Lunedì 29 agosto

La settimana InCom
0 1332

INGRID BERGMAN DAY

Buongiorno,
poi un mattino ti svegli e leggi che è allo studio un trattato di libero scambio Usa – Ue che sembra cosa buona e giusta. Poi lo leggi (c’è sta piaga sociale di certa gente che continua a leggere le cose per capirle invece di leggere il post di uno che finge di averle studiate per fare propria la sua cattiva opinione) e non ti convincono più di tanto ‘sti Ttip, a cominciare dalla sigla che fa molto Totip (lo ricordate? Quello con i cavalli abbinati ai vincitori di Sanremo e Toto Cutugno si fece una scuderia di secondi posti). Poi sorgono comitati, associazioni, si organizzano incontri, seminari, tutto il possibile per scongiurare ‘sta sciagura economica, senza troppe speranze e poi… E poi ne discutono con gli ammericani che vanno alle elezioni, tedeschi e francesi idem, nessuno è convinto di ‘sta cosa e non se ne fa nulla. Per un istante tutti quelli che si oppnevano avranno l’inebriante sensazione che basti desiderare una cosa forteforteforte perché si avveri. Magari fosse sempre così.

https://openclipart.org/image/800px/svg_to_png/211105/trojan-horse-ttip.png

Un brano acconcio ai sogni che son desideri (di felicità):


FIERA DEL LIBRO
Piazza Cavour, dalle 15 alle 22.30, ingresso libero

Fiera del libro: un tranquillo lunedì di cultura


DAVIDE VAN DE SFROOS TRA MUSICA E PAROLE
Tennis Club Como, via Cantoni 1, ore 21, biglietti a 20 sacchi

Van De Sfroos al Tennis Como, tra musica e parole


http://www.vololiberoedizioni.it/wp-content/uploads/2014/12/logoCollana_fuorisacco.jpg


CINEMA ALL’APERTO AL PARCO TITTONI
Via Lampugnani 66, Desio, ore 21.30, biglietti a 3 sacchi
http://www.sentieriselvaggi.it/wp-content/uploads/2016/04/luniversale-e1460627879985.jpg
L’universale (Italia, 2015, 88 minuti) di Federico Micali con Francesco Turbanti, Matilda Anna Ingrid Lutz, Claudio Bigagli e Robin Mugnaini
Le vicende di tre amici (Tommaso, Marcello e Alice) vengono rievocate dal primo a partire dall’infanzia. C’è un elemento che li unisce (oltre al fatto di essere fiorentini) ed è una sala cinematografica: l’Universale. Perché quello è il luogo di aggregazione attraverso cui passano le loro e tante altre vite in un’Italia che cambia nel corso dei decenni.
http://www.parcotittoni.it/

Lascia un commento