Lunedì 28 agosto

La settimana InCom
0 1030

STERLING MORRISON DAY

Buongiorno,
su La Provincia in edicola oggi c’è il mio articolo “istituzionale”, ma mi prendo questo spazio (anche perché è mio) per un ricordo personale di Nanni Svampa, perché come tanti intervenuti in queste ore, anche io, incontrandolo, ho conosciuto una persona straordinaria. Non ho vissuto in diretta l’epopea de I Gufi, ma ci fu una reunion, all’inizio degli anni Ottanta, che mi fece conoscere questi quattro buffi omini tutti vestiti di nero con la bombetta (la bombetta, poi, ho deciso di non adottarla nel mio invariabile guardaroba in monocolor). E c’era una loro canzone che adoravo. Ho scoperto dopo che si trattava di un brano antico, dei primi del Novecento, che romanzava una triste e vera vicenda avvenuta negli ambienti della Ligera, che non sapevo cosa fosse. Lo scoprì poi grazie a Leonardo Sciascia e alle sue Cronachette. Lo raccontai a Nanni e poco dopo, come un regalo, iniziò a cantarla. Con me. Io e lui in un ristorante quasi chiuso, solo voci, senza strumenti, come I Gufi (mancavano altre due voci, ma era una questione solo mia, tutta mia). Resta il mio ricordo più incommensurabilmente bello di un artista vero, che dava tutto, spesso ricevendo pochissimo in cambio anche se la standing ovation a Milano, durante l’Expo tour di Van De Sfroos, tributata da un pubblico di tutte le età mentre una furtiva lacrima imperlava i suoi occhi, per un istante sembrò ripagarlo di tutto. Oggi, camminando, me la sono ricanticchiata tutta da solo, incurante dei passanri che, probabilmente, pensavano che fossi matto (tanto lo pensano abitualmente). Da solo perché quel duetto non ci sarà mai più e ora vive solo nei miei ricordi.

Quindi eccolo qui, quel brano acconcio (che, scopro ora, è presente esattamente nella versione che ascoltai la prima volta: lo considero un ultimo regalo):


LXV FIERA DEL LIBRO
Piazza Cavour, dalle 15 alle 22.30, ingresso libero

Apre la 65ª Fiera del libro


INCONTRO CON FRANCESCO GUALA
Sala degli Stemmi di Palazzo Cernezzi, via Vittorio Emanuele II, ore 21, ingresso libero (https://conferenza28agosto.eventbrite.it/)

Uomo economico o cerebrale? L’economia da Adam Smith alla neuroscienza. La teoria della decisione razionale è un mattone fondamentale della teoria economica contemporanea. Pur essendo consapevoli dei suoi limiti — è ovvio che le persone normali non sono in grado di comportarsi sempre in modo razionale — nel passato gli economisti si sono accontentati di questa teoria perché ritenevano impossibile scrutare nella mente degli individui mentre prendono decisioni. Oggi invece questo è diventato possibile, grazie agli sviluppi della psicologia e delle neuroscienze. Scavando nella mente (e nel cervello) di manager, politici, e consumatori, gli economisti hanno potuto studiare i limiti cognitivi che impediscono di comportarci in modo ottimale, ma anche capire come l’intuizione e le emozioni talvolta funzionano meglio del calcolo razionale. La conferenza fa parte de La Fondazione Alessandro Volta incontra, ciclo di incontri pubblici con tema la scienza, la letteratura, l’arte e la musica che la Fondazione desidera offrire alla città ogni anno tra la primavera e l’autunno. Dopo avere studiato filosofia alla London School of Economics (PhD), Francesco Guala ha insegnato per molti anni all’Università di Exeter, Gran Bretagna. Nel 2009 è tornato in Italia grazie al programma per il Rientro dei Cervelli e attualmente è professore associato al dipartimento di Economia dell’Università di Milano. Si occupa prevalentemente di filosofia dell’economia e delle scienze sociali, con un particolare interesse per il metodo sperimentale. Nel 2002 ha vinto l’Inem Prize e l’History of economic analysis award, entrambi per il miglior articolo scritto da un giovane ricercatore nei campi, rispettivamente, della filosofia e della storia dell’economia.


TUTTI I FILM AL CINEMA

https://s-media-cache-ak0.pinimg.com/736x/16/27/4b/16274bdf3592367483accc8decdbf167.jpg

Potete trovare tutti i film in programmazione in tutte le sale a questo link:
http://www.laprovinciadicomo.it/cinema/films/



PRESENTAZIONE DI CONFINE
Ostello Bello Milan Hostel, via Medici 4, Milano, ore 19.30, ingresso libero

Confine, un libro in crowdfunding sulla storia dei migranti a Como


LUNEDÌ CINEMA AL PARCO TITTONI
Via Lampugnani 66, Desio, ore 21.30, ingresso a 3,50 sacchi

Un Tittoni da Oscar (tranne uno): La la land


OMAGGIO A LUCIO BATTISTI
Carroponte, via Granelli 1, Sesto San Giovanni, ore 21.30, ingresso libero

La musica di Lucio Battisti passa da Carroponte per scaldare i cuori ed emozionare il pubblico, grazie al concerto tributo di Fabrizio Pollio. Il cantante degli Io?Drama, interpreta nella notte del parco ex – Breda le canzoni più belle di uno dei cantautori simbolo della musica italiana, morto a soli 55 anni. Una scomparsa prematura che ha lasciato un vuoto enorme, colmabile solo attraverso la bellezza di canzoni eterne come La canzone del sole, Fiori rosa fiori di pesco, Non è Francesca, Emozioni, I giardini di marzo, La collina dei ciliegi, proposte in una spoglia ed energica versione acustica, vestita solo delle atmosfere sonore cucite dal chitarrista Giuseppe Magnelli.
http://www.carroponte.org

Lascia un commento