Lunedì 28 novembre

La settimana InCom
0 964

RANDY NEWMAN DAY

Buongiorno,
dunque, è uscita l’annuale classifica delle città di Italia Oggi. Ci farà sapere che Mantova, dopo averci scippato il riconoscimento di Capitale della cultura (lotta durissssssima) è anche la numero 1 di un elenco di 110 capoluoghi che si chiude con Crotone, poveretta, e anche Siracusa, Napoli e Agrigento, che la precedono, non stanno evidentemente benissimo a qualità della vita. Ma in Lombardia è un’altra cosa. Oltre a Mantova sono altissime Lecco, Sondrio, Lodi, Cremona e Bergamo. E Como? Como è precipitata dal rimarchevole 25° posto dello scorso anno a un più preoccupante 44°. Lecco è 10ª, Sondrio 19ª (e sono entrambe in salita). Molto male, quindi? Beh, no, siamo pur sempre nella colonna di sinistra, l’area retrocessione è ancora lontana. Però… non siamo né carne né pesce: non si vive particolarmente male, ma neppure bene, non siamo proprio da buttare, ma il podio lo vediamo da lontano, né carne né pesce, insomma… noi.

schermata-2016-11-28-alle-05-09-16

Un brano acconcio alla bella città:


NEL PIATTO SI SCONTRANO MAFIA E ANTIMAFIA
Auditorium Don Guanella, via Grossi 18, ore 9.30
http://st.ilfattoquotidiano.it/wp-content/uploads/2015/03/mafia-manifestazione-675.jpg
Intervengono Gianantonio Girelli, presidente della Commissione antimafia di Regione Lombardia; Michelangelo Balistrieri, imprenditore Ittico; Francesco Condoluci, giornalista e scrittore; Laura Radaelli, responsabile dei progetti legalità di Coop Lombardia. Lettura animata Cibo e mafia a cura di Gabriele Penner del Teatro D’Acquadolce. Chiuderà un rinfresco con i prodotti di Libera. Organizzato da Cpl Como, Istituto di storia contemporanea Pier Amato Perretta, Centro studi sociali contro le mafie, Progetto San Francesco, Coop Lombardia, Teatro d’Acquadolce.


ESSAI – RASSEGNA DI CINEMA D’AUTORE
Uci Cinemas, via Leopardi 1, Montano Lucino, ore 18 e ore 21, biglietti a 5 sacchi

Il Daniel Blake di Loach per l’Essai dell’Uci


IO NON SONO QUEL CHE SONO
Teatro Sociale, piazza Verdi 1, ore 20.30
attivamente
Io non sono quel che sono. Da un’idea di Jacopo Boschini. Di e con Jacopo Boschini e Stefano Panzeri. Proiezioni a cura di Piero Borgia. Scenografia di Vittoria Terruzzi. Una produzione Coop AttivaMente Spettacolo. Perchè Otello si dispera nel dichiarare il suo amore per Desdemona propio un attimo prima di soffocarla? Perchè Desdemona non riconosce la minaccia che incombe su di lei e non fugge da Otello? Comprendere i personaggi di Otello significa provare a comprendere noi stessi e riportare al centro il valore che hanno le nostre emozoni nella vita di tutti i giorni. Lo spettacolo è la tappa finale del progetto #Questomostroamore, realizzato da Coop AttivaMente in collaborazione con Control per sensibilizzare teenager sul tema del rispetto di sé e dell’altro nell’amore. Introduce la serata Valerie Moretti.
http://www.coopattivamente.it


I LUNEDÌ DEL CINEMA
Spazio Gloria, via Varesina 72, ore 21, ingresso a 7 sacchi

Ti guardo ai Lunedì del cinema


GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE
Sala Musa dell’Istituto Carducci, viale Cavallotti 7, ore 21, ingresso libero
img_0052-x

In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, il Comune di Como presenta OccidOriente – Terra di mezzo, spettacolo teatrale dell’associazione Teatro in Mostra liberamente ispirato al racconto Il manichino dietro il velo di Sadegh Hedayat. È un testo teatrale che è stato scritto appositamente dall’autore iraniano Hamid Ziarati, attualmente uno degli autori stranieri di punta delle edizioni Einaudi, con la regia di Eleonora Moro. Lo spettacolo racconta con poesia, provando ad andare oltre i luoghi comuni, l’amore/odio tra Oriente e Occidente visti attraverso gli occhi di due donne all’apparenza completamente diverse: una giovane iraniana che vive a Teheran ed un manichino femminile che ha trascorso tutta la sua vita in una vetrina di una città italiana. Due donne legate dall’amore che prova per loro un ragazzo iraniano, studente in Italia. Dunque uno spettacolo che cerca anche di affrontare la difficile situazione della donna in Iran e nei paesi mussulmani ma che tocca anche il tema della multiculturalità e quello più ampio della difficoltà di essere accettati in quanto “diversi”. Che parla delle difficoltà dell’integrazione mostrando i luoghi comuni e gli estremismi di un mondo, quello occidentale, che in questo contesto storico si trova ad essere “invaso”, ma anche gli estremismi dell’altro mondo, quello orientale, che gioca il ruolo “dell’invasore”. Ziarati è partito dal racconto “Il manichino dietro il velo” di Sadegh Hedayat, da molti considerato il Kafka iraniano, per poi plasmarlo sulla personale esperienza di esule politico e trasportarlo così ai giorni nostri, offrendoci uno sguardo profondo sull’Iran di oggi.


INCONTRO CON ALESSANDO ORSINI
Aula magna del Collegio Gallio, via Gallio 1, ore 21, ingresso libero
aleorsini
Terrorismo islamico: la situazione attuale con Alessandro Orsini, direttore dell’Osservatorio sulla sicurezza internazionale della Luiss, dove è professore associato di Sociologia del terrorismo. Continua il ciclo di conferenze organizzate dalla Fondazione Prima Spes Onlus per osservare e interpretare il presente invitando celebri personalità che spieghino le loro riflessioni e il loro punto di vista su argomenti di attualità.


CINEMA DI QUALITÀ
Cinelandia Como, via Paoli 6, ore 21.15, ingresso a 2 sacchi

A Cinelandia il mondo possibile di Domani

Lascia un commento