Martedì 18 ottobre

La settimana InCom
0 851

CHUCK BERRY 90th DAY

Buongiorno,
non gli daranno mai un nobel, ma se il rock’n’roll non dice solo «shama lama ding dong», «be bop a lula» e «tutti frutti» il merito è fondamentalmente di Charles Edward Anderson Chuck Berry. Dopo avere cambiato per sempre il corso della storia della musica, è stato messo fuori combattimento da un arresto e da quando è uscito (roba di 53 anni fa, mica dell’altro ieri) gira il mondo armato solo della sua chitarra esibendosi in concerti che vanno dall’appena accettabile al tremendo. Ma è Chuck Berry. Quando me lo sono ritrovato davanti al termine dell’ennesima performance da amaro in bocca ho realizzato che senza di lui, comunque, niente Beatles né Rolling Stones, niente Dylan (già, niente Dylan), niente rock come lo conosciamo e quindi io non avrei neppure uno scopo nella vita. Grazie Chuck!

chuck-main

Un brano acconcio a questo gigante il quale prima di far arrabbiare i poeti, mandava in bestia i tradizionalisti con sberleffi come questo:


INCONTRI DELL’UNIVERSITÀ POPOLARE
Istituto Carducci, viale Cavallotti 7, ore 15.30, ingresso libero
https://pausacaffeblog.files.wordpress.com/2010/10/chiodini.jpg
Primo appuntamento con il ciclo Nel regno dei funghi: conoscerli e rispettarli. I funghi svolgono una funzione essenziale per la vita sulla terra e grazie al loro adattamento ai vari ambienti riescono a condizionare la vita di numerosi esseri viventi. L’incontro di questo pomeriggio Il ruolo dei funghi nell’ecosistema sarà condotto da Gianni Giana.


LXIII CINEFORUM
Cinema Astra, viale Giulio Cesare 3, ore 15.30 e 21, ingresso con tessera
lgp_3971_hd-valletoux
Benvenuti… ma non troppo (Francia, 2015, 106 minuti) di Alexandra Leclère con Karin Viard, Didier Bourdon, Valérie Bonneton, Michel Vuillermoz e Josiane Balasko
A Parigi tira aria di tempesta e di sinistra. Durante un inverno particolarmente rigoroso, il governo francese firma un decreto che obbliga i proprietari di case con più di cento metri quadrati a ospitare precari e senza tetto per svernare la stagione. In un immobile del VI arrondissement, una famiglia di destra e una coppia bobo di sinistra non gradiscono. Dopo tentativi falliti di resistenza, cedono all’inevitabile e ‘vincono’ un ospite a testa. Ma è soltanto l’inizio. Tra meschinità e altruismo, villania e cortesia il condominio implode sotto lo sguardo scontroso di una portinaia fascista e riconoscente per i suoi venticinque metri quadri.
NdA: faccio sommessamente notare che il titolo originale sarebbe Le grand partage (ovvero la grande compartecipazione), ma ormai si mette benvenuti a tutto…
http://www.cinecircolo.it/


INCONTRO CON MARIA GABRIELLA ANANIA
Libreria Ubik, piazza San Fedele 32, ore 18, ingresso libero
https://z-1-scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/14695607_172251396560019_900397431781065654_n.jpg?oh=768d8cb5759801cced08c5bb5c43aab7&oe=58A4B649
Maria Gabriella Anania presenta Una Favola, la più bella di tutte. Interviene Laura Garavaglia. Nella magica e ovattata atmosfera del Natale, dal dialogo dolcissimo tra una bimba, Nene, e il proprio nonno si tesse la trama di una favola speciale, la favola più bella, una favola capace di far sognare e volare con la fantasia in una dimensione irreale, popolata di elfi, gnomi, folletti e fatine, una favola che ha in sé un’amorevolezza che solo i nonni sanno donare.


I CLASSICI DEL TEATRO INGLESE AL CINEMA
Spazio Gloria, via Varesina 72, ore 21, biglietti a 10 sacchi
Uci Cinemas, via Leopardi 1, Montano Lucini, ore 21, biglietti a 11 sacchi

Il teatro di Branagh al cinema: Il racconto d’inverno

Lascia un commento