Venerdì 28 ottobre

La settimana InCom
0 1188

ELSA LANCHESTER DAY

Buongiorno,
proprio mentre inizio la visione coatta di Spazio 1999, viene captato il primo possibile segnale extraterrestre rivolto a noi. Una coincidenza? Non credo proprio. Non lo credo perché rammento, e anche tu dovresti farlo, che una volta, non molto tempo fa, fummo tutt’uno. Ricordi? Pochi istanti dopo il Big bang, esattamente 1 decimiliardesimo di miliardesimo di yoctosecondo dopo (o 0,0000000000000000000000000000000000000000001 secondi dopo, per essere più chiari) eravamo un unico tutto. Io e te. E tutti gli altri. E tutto il resto. Io, te, tutti gli altri e tutto il resto. Bianchi, neri, gialli, alti, bassi, donne, uomini, stegosauri, caloriferi, parastinchi, Sirio, Mata Hari, montagne, suricati, Posillipo, vicesindaci, Drupi, frigoriferi, laosiani, musicassette, Andromeda, goresi, tombini, tutta la materia, una coasa sola. Poco dopo, 1 centimiliardesimo di yoctosecondo dopo, abbiamo iniziato ad allontanarci sempre di più, sempre di più. Poi, quei sei milioni di anni fa, abbiamo assunto forma umana, poi colori, poi lingue e abbiamo cercato di accentuare ancora di più questa separazione. Ma eravamo tuttuno. Perfino io. Perfino tu. E tutti gli altri. E tutto il resto.

(io, te, tutti quanti gli altri e tutto il resto)

(io, te, tutti quanti gli altri e tutto il resto quando eravamo piccoli)

Un brano acconcio all’immensità. E all’unità:


I VENERDÌ POMERIGGIO DELLO SPAZIO GLORIA / LE PRIME VISIONI
Spazio Gloria, via Varesina 72, ore 15.30 (biglietti a 4 sacchi per gli over 60) e ore 21, biglietti a 7 sacchi
http://mr.comingsoon.it/imgdb/PrimoPiano/60039_ppl.jpg
In guerra per amore (Italia, 2016, 99 minuti) di e con Pif e con Andrea Di Stefano, Sergio Vespertino, Maurizio Bologna e Miriam Leone
New York, 1943. Arturo Giammarresi, palermitano trapiantato in America, sogna di sposare la bella conterranea Flora, ma lei è già promessa a Carmelo, figlio del braccio destro di Lucky Luciano. L’unico modo per ottenere la mano di Flora è quello di chiederla direttamente al padre della donna, rimasto in Sicilia. E siccome anche gli Alleati stanno per sbarcare in Trinacria, Arturo si arruola nell’esercito americano e approda nel paesino di Crisafulli dove comandano, in ordine sparso, la Madonna, il Duce, il boss locale Don Calò e un pugno di gerarchi fascisti. I destini di Arturo si incroceranno con quelli degli abitanti di Crisafulli e soprattutto di un tenente dell’esercito yankee, l’italoamericano Philip Chiamparino, entrato in guerra per amore del suo Paese e dotato di un senso alto dell’onore. La proiezione del pomeriggio sarà introdotta da Santina Pitrone.
http://www.spaziogloria.it/


PARLIAMONE
Libreria Paoline, viale Battisti 10, ore 17.45, ingresso libero
http://aforisticamente.com/wp-content/uploads/2014/11/fede_c.jpg
L’incontro dal titolo Ma quale Dio? permette di confrontarci con un problema concreto che interpella tutti: perché e che senso ha la sofferenza di tanti innocenti? Più radicalmente: ha un senso? E Dio, da che parte sta? Modera il professor Arcangelo Bagni.


INTERFERENZE
Ex chiesa di San Pietro in Atrio, via Odescalchi, ore 18, ingresso libero
interferenze
Gli allievi del corso serale di pittura dell’Accademia di belle arti Aldo Galli – Ied Como, coordinati dai maestri Doriam Battaglia e Patrizia Cassina, presentano la mostra annuale che raccoglie le opere realizzate durante il corso atelier pittura. Orari di apertura: sabato e domenica dalle 10 alle 19.


ANDREINO ALLA BOCCA DI LUPO
Via Roma 8, Albiolo, ore 20, spettacolo e cena a 40 sacchi
http://s29.postimg.org/l9k1yynp3/image001.jpg
Andreino e le sue canzoni con Andrea Polmonari (voce), Alfredo Ferrario (clarinetto), Flaviano Braga (fisarmonica), Roberto Talamona (chitarra) e Franco D’Auria (percussioni).
http://www.boccadilupo.it


STAGIONE NOTTE
Teatro Sociale, piazza Verdi 1, ore 20.30, ingresso libero

Sociale, debutta la sinfonica con il Beethoven di Ceccato


MUSICAL FRIDAY
La Vignetta, via Monte Grappa 32, Cernobbio, dalle 20.30
http://4.bp.blogspot.com/-LcjG7sNzUAg/VpBAwBICLnI/AAAAAAAAk-Y/Txlj-fEmX9k/s1600/front.jpg
Concerto dello Tsunami Trio di Carlo Uboldi (piano), Valerio Della Fonte (contrabbasso) e Massimo Manzi (batteria) con una ricca selezione di standards e una serie di brani originali dall’album del trio Tsunamici.
http://www.lavignetta.it


