Venerdì 21 ottobre

La settimana InCom
0 1310

DIZZY GILLESPIE DAY

Buongiorno,
oggi rido un po’ nel pianto. Son contento, ma anche triste. Contento perché (ri)apre il multisala di Camerlata, anzi, della Ca’ Merlata. Chi demonizza questi moloch probabilmente si dimentica di aver concorso a far morire le piccole sale del centro, che han progressivamente chiuso perché non si mantiene un luogo di cultura o meno con dieci spettatori al giorno. Quindi, anche se stan su a spot e popocorn, benvengano e questa benvenga: ora in provincia di Como ci sono nove schermi in più. L’amaro è per lo Spazio Gloria e per l’Astra. Due realtà che hanno da tempo lanciato l’allarme, una che (r)esiste a ridosso del multisala e si è data tempo fino al 27 gennaio, l’altra che minaccia di non superare dicembre (non questo, il prossimo). La mia paura è che gli appelli rimangano vani (senza contare quelli che perdono il loro, ma soprattutto il MIO prezioso tempo fandomi notare che loro i film se li guardano a casa, che odiano tutto e tutti – il senso stringistringi è quello – e che questi non devono rompere chiedendo soldi che si sa che non è vero che ne han bisogno e tutte le ragioni per intervenire a sproposito in una discussione che, evidentemente, non li riguarda). Per tutti gli altri: una mano sulla coscienza, una sul portafoglio, una davanti e l’altra di dietro per non perdere, soprattutto, il diritto di poter scegliere il cosa vedere e il dove vederlo. È importante poter scegliere.

https://s-media-cache-ak0.pinimg.com/originals/07/9c/21/079c2105c464c32b0618b2eeef9e106d.jpg

Un brano acconcio alla scelta:


I VENERDÌ POMERIGGIO DELLO SPAZIO GLORIA
Via Varesina 72, ore 15.30, biglietti over 60 a 4 sacchi, interi a 6 sacchi
Nahid (Iran, 2015, 105 minuti) di Ida Panahandeh con Sareh Bayat, Pejman Bazeghi e Navid Mohammadzadeh

Nahid è una giovane madre orgogliosa, che vive in affitto con il figlio in un sobborgo popolare iraniano dopo essersi separata da un marito balordo. Ostinata a voler mantenere la custodia del piccolo, tenta giorno per giorno di sopravvivere dignitosamente a una società che limita il suo diritto alla maternità con una legge per cui in caso di divorzio il bambino è automaticamente affidato al padre. Dimostrare che questi è uno sbandato scommettitore, che entra ed esce dai centri di riabilitazione per tossicodipendenti, è difficoltoso e rischia di trasformarsi in una battaglia che mette a repentaglio il precario equilibrio che le consente di passare inosservata. Il marito, infatti, le ha concesso di poter crescere il piccolo, a patto che lei non si risposi, mantenendo intatto l’onore della famiglia. Un’imposizione che costringe la donna a una vita di espedienti, ristrettezze economiche e un profondo senso d’inquietudine, alimentati dalla solitudine e dalle ribellioni del figlio troppo simile al padre. Sarà necessario l’ingresso in punta di piedi di un nuovo amore per dare a Nahid la forza di agire e credere finalmente nel sogno di una famiglia unita. Purtroppo però le leggi islamiche parlano chiaro, appena il padre del ragazzo scopre la relazione clandestina, ufficiata da un matrimonio temporaneo, si avvale del diritto di sottrarre il ragazzino alla madre. Inermi, Nahid e il nuovo marito saranno costretti ad andare incontro alle incertezze e alla sfiducia nel sistema giudiziario, in una parabola di scontri che dà inizio a un’esplorazione antropologica oscura: la sopraffazione degli ultimi in un’estenuante lotta contro il cieco tradizionalismo governativo.
http://www.spaziogloria.it/


TERRA E LIBERTÀ / CRITICAL WINE
La Feltrinelli, via Cesare Cantù 17, ore 18, ingresso libero
http://www.lariocriticalwine.org/images/stories/lario-critical-wine2-66887.660x368.jpg
Critical wine
è una manifestazione itinerante che da alcuni anni fa conoscere ai consumatori piccole produzioni vinicole rispettose del lavoro contadino e della terra. Il Lario critical wine vuole essere una riproduzione, in piccolo e delocalizzata, di questo evento. Oggi presentazione del libro Terra e libertà / Critical wine con la partecipazione di Pino Tripodi e la testimonianza diretta di alcuni produttori locali.
http://www.lariocriticalwine.org


