Sabato 22 ottobre

La settimana InCom
0 1101

GEORGES BRASSENS DAY

Buongiorno,
me lo godo tanto il chiacchiericcio televisivo, ormai svuotato di qualsiasi significato e mirato solo a riempire i palinsesti di blablabla. Ma da appassionato di televendite non (solo) per irresistibile attrazione trash, ma anche per le tecniche di comunicazione sopraffine nella loro beceraggine, mi sono affezionato alla fiera di luoghi comuni, alle scene madri, alle frasi choccanti e trovo il sublime quando, a un certo punto, inevitabilmente, uno dei soloni prorompe nel primo «ma il vero problema è un altro» che darà il la a tutta una serie di «di che cosa stiamo parlando?», «se non si è capito questo significa che non si è capita la questione», «sono d’accordo, ma…», «ma il vero problema è un altro». E così via ad libitum. Poi, che si stia parlando di disoccupazione, di migrazione, di elezioni americane, di referendum italiano, di inquinamento, di classifica marcatori, di Medio Oriente, di famiglie che non arrivano alla fine del mese prima, dopo tutto questo si tolgono il microfono e se ne tornano nelle loro stamberghe pronti per una nuova ospitata. Anche io voglio fare l’ospitato. Ho tutte le caratteristiche. Posso parlare a vanvera di qualsiasi cosa, non avrò lo sbiadito sessappiglio di una Brigliadori, ma son sempre più giovane di Red Ronnie, ho capito tutto io, TUTTO, quindi mi è facilissimo snocciolare i più classici «qui ci stiamo nascondendo il vero problema»… «è questo il vero argomento».

http://viceland-assets-cdn.vice.com/blogs/en/files/2010/04/114-1024x638.jpg

Un brano acconcio alla vanvera:


NOTTE DEI SENZA DIMORA
loca-notte-2014-web

L’obiettivo della Notte dei senza dimora quest’anno si declina attraverso arte e creatività e a Palazzo Cernezzi sarà allestita, nel pomeriggio di sabato 22 ottobre, una mostra fotografica realizzata dalle persone che vivono in condizioni di marginalità. Il programma prevede, dalle 10 alle 12, l’incontro con le scuole secondarie di secondo grado al teatro Lucernetta. Parteciperanno Francesca Paini, presidente della Fondazione Scalabrini, che parlerà del problema abitativo a Como, ed Eletta Revelli, che tratterà del pregiudizio che si nasconde dietro alle persone senza fissa dimora. Nel pomeriggio mostra La bellezza in città allestita nel cortile di Palazzo Cernezzi con la collaborazione del fotografo Andrea Butti e del Fai Giovani. Accanto alle fotografie saranno esposte anche le opere realizzate nel corso del laboratorio ArteAparte. Alle 16 visita guidata della città di Como a cura di Marco Ballabio, organizzata in collaborazione con il Fai Giovani, per prenotazioni: s.coinvolgimentisociali@gmail.com Infine alle 19 aperitivo aperto a tutti e a offerta libera sempre nel cortile di Palazzo Cernezzi. I fondi raccolti saranno destinati ai progetti della rete comasca per la grave marginalità.


LE PRIME VISIONI DEL CINEMA ASTRA
Viale Giulio Cesare 3, ore 15.30, 17.20, 19.10 e 21, ingresso a 7 sacchi

Café Society (Usa, 2016, 96 minuti) di Woody Allen con Jeannie Berlin, Steve Carell, Jesse Eisenberg, Blake Lively e Parker Posey
New York, anni Trenta. Bobby Dorfman lascia la bottega del padre e la East Coast per la California, dove lo zio gestisce un’agenzia artistica e i capricci dei divi hollywoodiani. Seccato dall’irruzione del nipote e convinto della sua inettitudine, dopo averlo a lungo rinviato, lo riceve e lo assume come fattorino. Bobby, perduto a Beverly Hills e con la testa a New York, la ritrova davanti al sorriso di Vonnie, segretaria (e amante) dello zio. Per lui è subito amore, per lei no ma il tempo e il destino danno ragione al sentimento di Bobby che le propone di sposarlo e di traslocare con lui a New York. Ma il vento fa (di nuovo) il suo giro e Vonnie decide altrimenti. Rientrato nella sola città in cui riesce a pensarsi, Bobby dirige con charme il Café Society, night club sofisticato che diventa il punto di incontro del mondo che conta. Sposato, padre e uomo di successo, anni dopo riceve a sorpresa la visita di Vonnie. Con lo champagne, Bobby (ri)apre il cuore e si (ri)apre al dolce delirio dell’amore.
http://www.cinecircolo.it


