieri 37, Milano, ore 21, sold out (biglietti disponibili per domani e sabato alle 21 e alle 23.30 a 37 sacchi, ridotti a 32 se acquistati entro due ore dall’inizio dello spettacolo)

1 commento

30 settembre 2016 alle 11:01

Caro Alessio, non ho mai sentito parole tanto nobili e pertinenti quanto le tue.

Lascia un commento