Venerdì 18 novembre

La settimana InCom
0 1642

AMANDA LEAR DAY

Buongiorno,
no, ma non siamo razzisti. Ieri ho avuto la ventura di camminare dietro a quattro ragazzi africani (Clandestini? Regolari? Studenti? Perdigiorni? Manigoldi? Onestuomini? E chi lo sa? Io vedevo solo quattro persone che camminavano chiacchierando tra di loro. Senza dare fastidio alcuno a nessuno. MA… essi esistono. E mentre camminano, e io per caso dietro a loro, ecco che passa un tipo in motoretta che gli grida le parole brutte. Loro non se ne curano. Una signora viene nel verso contrario. Loro rompono le righe per farla passare, ma lei cozza a bella posta contro uno di loro ringhiando “E spostati, no?” e giù altre parole brutte. Loro si scusano. E camminano di fianco a due signore che parlano (e io dietro a loro), ma appena si appropinquano queste smettono di parlare di colpo e quando vengono superate attaccano con le parole brutte, che sento tutte io che andavo dietro. E incrociano il mio sguardo in cerca di complicità. E mi commiserano, si capisce, perché sono costretto a camminare dietro a essi. E io dico “No, ma non siamo razzisti…”. E il loro sguardo si fa interdetto e probabilmente hanno detto anche dietro a me le parole brutte. Bene, così mi sento integrato. Tutto questo in due minuti e in 50 metri. No, ma non siamo razzisti… chissà cosa siamo allora?

Un brano acconcio ai non razzisti:


IL TEATRO GRECO UN LUOGO MITICO
Grand’aula del liceo Volta, via Cesare Cantù 52, ore 14.45, ingresso libero
http://www.fotografieitalia.it/foto/2045/2045-11-48-46-2362.jpg
Il teatro greco. Un luogo mitico. Un viaggio tra archeologia, arte e festa dionisiaca. Interviene la professoressa Diana Perego dell’Università degli Studi di Firenze.


I VENERDÌ POMERIGGIO DELLO SPAZIO GLORIA
Via Varesina 72, ore 15.30, biglietti over 60 a 4 sacchi, interi a 6 sacchi

7 minuti (Italia / Francia / Svizzera, 2016, 92 minuti) di Michele Placido con Ambra Angiolini, Cristiana Capotondi, Fiorella Mannoia, Maria Nazionale, Violante Placido e Ottavia Piccolo
L’azienda tessile Varazzi è in procinto di siglare l’accordo che la salverà dalla chiusura immediata. I partner francesi sono pronti a concludere, ma all’ultimo momento consegnano alle undici componenti del consiglio di fabbrica una lettera che chiede loro di sacrificare sette minuti di intervallo al giorno. Il consiglio è composto da nove operaie e un’impiegata, più una rappresentante sindacale, Bianca, dipendente della Varazzi da decenni.
http://www.spaziogloria.it/


CICLO DI INCONTRI SULLA LEGALITÀ
Ites Caio Plinio Secondo, via Italia Libera, ore 16.30, ingresso libero
http://jeremycorbyn.org.uk/data/2015/02/environment-1-612x336.jpg
La tutela dell’ambiente. Dall’informazione alla formazione. Intervengono Giuseppe Battarino (magistrato, collaboratore della Commissione parlamentare di inchiesta sulle ecomafie) e Sergio Cannavò (responsabile ambiente e legalità di Legambiente Lombardia). L’incontro vuole segnare l’avvio di un percorso di formazione che proseguirà nel corso del 2017 coinvolgendo docenti e alunni in attività laboratoriali di apprendimento partecipativo che consentano di coniugare conoscenze ed esperienze e contribuiscano a promuovere nuove consapevolezze e responsabilità nelle scelte di cittadinanza attiva.


