Sabato 25 febbraio

La settimana InCom
0 1470

GEORGE HARRISON DAY

Buongiorno,
avete presente quella celebre scena di Io & Annie con Woody Allen in coda al cinema che subisce le ovvietà di un altro uomo in fila a proposito delle teorie di Marshall McLuhan finché non sbuca dal nulla proprio il celebre massmediologo che lo smentisce? Beh, questa, se non la ricordate:

Allora accade che Gabbani citi La scimmia nuda, il saggio di Desmond Morris di mezzo secolo fa, nella sua Occidentali’s Karma che, da quando ha vinto Sanremo, sta provocando interpretazioni e paragoni imbarazzanti (per chi li fa), segno non tanto della genialità dell’autore quanto della pochezza del contesto musicale contemporaneo: basta non scrivere una normale canzone d’amore e subito si diventa degli eccentrici genialoidi. Beh, accade che i giornalisti intervistino l’etologo, che gode di rimarchevole salute alla faccia degli anni suoi ottantanove, e questo invece di realizzare i miei sogni rispondendo semplicemente «Gabbani chi?» invece dice, della canzone «Sono rimasto affascinato dalla sua bellezza, dalla sua cultura, dalla ricchezza delle citazioni. Mai sentito nulla di simile, forse solo in Bob Dylan e John Lennon. Intendo come precisione e raffinatezza dei testi». Presto! S’assegni un altro Nobel! Mi viene da piangere forte, quasi come Fernanda Pivano ha esaltato Jovanotti e Vasco… Lo so… lo so: magari voi sarete pure perfettamente d’accordo con tutto questo, but you don’t really love much music, do ya?

http://www.europinione.it/wp-content/uploads/2015/07/scimmia-nuda-desmond-morris-e1437663854669-770x300.jpg

Un brano estremamente disacconcio:


TUTTI I FILM IN PROGRAMMAZIONE

http://www.laprovinciadicomo.it/cinema/films/


ALIFFI E D’AURIA ALLA LIBRERIA COLOMBRE
via Plinio 27, ore 17, ingresso libero

Aliffi e D’Auria in concerto alla libreria Colombre


CELTIC HARP ORCHESTRA PER MARCELINO PAN Y VINO
Chiesa SS. Annunciata, via XX settembre 125, Lurate Caccivio, ore 20.45

La Celtic Harp Orchestra per Marcelino Pan y Vino


NOTE DI ACCOMPAGNAMENTO
Chiesa di Santa Cecilia, via Cesare Cantù, ore 21

Elevazione spirituale in ricordo del musicista Riccardo. Si esibirà l’Orchestra Sinfonica del Lario diretta da Pierangelo Gelmini. Musiche di Johann Christian Bach, Wolfgang Amadeus Mozart e Wilhelm Friedemann Bach.


COMICOMO
Teatro Lucernetta, piazza Medaglie d’oro 4, ore 21, biglietti a 10 sacchi

Primo appuntamento con la seconda edizione di Comicomo, la rassegna di cabaret del Teatro Lucernetta con Andrea Di Marco (Colorado, Zelig), Gianni Astone (Zelig), Nando Timoteo (Colorado) e Carmine del Grosso (Zelig). Presenta Bruce Ketta.
http://www.teatroincentro.com


STAGIONE DEL TEATRO SAN TEODORO
Via Corbetta 7, Cantù, ore 21, biglietti a 15 sacchi

Canta come mangi: omaggio a Milano


SOUL KITCHEN A VILLA GENO
Viale Geno, ore 22, ingresso libero

Natasha e Soul Kitchen a Villa Geno


NO SURRENDER ALL’UNAETRENTACINQUECIRCA
Via Papa Giovanni XXIII 7, ore 22, ingresso a 5 sacchi

Un concerto benefico nel segno di Bruce Springsteen. È No Surrender Dream Team il nome scelto dal collettivo di artisti che si esibirà anche nel pomeriggio all’ospedale pediatrico San Gerardo di Monza in un concerto privato per i bambini ricoverati. Il ricavato della serata andrà a sostegno di questa attività che porta musica nei luoghi di sofferenza per regalare un momento di serenità ai malati. Sono della partita Luca Milani, Carlo Ozzella (57th Street Band, Barbablues) Renato Tammi (Springstreet Band), Daniele Tenca (Blues For The Working Class Band), Lorenzo Semprini (da Miami & The Groovers) e Michele Tani. Ospite Riccardo Bergomi.
https://www.facebook.com/1e35circa/



TEMPO UNICO
Associazione Biblioteca Salita dei Frati, Salita dei Frati 4A, Lugano, ore 17.30, ingresso libero

Inaugurazione della mostra di Antonio Teruzzi Tempo antico a cura di Ilona Biondi. Fotografie di Carlo Pozzoni. Con un intervento di Alessandro Soldini, responsabile eventi espositivi. La mostra sarà visitabile dal 1 marzo all’8 aprile, orari da mercoledì a venerdì dalle 14 alle 18; sabato dalle 9 alle 12. «Sappiamo tutti che in questi tempi moderni, con la tecnologia che invade il nostro modo di vivere, il libro è sempre più penalizzato e ritenuto sorpassato. Per fortuna non per tutti… Antonio Teruzzi ha cercato, con la sensibilità propria dell’artista, di restituire al libro il suo originario valore facendolo rivivere in un tempo unico. Il libro, già di per sé contenitore e custode del sapere, diventa, grazie al prezioso intervento sul piatto anteriore, un “oggetto” d’arte estremamente raffinato. In questo modo, l’opera d’arte continuerà a vivere nelle nostre case garantendo ancora per molto la presenza del libro altrimenti destinato a scomparire». (Ilona Biondi).
http://www.bibliotecafratilugano.ch

Lascia un commento