I VENERDÌ DEL BELLAVISTA
Bellavista, piazza Bonacossa 2, Brunate, ore 20.30
bellavista

Alternative rock e grunge dagli anni Novanta a oggi con La Tensione di Violet: Morena D’Elia (voce), Jacopo Grande (chitarra acustica) e Giuseppe Buzza Vitali (contrabbasso e chitarra).
http://www.bellavistabrunate.com


DIALOGO SULLE PROFONDITÀ CON VAN DE SFROOS
Auditorium Sacchi della Camera di commercio di Como, via Parini 16, ore 21, ingresso libero

Suta el ventru de ogni barca con Van De Sfroos


MUSAICO
Museo civico, piazza Medaglie d’oro 1, ore 21, ingresso a 5 sacchi (posti limitati, prenotazione consigliata a promozione@coopattivamente.it; 0316871771)
https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/l/t31.0-8/14556809_1300563353290269_4717385217846002743_o.jpg
Il progetto Musaico, che si propone di valorizzare i musei civici facendoli diventare luoghi di sperimentazione e produzione culturale, arricchisce il suo calendario di eventi con un nuovo appuntamento: Teatro al Museo. La Cooperativa Sociale AttivaMente, partner del progetto, mette in scena nella Sala Barelli lo spettacolo Clandestino (in casa). Drammaturgia e regia di Jacopo Boschini. Con Stefano Panzeri e Stefano Dragone. Musiche di Luca Schiavo e scenografie di Laura Errico.
Lo spettacolo narra di un viaggio grottesco, onirico, tragicomico. Una storia che siamo abituati a collocare in paesi lontani, presso genti povere, ma che invece, alla fine, si rivelerà estremamente vicina a noi. Protagonista del viaggio è Metrio Claus, un individuo naïf dal nome altrettanto naïf. Metrio, messo alle strette dalla fame, dalla povertà, da una società che ormai lo rifiuta come un appestato, abbandona la sua terra natale, nella speranza di iniziare una nuova vita in una terra lontana. Durante la sua vita in mare, Metrio viene accompagnato da un mentore, uno spirito, che incarna di volta in volta personaggi diversi. Voci lontane, presenze, ricordi di incontri che lo aiutano a ricostruire e a raccontare la sua storia di fuggiasco e di clandestino: la storia di un abbandono, di un viaggio verso una speranza, di un approdo doloroso e di un ritorno eterno, privo di senso e di aspettativa.


RELIGO ALLA PICCOLA ACCADEMIA
Via Castellini 7, ore 21, biglietti a 10 euro

Religo alla Piccola Accademia


LE PRIME VISIONI DEL CINEMA ASTRA
Viale Giulio Cesare 3, ore 21, biglietti a 7 sacchi
Io, Daniel Blake (Gran Bretagna / Francia, 2016, 100 minuti) di Ken Loach con Dave Johns, Hayley Squires, Dylan McKiernan, Briana Shann e Kate Runner
i-daniel-blake-backdrop

Newcastle. Daniel Blake è sulla soglia dei sessant’anni e, dopo aver lavorato per tutta la vita, ora per la prima volta ha bisogno, in seguito a un attacco cardiaco, dell’assistenza dello Stato. Infatti i medici che lo seguono certificano un deficit che gli impedisce di avere un’occupazione stabile. Fa quindi richiesta del riconoscimento dell’invalidità con il relativo sussidio ma questa viene respinta. Nel frattempo Daniel ha conosciuto una giovane donna, Daisy, madre di due figli che, senza lavoro, ha dovuto accettare l’offerta di un piccolo appartamento dovendo però lasciare Londra e trovandosi così in un ambiente e una città sconosciuti. Tra i due scatta una reciproca solidarietà che deve però fare i conti con delle scelte politiche che di sociale non hanno nulla.
http://www.cinecircolo.it/


CABARETTIFICIO AL SAN TEODORO
Via Corbetta 7, Cantù, ore 21, biglietti a 10 sacchi

Teatro San Teodoro, arriva la quinta stagione di Cabarettificio


INCONTRO CON PIETRO BERRA
Sala consigliare del municipio, via Vittorio Emanuele II 2, Turate, ore 21, ingresso libero
http://immagini.libroco.it/immagini/jpgs_big/6203/3101670.jpg
Il giornalista Pietro Berra presenterà il libro Poesie dal fronte. Dalla Grande Guerra all’Afghanistan. Vite in versi di soldati semplici. Non solo Ungaretti, Rebora, Sbarbaro e gli altri grandi poeti italiani che, al fronte, hanno scritto alcune tra le loro liriche più intense e immortali. Anche tanta gente comune, che nella vita ha fatto tutti i mestieri fuorché il letterato, ha sentito l’esigenza di comporre poesie durante la guerra. Le poesie, scritte su tutti i fronti, assumono il valore di frammenti di storia in presa diretta, vere schegge di emozione che, non di rado, si accendono di illuminazioni poetiche folgoranti.


ACARYA 2016
Centro civico, via Grandi 21, ore 21.15, ingresso libero
http://www.telegraph.co.uk/content/dam/Travel/2016/April/pretty-camel-oman-xlarge.jpg
L’Oman: fascinazioni mediorientali. Viaggio per immagini fra oceano e montagne a cura di Antonio Signoriello.


C+C=MAXIGROSS ALL’UNAETRENTACINQUECIRCA
Via Papa Giovanni XXIII 7, Cantù, ore 22

C+C=Maxigross a Cantù

 

Lascia un commento