Martedì 22 novembre

La settimana InCom
0 879

TERRY GILLIAM DAY

Buongiorno,
nel piano dei primi 100 giorni di Trump non c’è il muro con il Messico (che, comunque, prenderà un discreto tempo di costruzione coast to coast), ma arriverà. E quelli che non riconoscono Trump come presidente vogliono emigrare in Canada. E il Canada costruirà un muro. Anzi due (ne serve uno anche per l’Alaska) per arginare gli Americani del Sud (del Sud del Nord). A quel punto salperanno alla volta del Vecchio continente. Occorrerà mettere un muro per mettere al sicuro l’Europa. Un muro in mezzo all’Atlantico. I potrebbe anche farlo a L, cosicché entri attraverso le Colonne d’Ercole, percorra il Mediterraneo separando il Nord dal Sud, l’Europa dall’Africa definitivamente. A quel punto potremmo fare il ponte sullo stretto, ma po come arginare il flusso di siciliani verso Nord? Semplice: basta costruire un muro in mezzo al ponte sullo stretto. Un altro meraviglioso muro.

donald-trump-wants-to-make-mexico-pay-for-a-wall-writes-proposal-on-it-vgtrn-body-image-1459870127-size_1000

Un brano acconcio al meraviglioso muro:


INCONTRI DELL’UNIVERSITÀ POPOLARE
Istituto Carducci, viale Cavallotti 7, ore 15.30, ingresso libero
http://galleria.riza.it/medias/1/uid_14eb9eb6f3a.650.340.jpg
Prende il via il ciclo Omeopatia. Introduzione a questo metodo terapeutico, condotto da Benvenuto Barelli. L’incontro di questo pomeriggio è Breve storia dell’omeopatia. Questa medicina è attualmente utilizzata da più di 300 milioni di persone nel mondo e continua ad avere ogni giorno più seguito.


LXIII CINEFORUM
Astra, viale Giulio Cesare 3, ore 15.30 e 21, ingresso con tessera
Corpo estraneo (Polonia / Italia / Russia, 2014, 117 minuti) di Krzysztof Zanussi con Riccardo Leonelli, Agnieszka Grochowska, Agata Buzek e Weronika Rosati

Angelo, un giovane e affascinante italiano, si reca a Varsavia per seguire la donna che ama, Kasia, intenzionata invece a farsi suora. Qui, inizia a lavorare presso un’azienda di energia elettrica guidata da Krys, una donna emancipata e ambiziosa, su cui ricadono però le conseguenze di un’indagine giornalistica che smaschera gli orrori commessi dalla madre adottiva, un ex alto funzionario che durante il periodo comunista ha commesso atrocità contro i nemici del regime. Il rapporto tra Angelo e Krys comincia a deteriorarsi quando lui rifiuta le avance della donna, decidendo anche di aiutare il giovane polacco Adam, alla ricerca di soldi per le spese del padre malato. La situazione crolla dopo che, partito per un viaggio di lavoro in Russia con Kris e la collega Mira, Angelo viene arrestato per essere stato colto in un tentativo di corruzione dei partner russi, di cui in realtà è all’oscuro. Aiutato ad uscire di prigione dallo zio cardinale e dal padre di Kasia, Angelo tenta disperatamente di impedire alla ragazza di prendere i voti.
http://www.cinecircolo.it/


INCONTRO CON ROBERTO BORGHI
La Feltrinelli, via Cesare Cantù 17, ore 18, ingresso libero
base_libro_scacchi0
Presentazione del libro Di cavallo in torre e di torre in cavallo (Carlo Pozzoni Fotoeditore) di Roberto Borghi. L’autore che dialogherà con Milly e Rodolfo Pozzi, collezionisti di scacchi. Per l’occasione saranno in esposizione due scacchiere d’autore realizzate dagli artisti Andrea Branzi e Giò Pomodoro. Nel corso del Novecento gli scacchi hanno affascinato numerosi esponenti della scena artistica internazionale. Da Max Ernst a Rachel Whiteread, da Alexander Calder a Barbara Kruger, superfici a quadri neri e bianchi (e talvolta solo bianchi o solo neri), così come rielaborazioni di cavalli, torri e regine, fanno la loro comparsa in opere che riflettono sul senso del gioco e delle sue regole, sulle dinamiche creative e sulla sfida lanciata dall’arte alle norme che regolano il linguaggio. Esemplare in questo senso è la figura di Marcel Duchamp, alla quale Achille Bonito Oliva ha dedicato nel 1973 un’approfondita mostra intitolata, non a caso, La delicata scacchiera. L’ombra di Duchamp lambisce molti tra gli artisti italiani che si sono confrontati con l’immaginario scacchistico: anche alcuni tra quelli coinvolti in Di cavallo in torre e di torre in cavallo. La maggior parte delle opere raccolte in questo libro, realizzato in seguito a una mostra alla Pinacoteca civica di Como, si richiama però a quella visione enigmatica, metafisica e allo stesso tempo intrigante del gioco degli scacchi propria di un grande, ma poco ricordato, scrittore degli ultimi decenni, Giuseppe Pontiggia.


LA LIBERTÀ DELLE DONNE È LA LIBERTÀ DI TUTTI
Spazio Gloria, via Varesina 72, ore 21

image
Le donne de La comune invitano all’incontro La libertà delle donne è la libertà di tutti contro la violenza sulle donne in vista della manifestazione del 26 novembre a Roma.
http://www.lacomuneonline.it/


CINEMA DI QUALITÀ
Lux, via Manzoni 8, Cantù, ore 21.15, biglietti a 3 sacchi

La vita possibile (Italia, 2016, 100 minuti) di Ivano De Matteo con Margherita Buy, Valeria Golino, Andrea Pittorino, Caterina Shulha e Bruno Todeschini
Anna abbandona la sua abitazione romana insieme al figlio tredicenne Valerio per sfuggire a un marito violento che la tormenta, e che le denunce e le diffide non sono riuscite a tenere a bada. La donna si rifugia a Torino nel microscopico appartamento soppalcato di Carla, attrice teatrale squattrinata ma ricca di entusiasmo, assai generosa nell’accogliere a braccia aperte l’amica in difficoltà. A Torino Anna cerca lavoro e una vita sicura per sé e per suo figlio, ma Valerio patisce la lontananza dal padre e dagli amici romani e cerca di alleviare la propria solitudine accompagnandosi a due stranieri (come lui): una prostituta dell’est che potrebbe essere sua sorella maggiore e un ristoratore francese ex calciatore e, dicono, ex carcerato.
http://www.cinelandia.it/


INCONTRO PER LA PACE
Salone dei convegni, piazza Marconi, Cantù, ore 21
https://gallery.mailchimp.com/41c987d5175e824bbb379912a/images/fde9f587-dbe1-40a4-9072-7e7695529c65.jpg
Incontro per la pace. L’uomo oltre le appartenenze etniche e religiose. Madre Teresa di Calcutta e Abdul Sattar Edhi, una vita dedicata a un messaggio universale. Interverranno alla serata Paolo Branca, professore di lingua e cultura araba dell’Università Cattolica di Milano e responsabile per la Diocesi di Milano dei rapporti con l’Islam; Alessandro Guglielmini, medico canturino che ha svolto e svolge volontariato in India; Shahzad Amir Warraich, giornalista pakistano e capo editore di International News Paper. Nell’occasione verrà presentata la statua lignea Una matita nelle mani di Dio realizzata da Ivano Rota.

Lascia un commento