Lunedì 17 ottobre

La settimana InCom
0 1107

RITA HAYWORTH DAY

Buongiorno,
premesso che, come è noto (soprattutto a chi mi deve scarrozzare con grande gaudio) non guido, resto sempre un po’ percosso e attonito quando vedo lo spot di un’automobile che punta tutto sull’alta velocità con riprese del bolide che corre a 180 in curva con perfetta aderenza all’asfalto anche durante un tifone, perché quell’immagine frustrerà l’automobilista che poi si ritroverà a pilotarla nel traffico urbano a 7 all’ora, in una strada piena di buche (e sai che aderenza) che si trasformano in voragini durante la pioggia, camuffate da pozzanghere, ottime per testare i semiasse del nuovo mezzo ridiscutendo, in quel contesto, anche tutto il nostro rapporto con l’altissimo e tutta la sua Sacra Famiglia. Ma ultimamente mi colpisce di più la pubblicità con la stressatissima donna manager che fa un check mentale mentre guida (perché le donne, si sa, ogni tanto han bisogno di fermarsi e ripetere tutto, sennò si perdon via): «I bambini li ho accompagnati, Luca l’ho chiamato… ora vediamo. Con il traffico ci vogliono 18 minuti. Perfetto! Mi restano ancora cinque minuti per truccarmi, dieci per ripassare la presentazione e… un quarto d’ora per provare quelle scaaaarpe» perché le donne, si sa, non resistono a un paio di scarpe nemmeno mentre sono alla guida e si voltano e si distraggono e, inevitabilmente, provocano terribili incidenti, MA per fortuna, adesso c’è la frenata assistita. Insomma, io non guido e non appartengo neppure all’altra categoria: insorgete voi, donne al volante!

spot

Un brano acconcio alla donna al volante (di uno che di sessismo se ne intendeva non poco):


VIAGGIO ALLA RICERCA DI UN NUOVO BENESSERE
Libera università del tempo ritrovato del San Martino di Como, via Castelnuovo 1, ore 14, ingresso libero
14424675_578784948975649_3436174890323396291_o

Servizio psichiatrico, diagnosi e cura a porte aperte: da Qualcuno volò sul nido del cuculo a Si può fare, il viaggio da reparto speciale a reparto specialistico. Con Thamianos Fanos, Angela Galli, Angela Dipalma e Enrica Pedrazzoli.
https://www.facebook.com/Liberaunicomo/


A DUE VOCI
Sala Musa dell’Istituto Carducci, ore 17.30, ingresso libero

A due voci si congeda nel ricordo di Terezin


ESSAI – RASSEGNA DI CINEMA D’AUTORE
Uci Cinemas, via Leopardi 1, Montano Lucino, ore 18.15 e 21.15, biglietti a 5 sacchi
frantz-1000x600

Frantz (Francia, 2016, 113 minuti) di François Ozon con Pierre Niney, Paula Beer, Ernst Stötzner, Marie Gruber e Johann von Bülow
Germania, 1919. Una giovane donna si raccoglie ogni giorno sulla tomba del fidanzato caduto al fronte. La sua routine è rotta dall’incontro con Adrien, soldato francese sopravvissuto all’orrore delle trincee. La presenza silenziosa e commossa del ragazzo colpisce Anna che lo accoglie e solleva di nuovo il suo sguardo sul mondo. Adrien si rivela vecchio amico di Frantz, conosciuto a Parigi e frequentato tra musei e Café. Entrato in seno alla famiglia dell’uomo, diventa proiezione e conforto per i suoi genitori che assecondano la simpatia di Anna per Adrien. Ma il mondo fuori non ha guarito le ferite e si oppone a quel sentimento insorgente. Adrien, schiacciato dal rancore collettivo e da un rimorso che cova nel profondo, si confessa con Anna e rientra in Francia. Spetta a lei decidere cosa fare di quella rivelazione.
http://www.ucicinemas.it/


ANTEPRIMA DELLA STAGIONE NOTTE
Sala Bianca del Teatro Sociale, via Bellini 1, ore 18.30, ingresso libero
ph_alessia_santambrogio_midsummer_night_dream-98
Il Teatro Sociale inaugura la Stagione di prosa con un inusuale abbinamento tra testo e lirica, tramite la programmazione del Sogno di una notte di mezza estate e di A midsummer night’s dream, opera in tre atti che Benjamin Britten trasse dalla commedia di William Shakesperare. Verrà così realizzato un progetto unitario e innovativo che metterà a confronto la medesima opera teatrale proposta attraverso mezzi espressivi diversi. Per la realizzazione di questo progetto, fondamentale è stata la collaborazione con il Teatro Elfo Puccini di Milano, di cui verrà ripreso lo storico allestimento del Sogno per la regia di Elio De Capitani che, assieme a Ferdinando Bruni, curerà anche la messa in scena di Midsummer. Terreno ideale per sperimentare e divertire, ma anche per conservare memoria di un passato intenso, il Sogno firmato da De Capitani è uno spettacolo – festa, che si abbandona con tocco leggero al piacere del racconto ed esalta il gioco delle simmetrie barocche e del complesso divertente congegno teatrale. In scena le peripezie d’amore di uomini e donne, elfi e fate, tra palazzi nobiliari e foreste incantate. La solare commedia dei quattro amanti, le inquiete ombre del mondo fatato, gli imprevedibili scherzi di Puck, l’irresistibile comicità dei rustici aspiranti attori si mescolano e si trasformano nell’opera lirica di Britten, innestandosi (da una sera all’altra) sul medesimo impianto scenico e registico cofirmato da Bruni e dallo stesso De Capitani. In occasione dei due spettacoli concomitanti, il Teatro Sociale propone un incontro a cura di Vittoria Fontana, segretario artistico della Fondazione Teatro Amilcare Ponchielli di Cremona. Alcuni brani dell’opera saranno eseguiti da Mirea Mollica (mezzosoprano), Carlotta Colombo (soprano) e Selena Bellomi (soprano) accompagnate da Francesco Miotti (pianoforte). In collaborazione con Conservatorio Verdi di Como.
http://www.teatrosocialecomo.it/


AMICI DELLA MUSICA DI CERNOBBIO
Villa Erba, largo Visconti 1, Cernobbio, ore 20.45, per informazioni e prenotazioni: 0312242358
laverdi-in-villa-erba-locandina-3
Concerto per il 50° di fondazione degli Amici della musica di Cernobbio. L’Ensemble d’archi dell’Orchestra sinfonica Giuseppe Verdi di Milano esegue la Sinfonia n.6 in fa maggiore Pastorale di Ludwig van Beethoven e l’Ottetto per archi in mi bemolle maggiore op.20 di Felix Mendelssohn Bartholdy.


I LUNEDÌ DEL CINEMA
Spazio Gloria, via Varesina 72, ore 21, biglietti a 7 sacchi

I lunedì del cinema scoprono Il club di Larraín

Lascia un commento