Mercoledì 27 luglio

La settimana InCom
0 1883

PINA BAUSCH DAY

Buongiorno,
vi è mai capitato di restare bloccati in aeroporto o in stazione? Per un bello scioperino che vi ha colto di sorpresa, per un guasto tecnico, per cause naturali? Fastidioso, nevvero? E quanto ve la prendete se, mentre siete lì, nessuno vi spiega niente, nessuno sa dirvi quando parte il prossimo, che fine hanno fatto i vostri bagagli? Uno si incazza davvero di brutto. Tra l’altro c’è sempre almeno un pirla che arriva lì e ti dice: «Eh, ma chi ve l’ha fatto fare di partire?». Ma cosa ne sa lui, cosa ne sa?
Poi viene fuori che, insomma, è meglio se vi sistemate lì perché non erano attrezzati per l’emergenza e quindi non hanno posti liberi negli alberghi vicini. Insomma, vi tocca dormire lì, alla bell’e meglio (forse alla male & peggio) sulle sedie che ci sono (belle, ergonomiche, seduta anatomica, scomodissime per sdraiarcisi sopra) oppure in terra e, si sa, non è che quei luoghi di passaggio siano mai perfettamente puliti.
Il giorno dopo arrivano a darvi, forse, delle brioche e un po’ di caffè, ma non è che vi passa l’incazzatura perché non potete andare dove volete e dovete («E comunque, avevo detto macchiato. La brioche non c’è con la crema? Questa è con la marmellata!»). Se state partendo, poi, pensate a tutti i soldi spesi: e se adesso salta tutto?
Unico contatto con il mondo, il telefonino, ma quanto vi incazzate quando viene fuori che non c’è una presa per caricarlo? Alla fine tutto si risolve: arrivate a destinazione, rilasciate dichiarazioni furibonde alle tv che vi accolgono («Come bestie, guardi: ci hanno trattato come bestie», «Mia figlia piccola doveva andare in bagno e una mi ha detto: signora, si arrangi, io non so cosa dirle», «Sì, sono stati gentili, ci hanno anche dato da mangiare, e vorrei anche vedere»).
Insomma, a meno che non vi abbia educato David Niven o qualche altro maestro di stile in un austero college dell’entroterra inglese (esotico territorio extraeuropeo), non è che state proprio lì a genuflettervi: prevalgono la stanchezza, la rabbia, l’incazzatura. Giusto? Giusto. Poi la situazione si sblocca – perché a voi poi si sblocca – e scatta una bella class action così potete smutandare la compagnia aerea o quella ferroviaria, l’agenzia di viaggio, il dio delle nevi, chiunque possa pagare il fio della colpa del vostro momentaneo disguido.
Prima o poi arriverete a casa, che non è stata bombardata, il cibo è nei negozi, i Bancomat danno contanti, il lavoro c’è, la guerra no, la leptospirosi è un ricordo del passato, come il tetano, e con una bella aspirina passa tutto. E potete scrivere tutto quello che volete, anche le cazzate più atroci, su Facebook, tanto nessuno verrà mai a cercarvi e a portarvi via per quello che avete scritto: al massimo battibeccherete con qualche amico virtuale.
Venite alla stazione di Como San Giovanni stasera, va. Venite.

http://blogs-images.forbes.com/tedrall/files/2015/09/0918_airport-delay-2-1940x1275.jpg

Un brano acconcio a chi percorre una strada verso il nulla:


MUSICA PER I MIGRANTI A SAN GIOVANNI
Scalinata della Stazione di San Giovanni, piazzale Tokamachi, ore 21

Musica solidale per i migranti a San Giovanni


THAT’S ME
Piazza Volta, ore 21.30, gratuito (annullato in caso di pioggia)

Lelecomplici chiude That’s me


FESTIVAL DI BELLAGIO E DEL LAGO DI COMO
Chiesa di Santa Maria degli Angeli (Villa Amalia), piazza San Giovanni Battista della Salle 2, Crevenna di Erba, ore 21, ingresso libero

festival-di-bellagio-e-del-lago-di-como

Concerto della Zoltan Kodaly World Youth Orchestra diretta da Tamás Vásáry. In programma pagine di Brahms.
http://www.bellagiofestival.com


MUSICA NEI CORTILI
Via Unione, Lomazzo, ore 21, ingresso libero
http://static.wixstatic.com/media/0866d6_eba84742b0f64f0888a5a5cfafc2bd63~mv2_d_1984_2806_s_2.jpg/v1/fit/w_700,h_2000,al_c,q_85/image.jpg
Laura Garavaglia legge le sue poesie tratte dal libro Numeri e stelle accompagnata dal concerto per pianoforte a quattro mani di Tatiana Balocco e Giulia Gangi. Musiche di Piazzolla, Brahms e Schubert.
NdA: molto Brahms in giro, stasera…


RIFLESSI D’ARTE
Cineteatro, via Lusardi 53, Menaggio, ore 21
http://www.eventiesagre.it/images/upload/image/2012/culturali/lombardia/luglio/riflessi_d_arte_10_07-14_09_lc_co.jpeg
Concerto del trio di Palma Di Gaetano (flauto), Giordano Muolo (clarinetto) e Danilo Panico (pianoforte). Musiche di Georges Bizet e Camille Saint-Saëns.


LAKE COMO FILM FESTIVAL 2016
Arena del Teatro Sociale, via Bellini, ore 21.30, biglietti a 8 euro (in caso di maltempo, proiezione all’interno del teatro)

The dressmaker a sorpresa per il Lake Como Film Festival


35MM SOTTO IL CIELO
Piazza Martinelli, ore 21.30, ingresso a 7 sacchi (in caso di maltempo, proiezione rimandata a domani sera)

Dobbiamo parlare 35mm sotto il cielo


MARCO CARTA AL FESTIVAL CITTÀ DI CERNOBBIO
Villa Erba, largo Visconti 1, ore 21.30, biglietti a 20,80 sacchi posto unico in piedi

Marco Carta star del Festival città di Cernobbio


http://www.vololiberoedizioni.it/wp-content/uploads/2014/12/logoCollana_fuorisacco.jpg


VIOLONS BARBARES AL TITTONI
Via Lampugnani 66, Desio, ore 21.30, ingresso a 10 sacchi
http://www.parcotittoni.it/img/violons-barbares.jpg
Suoni Mobili 2016 porta al Tittoni un power-trio che ha fatto tesoro delle sue tradizioni musicali inventandosi un suono unico che mette insieme il morin khuur e il canto diplofonico mongolo con la gadulka bulgara e con ogni genere di percussioni. Aprono il concerto Roberto Zanisie e Fabien Guyot.
http://www.parcotittoni.it/

Lascia un commento