Sabato 13 agosto

La settimana InCom
4 1372

ALFRED HITCHCOCK DAY

Buongiorno,
ho fatto un salto in Svizzera, ieri. Io. Roba da non farci caso: non c’era coda in dogana. Non mi ha controllato nessuno, nessuno mi ha chiesto nulla. Ho fatto i miei comodi (ovvero sono andato ad assistere a un concerto) e son poi tornato indietro altrettanto indisturbato. Come tante altre volte. Nel farlo sono passato davanti alla stazione di Chiasso: calma piatta, come in un qualsiasi giorno. Non mi ero mai sentito particolarmente fortunato nel poter andare e venire dalla Confederazione Elvetica. Finora.

518_001

Un brano acconcio a chi questa fortuna non ce l’ha:


INCONTRO CON PIERFRANCO NEGRI
Nevera, Caglio, ore 17, ingresso libero
http://lombardia.italiadascoprire.net/wp-content/uploads/sites/25/visitare-bellagio1.jpg
Incontro con Pierfranco Negri e anteprima del suo nuovo libro Dieci anni a Bellagio 1936-1946, con Pro Caglio e Libreria Torriani.


FIRMAMENTO MUSICALE
Cattedrale, piazza Duomo, ore 21, ingresso libero
firmamento
Concerto dell’ensemble Melpomene: Hiroko Ito (soprano), Marika Fraquelli (flauto), Motoko Tanaka (arpa) e Andrea Schiavio (organo). Musiche di Tournier, Fauré, Rachmaninov, Lux, Vavilov, Gluck e Bossi.
http://www.cattedraledicomo.it/


ZELBIO CULT
Teatro comunale, piazza della Rimembranza, Zelbio, ore 21, ingresso libero

Marianna De Micheli a Zelbio Cult


CANTUGHEDER
Parco di Villa Calvi, via Roma 8, Cantù, ingresso libero
https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/t31.0-8/13925478_1569024066732199_7504989612957626215_o.jpg
Aspettando ferragosto con un festivalino bello rock and roll con tre band del territorio. On stage Hobos///, Jabba, Blaze e George Herald.
https://www.facebook.com/events/1025188594195862/


http://www.vololiberoedizioni.it/wp-content/uploads/2014/12/logoCollana_fuorisacco.jpg


HAWAIIAN PARTY A DESIO
Parco Tittoni, via Lampugnani 66, ore 21.30, ingresso libero
http://www.parcotittoni.it/img/hawaiian-party-tittoni.jpg
Hawaiian party con il rockabilly degli Hound Dog Rockers e il dj sett di Matt, bassista dei canturini Wavers, grande band di surf’n’roll. Inoltre collane hawaiiane per tutti e cocktail a tema a partire dalle 19.30.
http://www.parcotittoni.it/

4 commenti

13 agosto 2016 alle 12:16

Caro Alessio quando ero piccolo-60/65 anni fa- vivevo a Milano in un” monolocale” in case di ringhiera di porta ticinese con i miei genitori e mio fratello nonchè il mio amato Fufi gatto soriano: i miei vicini di casa erano per la maggior parte costituiti da famiglie povere ,molto povere immigrate dal Veneto,Sicilia ,Calabria ecc. e ricordo che il nostro dirimpettaio è stato incarcerato con l’accusa di” ladro di biciclette”. Nonostante questo contesto desolante da dopoguerra non ricordo episodi squallidi di gente bivaccante e nullafacente per le strade, tantomeno associazioni caritatevoli e o cittadini più fortunati che ci rifocillavano,ripulivano e quantaltro-tipo contributi in denaro.Pertanto sono spiacente ma declino il tuo invito “umanitario” e ti saluto caramente

Alessio Brunialti
Alessio Brunialti
13 agosto 2016 alle 15:37

Pertanto siccome più di mezzo secolo fa non ricordi che nessuno aiutasse gli indigenti e questi non bivaccavano e non nullafacevano per le strade, oggi noi dobbiamo lasciare 500 persone a morire di fame in terra.
Non ricordi episodi squallidi di gente bivaccante e nullafacente per le strade perché associazioni caritatevoli che non ricordi come i Martinitt, le Stelline, la Baggina davano loro ricovero. Nel comasco sono circa 700 gli indigenti (PRIMA GLI ITALIANI!!! poi comunque ci sono anche gli altri) assistiti sempre nelle varie mense della Caritas e delle altre associazioni, con i responsabili che urlano ai quattro venti, inascoltati, che questa nuova situazione è andata ad aggiungersi, ma non va a discapito, perché al sopraggiungere dell’emergenza ha corrisposto un aumento delle offerte.
Ma io ho una stupida visione romantica che chi ha conosciuto la difficoltà voglia adoperarsi perché altre persone, quali che esse siano senza guardare provenienza e colore, non debbano mai patire, invece di covare un rancore capace di superare il passaggio dei millenni…

13 agosto 2016 alle 16:21

oltrettutto il signore, seppur monolocale, aveva una casa…

13 agosto 2016 alle 16:58

noi che andiamo in palla se restiamo senza acqua calda
o si scarica la batteria dell’auto , noi che abbiamo paura di poche centinaia di persone disarmata e nullatenenti, dovvremmo avere rispetto per la dignita e il coraggio con cui loro affrontano situazioni davvero da incubo

Lascia un commento