Martedì 5 dicembre

La settimana InCom
0 1004

FRITZ LANG DAY

Buongiorno,
per il consiglio natalizio n. 5 mi piace rispolverare un classico del fumetto. E mi piace farlo perché a rispolverarlo, per primo, è stato un editore, 001, che ha già fatto un’opera meritoria ristampando pressoché tutte le storie de L’eternauta, un’opera che andrebbe annoverata tra i caposaldi della letteratura fantascientifica (ma anche politica) (anzi, soprattutto politica) contemporanea, se non si facesse, in questo modo, torto al suo essere orgogliosamente fumetto. E fumetto, sempre fantascientifico, era anche Jeff Hawke, creato dal britannico Sydney Jordan nel 1954 e portato avanti da quell’unico autore – con il fondamentale apporto di William Patterson per le sceneggiature in quello che è considerato il periodo d’oro – fino al 1974 per un totale di 6493 strisce. Giusto in tempo per Natale, ecco un primo imponente volume che allinea quelle da H1 a H1939 (525 pagine, 45 sacchi). Non conosco il piano dell’opera, ma, calcolatrice alla mano, ci vorranno circa 3 volumi per arrivare alla conclusione (ma potrebbero diventare 5, arrivando alla 8865, una continuazione mai ufficialmente pubblicata in Gran Bretagna, magari inserendo anche le strisce successive di Lance McLain, nato dopo la fine di Hawke, che, però, ricomparve verso la fine per ovviare all’insuccesso della nuova serie e la storia “italiana” realizzata apposta per Corto Maltese trent’anni fa). Cos’ha di speciale Hawke? A me è sempre piaciuta quell’idea di fantascienza quotidiana per cui terrestri e extraterrestri effettuano una convivenza all’ordine del giorno che ha anticipato Dr. Who, Star trek e anche Star wars e Spazio 1999 (tutti hanno ripreso da lui che, a sua volta, aveva come modello, abbastanza ovvio, Flash Gordon, basta vedere la fisionomia del protagonista, da cui si è presto distaccato). Per i collezionisti è un sogno, per gli appassionati è un dovere e per chi non ha la minima idea di che cosa io abbia parlato fin qui, può essere una piacevolissima scoperta.

Un brano acconcio alla fantascienza, quella di Jordan e anche quella pionieristica di Fritz Lang:


IL DEDALO DELL’IO
Spazio Parini, via Parini 6, dalle 12.30 alle 19, ingresso libero

Il dedalo dell’Io in mostra allo Spazio Parini


INCONTRI DELL’UNIVERSITÀ POPOLARE
Istituto Carducci, via Cavallotti 7, ore 15.30, ingresso libero

Famiglia, corpo, medicina. Medioevo: la storia poco narrata della donna e dell’infanzia. Un ciclo dedicato a scoprire la vita quotidiana delle persone comuni, quella che sarebbe stata la nostra se fossimo vissuti in altre epoche e in altri contesti, condotto da Rosanna Di Marco Liberi. L’incontro di questo pomeriggio avrà come tema La casa, la donna, il cibo, i vestiti nella società medioevale.


L’ARTE A COMO ALL’EPOCA DI FRANCESCO PASQUALE RICCI
Sala Barelli del Museo archeologico Paolo Giovio, piazza Medaglie d’Oro 1, ore 17.30, ingresso libero

Conferenza di Alberto Rovi. Quest’anno ricorrono i duecento anni della morte di Francesco Pasquale Ricci (Como 1732 – 1817). Compositore e organista fu maestro di Cappella del Duomo di Como e soggiornò in diverse corti europee risiedendo per quasi quindici anni in Olanda come Direttore di musica presso la Cappella Reale dell’Aia. Svolse un’intensa attività concertistica e didattica che lo portò a scrivere insieme a Johann Christian Bach il primo metodo per fortepiano pubblicato a Parigi nel 1786. Al Museo Giovio si conserva il fortepiano di Ricci, esposto nella Sala Barelli, dove si terrà la conferenza.


STAGIONE NOTTE
Teatro Sociale, piazza Verdi 1, ore 20.30, biglietti a 20 sacchi (anteprima alle 18.30, ingresso libero)

Al Sociale la famiglia speciale di Geppetto e Geppetto


STAGIONE MUSICALE DEL CARDUCCI
Sala Musa, Viale Cavallotti 7, ore 20.30

Speck & Zola al Carducci con Mauri & Braga


DOMINAE NOCTURNAE ET DEMONES
Spazio Antonio Ratti, largo Spallino 1, ore 20.30, ingresso libero

Le streghe son tornate, allo Spazio Ratti


INCONTRO CON GIUSEPPE GUIN
Pinacoteca Civica, via Diaz 84, ore 21, ingresso libero

Presentazione del libro di Giuseppe Guin I jeans sotto la tonaca (Alessandro Dominioni Editore). Intervengono Mauro Magatti, sociologo, editorialista, docente all’Università Cattolica di Milano, e Marco Mazzone, presidente della Cdo di Como e Sondrio, autore della postfazione. Conduce la giornalista Elena Tambini.


INCONTRO CON SILVANO TREVISANI
Auditorium della Biblioteca, via Funicolare 16, Brunate, ore 21, ingresso libero

Presentazione del libro di Silvano Trevisani Michele Pierri e Alda Merini: cronaca di un amore sconosciuto. Un libro che ricostruisce, attraverso testimonianze, lettere e documenti, una parte importante della vita della poetessa. L’autore dialoga con Pietro Berra, introduce Violetta Bedendo. In collaborazione con il Premio internazionale di letteratura Alda Merini e con il Comune di Brunate.


CINEMA DI QUALITÀ
Lux, via Manzoni 8, Cantù, ore 21.15, biglietti a 5 sacchi

L’inganno della Coppola per il Cinema di qualità


TUTTI I FILM AL CINEMA

https://s-media-cache-ak0.pinimg.com/736x/16/27/4b/16274bdf3592367483accc8decdbf167.jpg
Potete trovare tutti i film in programmazione in tutte le sale a questo link:
http://www.laprovinciadicomo.it/cinema/films/

Lascia un commento