Lunedì 10 ottobre

La settimana InCom
0 1272

THELONIOUS SPHERE MONK 99th DAY

Buongiorno,
ognuno, anche se è triste ammetterlo, giudica il prossimo suo secondo i propri criteri, anche perché sono gli unici che realmente conosce. Così se uno non è buono e non capisce chi lo è deve definirlo buonista, e non buono, perché così il suo essere malvagio non è evidente. Così chi è privo di senso morale ridurrà che lo possiede a moralista. Il tutto, poi, segue uno schema abbastanza prevedibile. Nel primo giorno si consuma il fatto e, immediata, arriva una montagna di commenti che condannano il fatto. Circa 24 ore dopo, terminata quella prima ondata, ne arriva una uguale e contraria diretta contro quelli della prima ondata. Ma perché, più semplicemente, ogni tanto, magari anche ogni sempre non stiamo zitti tutti? Thelonious Sphere Monk, cent’anni tra 365 giorni, ha trascorso gran parte della sua vita adulta quasi completamente silente, parlando il minimo indispensabile e non perché era saggio, non perché era un asceta. Bensì perché – secondo quelli che gli stavano vicino – era abbastanza mattocchio. Forse è il caso di impazzire.

thelonious-monk-eddy-posthuma-de-boer

Un brano acconcio al mattocchio, con tanta saggezza da respirare nei suoi silenzi tra le note


PIANO GENERALE DEL TRAFFICO
Sala stemmi di Palazzo Cernezzi, via Vittorio Emanuele II, ore 17, ingresso libero
brunatecomo1
Verrà presentata la proposta di piano generale del traffico urbano – versione preliminare.
NdA: questo è il classico incontro che dovrebbe essere preso d’assalto mentre invece attirerà i soliti addetti ai lavori. Però poi non lamentatevi che tutto accade «e io non ne sapevo gniènte». Tra l’altro on line si trova tutto quello che serve per farsi un’idea (http://www.comune.como.it/opencms/comune/territorio/VAS/vas-aggiornamento-pgtu/index.html) per la felicità di chi dice che tutto deve essere trasparente, ma poi i documenti, lunghi, complicati, rimangono inosservati…


COMMEMORAZIONE DI ANTONIO SANT’ELIA
Pinacoteca civica, via Diaz 84, ore 18, ingresso libero
antoniosantelia-descontexto
È il 10 ottobre 1916 e Antonio Sant’Elia è sul fronte, alle pendici dell’Hermada, quando si scatena l’ottava battaglia dell’Isonzo. In prima linea, alla testa del suo plotone. «Zappatori, ragazzi miei, si va alla vittoria verso Trieste! Avanti tutti!»: sono queste le ultime parole, l’ultimo grido rivolto ai soldati, mentre davanti a tutti esce dalla trincea e si lancia verso le postazioni nemiche. Una pallottola in fronte lo ferma. Per sempre. A cento anni dalla morte, lunedì 10 ottobre, alle 18 presso la Pinacoteca civica di Como si terrà una cerimonia commemorativa del grande architetto, che morendo a 28 anni lascia ai posteri il sogno di un’architettura tutta da inventare. Non ebbe il tempo di realizzare gli edifici di cemento armato che aveva tracciato su fogli di carta nella visione di una città nuova fatta di movimento, di azione, di elettricità, ma le sue idee hanno senza dubbio anticipato e segnato l’architettura di questi ultimi cento anni. A parlare di Sant’Elia interverranno Luciano Caramel e Alberto Longatti, i due massimi conoscitori della sua opera.


ESSAI – RASSEGNA DI CINEMA D’AUTORE
Uci Cinemas, via Leopardi 1, Montano Lucino, ore 18 e ore 21, biglietti a 5 sacchi
http://www.cinecircus.it/wp-content/uploads/2016/07/466648.jpg
L’effetto acquatico – Un colpo di fulmine a prima svista (Francia / Islanda, 2016, 85 minuti) di Sólveig Anspach con Samir Guesmi, Florence Loiret-Caille, Philippe Rebbot, Michaël Bensoussan e Stéphane Soo-Mongo
Samir, gruista a Montreuil, ha perso la testa per Agathe, ruvida istruttrice di nuoto occupata nella piscina municipale del quartiere. Nuotatore provetto, Samir si compra un costume e si finge principiante per agganciarla. Tra una bracciata e l’altra, le cose sembrano procedere nella corsia giusta ma un imprevisto costringe Samir a svelare la bugia. E le bugie non piacciono ad Agathe che vola in Islanda per rappresentare la Francia a un congresso di istruttori. Pazzo d’amore, Samir la segue fino al polo Nord dove si fa passare per un conferenziere israeliano. Agathe è contro ma il destino è decisamente a favore.
http://www.ucicinemas.it


I LUNEDÌ DEL CINEMA – IL CINEMA VA A TEATRO
Teatro Sociale, piazza Verdi 1, ore 20.30, ingresso a 7 sacchi (è valida la tessera di abbonamento ai Lunedì del cinema)

Omaggio a Bowie al Teatro Sociale


INCONTRO CON MASSIMO RECALCATI
Aula Magna del Collegio Gallio, via Gallio 1, ore 21, ingresso libero, con prenotazione consigliata all’indirizzo e-mail comunicazione@manzoni22.it
http://www.torinospiritualita.org/wp-content/uploads/2016/09/Massimo-Recalcati.png
Massimo Recalcati, tra i più noti psicoanalisti lacaniani d’Italia, ospite a Como per l’incontro aperto al pubblico Labirinti del Desiderio. Modera il vice direttore del quotidiano La Provincia, Bruno Profazio. Recalcati porrà al centro del dibattito il desiderio, una parola a suo avviso inflazionata e usata a sproposito al giorno d’oggi, ma fondamentale nella vita umana. «Siamo nel tempo della morte del desiderio, anche se apparentemente sembriamo, come mai prima d’ora, liberi di volere e avere tutto quello che ci pare». Partendo dall’idea che la psicoanalisi legge e interpreta il nostro tempo, la Fondazione Prima Spes Onlus invita un analista che nella sua riflessione sui movimenti inconsci dell´esperienza umana non rinuncia a mantenere uno sguardo critico sui grandi cambiamenti sociali, sui nuovi modi di pensare e di vivere. La conferenza si concentra sul desiderio perché secondo lo psicoanalista è un punto focale su cui ruota tutta la vita dell’uomo, anche nel mondo in cui viviamo oggi.

Lascia un commento