SABATO IN MUSICA
Auditorium del Conservatorio, via Cadorna 4, ore 17, ingresso libero con ritiro dei tagliandi per l’assegnazione dei posti
cons

Chanson litteraire et chanson musical: Gruppo Musicale Concentus Vocum per la direzione di Michelangelo Gabbrielli. Musiche di Debussy, Ravel, Hindemith.
http://www.conservatoriocomo.it/


ASPETTANDO NOIR IN FESTIVAL
Canottieri Lario, viale Puecher 6, ore 18, ingresso libero

Biondillo anticipa Noir in festival con un omaggio a Sant’Elia


STAGIONE NOTTE
Teatro Sociale, piazza Verdi 1, ore 20.30, biglietti a 27 sacchi (platea e palchi), 19 sacchi (IV galleria, parapetto), 17 sacchi (V galleria, parapetto), 15 sacchi (IV galleria, ranghi) e a 13 sacchi (V galleria, ranghi).

Raccontando il Sogno di Shakespeare


LE PRIME VISIONI DELLO SPAZIO GLORIA
Via Varesina 72, ore 21, biglietti a 7 sacchi

Qualcosa di nuovo (Italia, 2016, 93 minuti) di Cristina Comencini con Paola Cortellesi, Micaela Ramazzotti, Eduardo Valdarnini e Eleonora Danco
Lucia e Maria sono amiche fin dal liceo, ma non potrebbero essere più diverse: Lucia è esigente e rigorosa o, come direbbe Maria, “gufa e spadona”; Maria si descrive come “morbida, positiva e vibrante” o, come direbbe Lucia,”un po’ mignotta”. Anche il loro rapporto con gli uomini è diametralmente opposto: Lucia, scottata da un matrimonio infelice, ha elevato un muro ed è diventata una “donna di nessuno”; Maria invece è una “donna di tutti” che colleziona avventure occasionali con partner improbabili alla segreta ricerca dell’uomo giusto. A scompigliare le carte arriva Luca, amante di una notte di Maria, 19 anni e una fame inesauribile di sesso e di esperienza di vita. Le due amiche finiranno per contenderselo, non secondo le trite dinamiche della competizione “femminile”, ma secondo un percorso di ricerca individuale della propria identità.
NdA: ah beh, allora… se è un percorso di ricerca individuale della propria identità…
http://www.spaziogloria.it/


STAGIONE DEL TEATRO SAN TEODORO
Via Corbetta 7, Cantù, ore 21, biglietti a 10 sacchi
http://www.canturino.com/wp-content/uploads/2015/05/concerto-del-1-maggio.jpg2_.jpg
Un uomo in frack: tutto quello che avreste voluto conoscere sulle prove d’orchestra e sul mestiere del direttore. Con l’Orchestra Sinfonica del Lario diretta da Pierangelo Gelmini. Leggende, curiosità, luoghi comuni, vita e mestiere di un direttore d’orchestra. Un viaggio all’interno dello strumento – orchestra in una prospettiva rovesciata che pone il pubblico dalla parte dei musicisti e di fronte al direttore. Il percorso ha inizio prima del concerto, nel bel mezzo della prova musicale che lo precede, con una immersione all’interno di quel laboratorio artigianale e sperimentale, autoritario e democratico al tempo stesso che si chiama Orchestra. Il pubblico partecipa e assiste al lavoro preparatorio che precede l’esecuzione, l’esperienza della cosiddetta “concertazione” di una importante sinfonia verrà vissuta dal pubblico in prima persona e in prima fila. A seguire il ritorno alla normalità: mediante il rovesciamento del piano scenico l’orchestra e il direttore tornano al loro consueto posto e, indossato il frack, il concerto ha inizio nella sua forma tradizionale.
http://www.teatrosanteodoro.it


STAGIONE TEATRALE DI CANZO
Teatro della Società, via Volta 2, Canzo, ore 21, biglietti a 18 sacchi

Marlene D per la stagione teatrale di Canzo


KAMA E DILO ALL’UNAETRENTACINQUECIRCA
Via papa Giovanni XXIII 7, ore 22, ingresso a 3 sacchi

Kama e Dilo, la musica d’autore All’UnaeTrentacinquecirca di Cantù


fuorisacco


FOLK COOPERATOUR A LOCARNO
PalaExpo Fevi, via alla Peschiera, Locarno, ore 20, biglietti a 25,50 sacchi isvizzeri

Van De Sfroos Folk Cooperatour a Locarno

Lascia un commento