8208 LIGHTING DESIGN FESTIVAL
Museo Archeologico Paolo Giovio, piazza Medaglie d’oro 1, ore 18, ingresso libero

8208 Lighting design festival: il programma di oggi


ALCHECHENGI – NON SIAMO MICA MATTI
Auditorium Ospedale Sant’Anna, via Ravona 20, San Fermo della Battaglia, ore 18, ingresso libero

L’ospedale Sant’Anna ospita la proiezione del documentario Non siamo mica matti. L’opera, prodotta dalla Rtsi – Radiotelevisione Svizzera e realizzata da Matteo Born, è dedicata al gruppo musicale comasco Alchechengi, nato dalla collaborazione tra l’associazione Nèp – Nessuno è perfetto e il dipartimento di salute mentale dell’azienda socio sanitaria territoriale lariana. Il documentario, girato all’ex ospedale psichiatrico San Martino di Como, dove gli Alchechengi, diretti dal maestro Giovanni Gianda Bedetti, hanno la sala prove, ripercorre la nascita di quello che in origine era un laboratorio inteso come forma diretta di esperienza musicale, rivolto a ragazzi e giovani utenti del dentro psico sociale (Cps). In un contesto di gruppo caratterizzato da divertimento, creatività e condivisione si è promossa la possibilità di sperimentare la curiosità e l’espressività sonora e di conoscere e utilizzare strumenti musicali particolari. L’obiettivo era quello di promuovere ascolto, collaborazione e condivisione, elementi necessari per la buona riuscita dell’esperienza. Il gruppo, composto all’inizio da dodici persone senza competenze musicali, si allargato a ragazzi e non solo provenienti da altre realtà della comunità comasca e conta ora una trentina di componenti. Nel tempo questa insolita orchestra ha sperimentato una forma libera e spontanea di amalgama sonoro con risultati a volte divertenti a volte deliranti, ma certamente originali. Alla serata interverranno il regista Matteo Born, il direttore del sipartimento di salute mentale Claudio Cetti e il maestro Giovanni Gianda Bedetti. Al termine della proiezione gli Alchechengi si esibiranno in un concerto.


INCONTRO CON ILDEFONSO FALCONES
Libreria Ubik, piazza San Fedele 32, ore 18, ingresso libero
http://img.libraccio.it/images/9788830446694_0_500_0_75.jpg
Presentazione del libro di Ildefonso Falcones, Gli eredi della terra. Interviene Andrea Salonia. Barcellona, 1387. Arnau Estanyol, dopo le mille traversie che hanno segnato la sua vita e la costruzione della grandiosa Cattedrale del Mare, è ormai uno dei più stimati notabili di Barcellona. Giunto in città ancora in fasce e stretto tra le braccia del padre, un misero bracciante, nessuno sa meglio di lui quanto Barcellona possa essere dura e ingiusta con gli umili. Tanto che oggi è amministratore del Piatto dei Poveri, un’istituzione benefica della Cattedrale del Mare che offre sostegno ai più bisognosi mediante le rendite di vigneti, palazzi, botteghe e tributi, ma anche grazie alle elemosine che lo stesso Arnau si incarica di raccogliere per le strade. Sembra però che la città pretenda da lui il sacrificio estremo. Ed è proprio dalla chiesa tanto cara ad Arnau a giungere il segnale d’allarme. Le campane di Santa Maria del Mar risuonano in tutto il quartiere della Ribera: rintocchi a lutto, che annunciano la morte di re Pietro… Ad ascoltare quei suoni con particolare attenzione c’è un ragazzino di soli dodici anni. Si chiama Hugo Llor, è figlio di un uomo che ha perso la vita in mare, e ha trovato lavoro nei cantieri navali grazie al generoso interessamento di Arnau. Ma i suoi sogni di diventare un maestro d’ascia e costruire le splendide navi che per ora guarda soltanto dalla spiaggia si infrangono contro una realtà spietata. Tornano in città i Puig, storici nemici di Arnau: finalmente hanno l’occasione di mettere in atto una vendetta che covano da anni, tanto sanguinosa quanto ignobile…


SETTIMANA DELL’INFANZIA E DELL’ADOLESCENZA
Villa Olmo, via Cantoni 1, ore 18, ingresso libero
locandina-settimana-infanzia-2016-def
“S”corretti stili di vita. Le conseguenze nel bambino e nell’adolescente di errori nell’alimentazione e altro con Biagio Vicenzo, Alice Aceto, Laura Romano, Matteo Tettamanzi. Modera Laura D’Incalci. In contemporanea laboratori per bambini dai 6 agli 11 anni.


