Mercoledì 19 ottobre

La settimana InCom
0 1022

VINÍCIUS DE MORAES DAY

Buongiorno,
Vinícius De Moraes era un poeta (che scriveva testi per canzoni e nessuno ha mai messo in dubbio che restasse, comunque, un poeta) (chissà poi perché bisogna ragionare per compartimenti stagni) (Palahniuk ha scritto il seguito di Fight club direttamente a fumetti: andiamo a stracciargli il patentino da scrittore?) (ho scritto Palahniuk giusto senza controllare: adesso che ho controllato, ho vinto qualche cosa?). Comunque, Vinicius era un poeta, uno che un giorno vide passare una ragazza bellissima sulla spiaggia di Ipamema e invece di fischiarle dietro gridando epiteti più o meno scomposti, ci scrisse una poesia / canzone / quel che l’è di una bellezza unica, tale da oltrepassare cinque decenni senza mai passare di moda, finendo in bocca a tutti, da Frank Sinatra all’orrenda versione sambetta strumentale delle suoneria d’attesa dei centralini aziendali o nella diffusione degli ascensori. E la ragazza, la garota del brano, che si chiama Helô (Heloísa Eneida Menezes Paes Pinto, oggi splendida ultrasettantenne) è diventata immortale, come Marianne Ihlen cui Leonard Cohen (che aveva scritto libri e poesie prima di decidere che era un cantautore, senza smettere di scrivere poesie anche dopo e allora tanti han detto che il Nobel se lo meritava di più lui) dedicò direttamente So long, Marianne e indirettamente decine di altre canzoni (poesie… quel che l’è), per non parlare di Suzanne Verdal. Donald Trump, invece, vede una donna e l’ultima cosa che gli passa per la testa è scrivere una poesia (anche se, a suo modo, fa storia pure lui). Alla fine, è quella differenza che fa il poeta.

http://s2.glbimg.com/o6q4oZu7sFHz_wCe-N8jSMLc_PM=/s.glbimg.com/jo/g1/f/original/2015/01/30/heloevini.jpg

Il brano (canzone, poesia, quel che l’è) acconcio al poeta:


MINIARTEXTIL 2016. TO WEAVE DREAMS
Spazio Ratti, largo Spallino 1, dalle 11 alle 19, biglietti a 7 sacchi / Villa Bernasconi, via Regina, Cernobbio, ore 19

Miniartextil sale in cattedra alla Sorbona


INCONTRI DELL’UNIVERSITÀ POPOLARE
Pinacoteca civica, via Diaz 84, ore 15.30, ingresso libero
http://www.corrieredicomo.it/wp-content/uploads/2015/01/1carloni.jpg
A conclusione del ciclo dedicato a Diego Francesco Carloni, famoso e geniale scultore intelvese, questo pomeriggio Ernesto Palmieri terrà la relazione La mirabile maturità.


LXIII CINEFORUM
Cinema Astra, viale Giulio Cesare 3, ore 15.30 e 21, ingresso con tessera
lgp_3971_hd-valletoux
Benvenuti… ma non troppo (Francia, 2015, 106 minuti) di Alexandra Leclère con Karin Viard, Didier Bourdon, Valérie Bonneton, Michel Vuillermoz e Josiane Balasko
A Parigi tira aria di tempesta e di sinistra. Durante un inverno particolarmente rigoroso, il governo francese firma un decreto che obbliga i proprietari di case con più di cento metri quadrati a ospitare precari e senza tetto per svernare la stagione. In un immobile del VI arrondissement, una famiglia di destra e una coppia bobo di sinistra non gradiscono. Dopo tentativi falliti di resistenza, cedono all’inevitabile e ‘vincono’ un ospite a testa. Ma è soltanto l’inizio. Tra meschinità e altruismo, villania e cortesia il condominio implode sotto lo sguardo scontroso di una portinaia fascista e riconoscente per i suoi venticinque metri quadri.
NdA: faccio sommessamente notare che il titolo originale sarebbe Le grand partage (ovvero la grande compartecipazione), ma ormai si mette benvenuti a tutto…
http://www.cinecircolo.it/


