Martedì 27 giugno

La settimana InCom
0 1191

ISABELLE ADJANI DAY

Buongiorno,
certo che non c’è come le elezioni per estrarre tutto l’infantilismo del mondo. Ieri m’è sembrato di essere prigioniero di un asilo globale.
quelli che minacciano di lasciare la città, la regione, l’Italia, il mondo, il quadrante Alpha dell’universo conosciuto
quelli che, pur avendo perso, ma perso (ma proprio perso) (cioè, non c’è dubbio alcuno), ti fermano apposta per spiegarti che hanno, in realtà, vinto, con la stessa foga che impiegherebbe uno per rispondere giorni dopo, alla frase sferzante che gli ha rivolto un rivale davanti a tutti tempo prima
quelli che rivendicano con voluttà il loro diritto al «me ne frego» (non è, di per sé, una mezza dichiarazione di voto?)
quelli che se non ci fosse stato lui, se gli altri non avessero fatto così, se avessero chiesto a me (perché, PERCHÉ non l’hanno chiesto a lui???), se teniamo conto di quelli, se non teniamo conto degli altri, allora sì, allora davvero le cose sarebbero andate diversamente
quelli che se non ci fosse codesto sistema elettorale, allora avrebbero vinto
quelli che adesso sì che le cose torneranno ad andare per il verso giusto
quelli che adesso ve lo spiego io
quelli che fatece largo che passamo noi
quelli che sì, ma il vero tema è un altro (segue tema che era effettivamente sfuggito a tutti, ma ci sarà un perché)
quelli che non pensano che ora tocca a loro, ma non per raddrizzare una città che non ha alcun bisogno di essere raddrizzata, ma guidata, possibilmente rassegnandosi al fatto che rappresentare tutti (specie se non si è stati votati da quasi nessuno) significa saper usare l’arte del compromesso con estrema oculatezza per non passare un lustro all’opposizione della maggioranza dei propri concittadini
quelli che non pensano di avere cinque anni di tempo per proporre un’alternativa valida, effettivamente votabile senza se e senza ma, per presentarsi a testa alta, senza rimorsi, invece di sprecare le ore nei se avessero, se fossimo, quantunque…

Un brano acconcio ai rimorsi:


LAKE COMO FILM FESTIVAL
Università dell’Insubria, Sant’Abbondio, via Sant’Abbondio 12, ore 16 e 21.30, ingresso libero (in caso di maltempo nell’Aula magna dell’Università dell’Insubria)

In Sri Lanka con il Lake Como Film Festival


TUTTI I FILM AL CINEMA

https://s-media-cache-ak0.pinimg.com/736x/16/27/4b/16274bdf3592367483accc8decdbf167.jpg

Potete trovare tutti i film in programmazione in tutte le sale a questo link:
http://www.laprovinciadicomo.it/cinema/films/



DEPECHE MODE A SAN SIRO
Stadio Meazza, piazzale Moratti 1, ore 21, ultimi biglietti disponibili per il terzo anello a 41,40 sacchi

Lo Spirit dei Depeche Mode a San Siro


DEEP PURPLE AD ASSAGO
Forum, via di Vittorio 6, ore 20, biglietti da 71,30 a 51,75 sacchi

Il lungo addio dei Deep Purple ad Assago

Lascia un commento