ASPETTANDO PAROLARIO
La Feltrinelli, via Cesare Cantù 17, ore 18.30, ingresso libero
http://www.ciaocomo.it/photogallery_new/images/2016/11/vini-e-vinili-libro-124063.660x368.jpg
Maurizio Pratelli presenta il suo ultimo libro Vini e vinili, 45 giri di bianco, scritto a quattro mani con Chiara Meattelli. Durante l’incontro, organizzato da Parolario in collaborazione con La Feltrinelli di Como nell’ambito del ciclo di incontri “Aspettando Parolario 2017”, Maurizio Pratelli dialogherà con Alessio Brunialti e Stefano Novati. Dopo i 33 giri di rosso, il viaggio in compagnia della musica e del vino d’autore prosegue con un secondo volume. Se il precedente capitolo era nato all’insegna dei lunghi ascolti, in questo caso l’approccio è molto più immediato, mosso dall’energia del rock inglese. Quarantacinque canzoni: non necessariamente le più riuscite dal punto di vista commerciale, piuttosto quelle che hanno segnato in modo indelebile un’epoca arrivata fino ai giorni nostri. Proprio come le 45 etichette dei vignaioli che ne accompagnano l’ascolto. I romantici sentieri del vino italiano e le infuocate strade della musica inglese si uniscono per raccontare insieme i loro percorsi. Nasce così un nuovo cammino fatto di abbinamenti tra vino resistente e canzoni immortali all’interno di due mondi destinati a incrociare le stesse genuine passioni di chi ama farsi rapire dalla musica sorseggiando un calice di bianco. Stazione dopo stazione, questo libro guida all’incontro con un meraviglioso universo popolato di uomini e donne capaci di offrire incanto e verità attraverso piccole avventure che si fanno grandi nella creazione di qualcosa di unico, da ascoltare e da bere. È così che un disco e una bottiglia che hanno nell’anima sole e pioggia, sudore e lacrime, polvere e sorrisi, si servono alla stessa tavola; con onestà e coraggio.


FOTOALCHIMIE
Spazio Pozzoni, via Monti 41, ore 18.30
tecniche0
Inaugurazione della mostra fotografica di Luigi Corbetta. Interverrà il critico Roberto Borghi. Corbetta realizza i suoi primi scatti all’inizio degli anni Settanta, mentre è alle dipendenze di una delle più importanti aziende di fotografia. Qui completa la sua formazione artistica e apprende innumerevoli tecniche usate fin dagli albori del linguaggio fotografico. Tutte queste magiche Alchimie si tradurranno in una costante ricerca di emozioni, la molla che fa scattare l’obiettivo in un’attività nella quale l’amore per il lavoro si coniuga con quello per l’arte. Corbetta ha collaborato a vario titolo con molti fotografi e ha partecipato a numerose mostre. Ha vinto un I Premio Kodak Le stagioni del ritratto. È stato per alcuni anni il fotografo ufficiale della Reale associazione Bucintoro per le regate storiche a Venezia. Ha sempre tenuto vivo l’interesse fotografico in centinaia di fotoamatori che negli anni hanno frequentato i suoi corsi e il Fotoclub di cui è stato il presidente. La mostra resterà aperta fino al 3 dicembre da martedì a sabato dalle 15.30 alle 19. Incontro con l’autore venerdì 2 dicembre alle 21.
http://www.carlopozzoni.it


JAZZ ALLA BOCCA DI LUPO
Bocca di Lupo, via Roma 8, Albiolo, ore 20.15, cena e concerto a 40 sacchi
http://vivimilano.corriere.it/wp-content/uploads/2015/10/paolo-tomelleri-quartet.jpg
Cena concerto con il trio swing del grande jazzista Paolo Tomelleri. Il leader, al clarinetto, sarà accompagnato da Fabrizio Bernasconi al pianoforte e Marco Mistrangelo al contabbasso (informazioni e prenotazioni 031/80.89.68 o 348/91.06.141).


