Martedì 11 ottobre

La settimana InCom
1 1103

NINETTO DAVOLI DAY

Buongiorno,
vivo in un ben strano mondo. Un mondo dove, contemporaneamente, Milena Gabanelli lascia Report, Pamela Prati lascia il Grande fratello vip e Fabrizio Corona entra e esce dalla gattabuja a porta girevole e fanno notizia nell’ordine esattamente inverso a quello in cui li ho elencati. Un mondo in cui l’Is, in una frazione di secondo, riesce a inimicarsi definitivamente tutti ordinando la strage mondiale dei gatti. Un mondo in cui la scomparsa di un maestro del cinema come Andrzej Wajda passa largamente inosservata, così come la vita. Un mondo dove, si scopre, l’immigrazione oltre a essere un business, genera anche pil, qui e pure all’estero per la gioia di chi si è preso i nostri e ora vorrebbe rimandarli indietro e per lo scorno di chi non vorrebbe quelli che sono arrivati qui (che son poi meno dei nostri che son partiti). Un mondo dove i candidati alla guida del suddetto mondo libero si tirano gatti morti addosso facendo intravvedere un futuro dove la migliore delle ipotesi è la meno peggiore (che non sarà italiano, però è così). Un mondo, per quello che mi riguarda, che ieri avrebbe dovuto fermarsi per celebrare il cinquantesimo della pubblicazione di uno dei più MAIUSCOLI capolavori della musica pop. Ma non lo ha fatto. Ha continuato a essere il nostro stupido, tenero, confuso, arrabattato mondo. It’s a sad beautiful world. It’s a sad beautiful world.

https://67.media.tumblr.com/52a0ef11a0cee8170c3c45162a1a4a4a/tumblr_nzemesoJXg1tn9d64o1_400.jpg

L’ovvio brano acconcio (ovvero uno dei più MAIUSCOLI capolavori della musica pop):


MINIARTEXTIL 2016. TO WEAVE DREAMS
Spazio Ratti, largo Spallino 1, dalle 11 alle 19, biglietti a 7 sacchi / Villa Bernasconi, via Regina, Cernobbio, ore 19

Miniartextil: uno sguardo ravvicinato ai minitessili


LXIII CINEFORUM
Cinema Astra, viale Giulio Cesare 3, ore 15.30 e ore 21, ingresso riservato ai soci con tessera

La canzone del mare (Irlanda / Danimarca / Belgio / Lussemburgo / Francia, 2014, 93 minuti) di Tomm Moore
Saoirse è una bambina particolare, a 6 anni ancora non riesce a parlare e prova una strana e fortissima attrazione per il mare. Vive nella casa sul faro con il papà e il fratello maggiore Ben, spesso imbronciato e antipatico con la sorellina che ritiene responsabile della scomparsa dell’amata madre. La casa sul faro nasconde tanti segreti e oggetti magici, e quando Saoirse scopre due di questi, una conchiglia regalata dalla mamma a Ben per sentire il suono del mare e un vecchio mantello della madre, innesca un magnifico viaggio negli abissi marini tra foche e personaggi fantastici. Scopriamo così che Saoirse è una delle “selkies”, creature magiche che vivono a metà tra terra e mare e che con il proprio canto possono risvegliare le vittime della strega Macha, private di emozioni e trasformate in pietra. Saoirse è la prescelta e con questo suo compito inizia un immaginifico cammino in cui Ben metterà in gioco la propria vita per salvare quella della sorellina.
http://www.cinecircolo.it/


INCONTRI DELL’UNIVERSITÀ POPOLARE
Istituto Carducci, viale Cavallotti 7, ore 15.30, ingresso libero
https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/14441115_629333850581012_6436314545804276975_n.jpg?oh=87bfeb50bc60a9c8a4d538a2f42505d6&oe=58A9018C
Si riaprono i corsi del nuovo anno accademico dell’Università popolare di Como. Questo pomeriggio la presidente Maria Rita Molteni presenterà il programma del primo quadrimestre ricco di nuove proposte.


LE PRIME VISIONI DELLO SPAZIO GLORIA
Via Varesina 72, ore 21, biglietti a 7 sacchi, ingresso riservato ai tesserati Arci

Lo and behold: Herzog racconta Internet

1 commento

11 ottobre 2016 alle 16:16

il mondo corre e sembra non avere piu tempo per le cose che ti stanno vicino o a cuore,ma bisogna rincorrere la celebrità e l’effimero. E’ facile dire no a tutto ed è difficilissimo dire si perchè richiede impegno ed abnegazione.Fermarsi a ragionare a volte si è presi per matti ,tutto è detto con slogan e ripetizioni infinite,difficile ascoltare un ragionamento completo.
Ora smetto perchè non bisogna eccedere neanche con i caratteri scritti ………..BOOO è mai possibile continuare così?
Io non rinuncio alla discussione e spero che tanti altri ricomincino a discernere sulle problematiche che abbiamo di fronte .Ciao grazie degli spunti che ci dai.

Lascia un commento