LETTI DA NOI
La Feltrinelli, via Cesare Cantù 17, ore 17, ingresso libero
https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/14440854_1133390693392867_3112055858901281824_n.jpg?oh=c43f4ea6f86840a80098b2e4b5c2d7d8&oe=58ACC453
Dalla Biblioteca della scuola ai luoghi della città, i classici di ogni tempo riletti dagli studenti del Liceo Ciceri. Questa settimana Elena Rizzato e Paola Novati, classe 5UA presentano Uno, nessuno e centomila di Pirandello; Matteo Onate e Corinne D’Aloe, classe 5UA presentano Narciso e Boccadoro di Hesse.


CAFFÈ LETTERARIO
Osteria del Gallo, via Vitani 16, ore 17.30, ingresso libero
http://www.minformo.it/wp-content/uploads/2013/11/riscaldamento-globale.jpg
Il dottor Michele Marciano, già Presidente di Lega Ambiente, parlerà di Riscaldamento climatico, desertificazione e migrazione di popoli.


INCONTRO CON DANIELA MASCHERONI E GRAZIELLA MOSCHINO
Libreria Ubik, piazza San Fedele 32, ore 18, ingresso libero
http://www.sannicandro.org/data/news/big_logoconflictresolutionday.jpg
Aspettando la giornata nazionale della mediazione familiare, incontrio con Daniela Mascheroni, pedagogista e mediatore familiare, e Graziella Moschino, conflict manager, mediatrice civile e familiare, consigliere Regionale Aimef. Nell’occasione saranno letti brani tratti da Io non mi separo di Beatrice Masini e Monica Zani.


INCONTRI AL CONSERVATORIO
Sala dell’Organo del Conservatorio, via Cadorna 4 ore 18.30

http://www.koethen-anhalt.de/media/bilder/persoenlichkeiten/historische/tn800x800_johann-sebastian-bach-bueste-1.jpg
Le strategie di ascolto della musica
con la guida di Enrico Viccardi. Incontro aperto al pubblico e agli studenti del Conservatorio di Como. Oggi la seconda parte di Bach, l’ascolto infinito.
http://www.conservatoriocomo.it/


CONFERENZA DI GIAN PAOLO BARBETTA
Biblioteca comunale, piazzetta Lucati 1, ore 20.45, ingresso libero
https://i.ytimg.com/vi/Le5bc5fuxdU/maxresdefault.jpg
Fare il bene oggi. Il terzo settore in Italia: opportunità, sfide e pericoli nella società odierna. Nel contesto di un ciclo di incontri organizzato dalla Fondazione provinciale della comunità Comasca sul tema del valore del terzo settore e delle sue prospettive, la Biblioteca comunale di Como ospita una conferenza di Gian Paolo Barbetta, docente dell’Università Cattolica di Milano. Quello attuale è sicuramente uno dei momenti più delicati mai attraversati dal mondo non profit. Ma come la storia insegna, ogni fase critica è anche un’opportunità: sollecita domande e riflessioni indispensabili per un’energica ripartenza. Per rimettersi in gioco occorre però la disponibilità a ripensarsi, a recuperare motivazioni e slanci che le consuetudini quotidiane a volte appannano o persino cancellano. Al di là di ogni pigra consuetudine, in un percorso avventuroso quanto appassionante, il nuovo ‘imperativo è cambiare passo. Ma come? in quale direzione? a che prezzo? e con quali prospettive di successo? Le risposte possono essere trovate solo in una ricerca condivisa.


I CLASSICI DEL TEATRO INGLESE AL CINEMA
Spazio Gloria, via Varesina 72, ore 21, biglietti a 10 sacchi
Uci Cinemas, via Leopardi 1, Montano Lucini, ore 21, biglietti a 11 sacchi

Lascia un commento