INCONTRO CON TERENZIO TRAISCI
Teatro Nuovo, via Lissi 9, Rebbio, ore 20.45
felicemente_stressati

Felicemente stressati. Vincere lo stress con il buon umore. Incontro con Terenzio Traisci.


LE PRIME VISIONI DELLO SPAZIO GLORIA
Via Varesina 72, ore 21, biglietti a 7 sacchi

Fai bei sogni (Italia / Francia, 2016, 134 minuti) di Marco Bellocchio con Valerio Mastandrea, Bérénice Bejo, Guido Caprino, Nicolò Cabras e Dario Dal Pero
A nove anni Massimo perde la mamma per un infarto improvviso – o almeno così gli dicono i parenti, riluttanti a renderlo partecipe della morte della donna. Dopo un’infanzia solitaria e un’adolescenza difficile Massimo diventa un giornalista affermato ma continua a convivere con il ricordo lacerante della madre scomparsa, nonché con un senso di mistero circa la sua improvvisa dipartita. Solo alla fine scoprirà come sono andate esattamente le cose, e troverà il modo di risalire alla luce.


TERRA DI CONFINE
Biblioteca comunale, via Bianchi, Villa Romanò di Inverigo, ore 21, ingresso libero

daltrocanto
Concerto del gruppo di musica popolare D’Altrocanto.


INCONTRO CON GIUSEPPE GUIN
Biblioteca comunale, via Trento 12, Fino Mornasco, ingresso libero
guin-definitivo
Dai misteri del lago al Segreto dell’abbazia: incontro con lo scrittore comasco Giuseppe Guin.


CONFERENZA DI MATTEO DOMINIONI
Aula magna del Liceo Fermi, via Papa Giovanni XXIII, Cantù, ore 21

Lo sfascio dell’Impero. La resistenza etiope e gli italiani in Etiopia. 1936 / 1941. Conferenza dello storico Matteo Dominioni. Dominioni ha conseguito il dottorato in Storia delle società contemporanee all’Università di Torino e collabora con l’Istituto nazionale per la storia del movimento di liberazione in Italia. Il titolo della conferenza è lo stesso di una sua pubblicazione nella quale analizza la costruzione dell’Impero in Africa e l’occupazione militare dell’Etiopia avvenuta negli anni dal 1936 al 1941. Un capitolo tragico, violento e a lungo misconosciuto della nostra storia coloniale. Solo a partire dagli anni Settanta gli storici hanno potuto accedere con minori difficoltà agli archivi del Ministero degli Affari Esteri e dell’Esercito; archivi depositari di documenti di capitale importanza per ricostruire l’occupazione del Paese operata dal regime fascista.


INCONTRO CON MONICA GALANTI
Libreria Torriani, via Brusa 6/8, Canzo, ore 21, ingresso libero
https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/15037164_1783178421943716_7435300205231966052_n.jpg?oh=5f6b96484da0bf59295914d6a8775629&oe=588D9AA4
Ready-made poetici con l’artista canzese Monica Galanti. Disegnetti e schizzi poetici in una serata di giochi di parole à la Duchamp – per rivegliare il Dada che c’è in noi.


PUNK ROCK NIGHT ALL’UNAETRENTACINQUECIRCA
Via Papa Giovanni XXIII 7, Cantù, ore 22, ingresso a 3 sacchi

https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/14937434_647125588781805_541776255400485037_n.png?oh=1676302c25d8782f5b13693f2e671365&oe=58C8B95E

Tre band all’insegna del buon vecchio caro punk rock con le presentazioni dei nuovi dischi dei New Hart e dei Bookhouse Boys. In apertura The Psychords.
https://www.facebook.com/1e35circa/

Lascia un commento