Lunedì 2 gennaio

La settimana InCom
0 1307

GRAHAM NASH DAY

Buongiorno,
dopo aver passato un anno a seppellire artisti più o meno grandi, ho scoperto che c’è chi riesce a farsi fuori pure da vivo. Per chi se la fosse persa Mariah Carey ha effettuato una delle più clamorose figure di emme della storia dei Capodanni mondiali mentre fingeva di cantare a Times Square a New York. Fasciata da un body carneo – una cosuccia fine, Ferilly style – è riuscita a sbagliare il playback rivelando, più che altro, che non stava cantando davvero. Poi si è lanciata in frasi sconnesse e battute infelici finché non ha lasciato la scena. Scene che mi aspetterei da vecchi rocker impenitenti, di quelli che nel cv mettono almeno due galere e sedici diversi centri per disintossicarsi, non dalla burrosissima interprete di All I want for Christmas. Ma quindi c’è speranza per tutti.

http://cdn-01.independent.ie/incoming/article35333575.ece/8c52d/AUTOCROP/w620/Mariah%202.jpg

Un brano acconcio alla bella esperienzah di Mariah (ho delle riserve sulle immagini, ma, ahimé, quello c’è visualizzabile da tutti):


LE PRIME VISIONI DEL CINEMA ASTRA
Viale Giulio Cesare 3, ore 15.30 e 21, biglietti a 7 sacchi

Florence (Gran Bretagna, 2016, 110 minuti) di Stephen Frears con Meryl Streep, Hugh Grant, Simon Helberg, Rebecca Ferguson e Nina Arianda
New York, 1944. Florence Foster Jenkins è una melomane facoltosa che si crede dotata per il canto. Fiaccata da una malattia che cova dietro le perle e nella penombra della sua stanza, Florence decide di perfezionare il suo talento con un maestro compiacente. Perché marito ed entourage hanno deciso di tacitare la sua mediocrità. Cantare per Florence non è un capriccio ma una terapia che le permette di vivere pienamente, ricacciando i fantasmi. Ma quello che doveva essere un trastullo colto per apprendere il repertorio classico, diventa il desiderio incontenibile di trovare un palcoscenico. Maestro e consorte si prestano al gioco e l’accompagnano, uno al piano, l’altro in attesa dietro le quinte, sulle tavole celebri della Carnegie Hall. Nella speranza che il concerto non volga in fiasco.
NdA: anche a Cinelandia Como alle 15 e alle 22.30 e all’Uci Cinemas di Montano Lucino alle 20 e 22.35…
http://www.cinecircolo.it


LE PRIME VISIONI DELLO SPAZIO GLORIA
Via Varesina 72, ore 21, biglietti a 7 sacchi

Paterson (Usa, 2016, 113 minuti) di Jim Jarmusch con Adam Driver, Golshifteh Farahani, Kara Hayward, Sterling Jerins e Jared Gilman
Paterson vive a Paterson, New Jersey, con la moglie Laura e il cane Marvin. Ogni giorno guida l’autobus per le vie della città, ogni sera porta fuori il cane e beve una birra nel pub dell’isolato. Mentre la moglie colleziona progetti fantasiosi e fuori portata, e decora ininterrottamente la loro casa, Paterson appunta umilmente le sue poesie su un taccuino, che porta sempre con sé. Nei suoi versi si fondono la passione per William Carlos Williams, nativo di Paterson, Ginsberg, O’Hara, ma anche il suo orizzonte quotidiano. Proprio il dono di uno sguardo poetico sembra essere ciò che lo eleva da una routine di luoghi e azioni uguali a se stesse e sottilmente angoscianti.
http://www.spaziogloria.com


VACANZE AL CINEMA
http://2.bp.blogspot.com/-jQn5j867MJ0/TtU954cN97I/AAAAAAAALMk/2RiHO9t_MDg/s1600/holiday+inn+movie.jpg
Potete trovare tutti gli altri film in programmazione in tutte le sale a questo link:
http://www.laprovinciadicomo.it/cinema/films/

E per saperne di più ci sono le recensioni:

 

 

Lascia un commento