INCONTRO CON LINDA LANTIERI
Libreria Ubik, piazza San Fdele 32, ore 18, ingresso libero
http://cs.ilgiardinodeilibri.it/cop/o/w501/ostruire-intelligenza-emotiva-libro.jpg
Presentazione del libro di Linda Lantieri Costruire l’intelligenza emotiva. Come potenziare l’intelligenza emotiva nei bambini. Intervengono il professor Davide Antognazza, il sociologo Alberto Terzi e Paola Minussi, presidente della Women in White Society.


SWING JAZZ ALLA BOCCA DI LUPO
Via Roma 8, Albiolo, ore 20, cena e concerto a 40 sacchi su prenotazione (031808968 o 3489106141)
http://www.piacenzamusicpride.com/sites/default/files/styles/post-row/public/news/ferrario.jpg?itok=FekXYGPa
Concerto del quartetto di Alfredo Ferrario (clarinetto), Juri Biscaro (chitarra), Roberto Piccolo (contrabbasso) e Massimo Caracca (batteria).
https://www.facebook.com/trattoriaboccadilupo


I VENERDÌ DEL BELLAVISTA
Bellavista, piazza Bonacossa 2, Brunate, ore 20.30
dauria-aliffi-21-10

Una formazione jazz d’eccezione: è il Flight Quartet guidato dal chitarrista Maurizio Aliffi e dal batterista e percussionista Francesco D’Auria con Carlo Gravina al sax e Valerio Della Fonte al contrabbasso. Per informazioni e prenotazioni 031/22.10.31, info@bellavistabrunate.com.


STAGIONE NOTTE
Teatro Sociale, piazza Verdi 1, ore 20.30, biglietti a 58 sacchi (platea e palchi), 26 sacchi (IV galleria, parapetto), 23 sacchi (V galleria, parapetto), 20 sacchi (IV galleria, ranghi) e a 17 sacchi (V galleria, ranghi)

A midsummer night’s dream: Shakespeare e Britten secondo De Capitani


LE PRIME VISIONI DEL CINEMA ASTRA
Viale Giulio Cesare 3, ore 21, ingresso a 7 sacchi

Café Society (Usa, 2016, 96 minuti) di Woody Allen con Jeannie Berlin, Steve Carell, Jesse Eisenberg, Blake Lively e Parker Posey
New York, anni Trenta. Bobby Dorfman lascia la bottega del padre e la East Coast per la California, dove lo zio gestisce un’agenzia artistica e i capricci dei divi hollywoodiani. Seccato dall’irruzione del nipote e convinto della sua inettitudine, dopo averlo a lungo rinviato, lo riceve e lo assume come fattorino. Bobby, perduto a Beverly Hills e con la testa a New York, la ritrova davanti al sorriso di Vonnie, segretaria (e amante) dello zio. Per lui è subito amore, per lei no ma il tempo e il destino danno ragione al sentimento di Bobby che le propone di sposarlo e di traslocare con lui a New York. Ma il vento fa (di nuovo) il suo giro e Vonnie decide altrimenti. Rientrato nella sola città in cui riesce a pensarsi, Bobby dirige con charme il Café Society, night club sofisticato che diventa il punto di incontro del mondo che conta. Sposato, padre e uomo di successo, anni dopo riceve a sorpresa la visita di Vonnie. Con lo champagne, Bobby (ri)apre il cuore e si (ri)apre al dolce delirio dell’amore.
http://www.cinecircolo.it


OCCUPY GLORIA
Via Varesina 72, ore 21, ingresso libero, uscita a pagamento

Occupy Gloria # 2, tutto pronto per Zerocalcare, Andreani e Sench


LU PAISI
Laboratorio Culturale di Senna Comasco, via Roma 46, Senna Comasco, ore 21, ingresso libero

Lu paìsi è a Senna


OMAGGIO A CHUCK BERRY ALL’UNAETRENTACINQUECIRCA
Via Papa Giovanni XXIII 7, Cantù, ore 22, ingresso a 5 sacchi

Happy birthday Chuck Berry!


EIFFEL 65 AL MADE
Via Sant’Abbondio 7, ore 23, ingresso a 15 sacchi

Zarro night al Made con Eiffel 65

Lascia un commento