Giovedì 27 luglio

La settimana InCom
1 1114

ADOLFO CELI DAY

Buongiorno,
tanti anni fa, almeno una trentina, sui banchi di scuola io e il mio compagno di banco avevamo una perversa abitudine. Quando ci facevano leggere I promessi sposi dal posto, per ischerzo ci cancellavamo reciprocamente qualche parola con l’evidenziatore nero. Un dispetto reciproco divertente, accentuato dal fatto che le parole cancellate erano quelle che potevano dare adito a doppi sensi e malinterpretazioni (l’aspetto divertente è che, sovente, nessuno, a cominciare dalla professoressa, se ne accorgeva, segno della grande attenzione che caratterizzava la lettura dell’immane capolavoro della letteratura italiana). Ebbene, cancella lì, cancella là, alla fine sulla sua copia sopravvivevano qualche virgola, poche congiunzioni e due o tre articoli. Al che, dichiarandosi scofitto egli alzo il libro e lo mostrò dicendo «Non posso leggere, è peggio di un Bartezzaghi!». Eravamo giovani, il riferimento culturale era La settimana enigmistica e, quindi, ancora non sapevamo che io, in realtà, avevo plagiato Isgrò. come Roger Waters, come tutti quelli che osano obliterare qualcosa, come un qualsiasi funzionario del Sisde che marca gli omissis. Che faccio? Mi autodenuncio? Comunque, se posso dare un mio personale contributo, quelle di Isgrò sono cancallature, quelle di Waters (anzi, dei responsabili del packaging del disco Sean Evans, Denny Kamhaji e Dan Ichimoto) sono obliterazioni. A Waters e ai Pink Floyd si devono soldi se si piazzano mucche, maiali, triangoli, piramidi e muri nelle copertine.

Un brano acconcio alle cancellature:


INCONTRO CON GIUSEPPE GUIN
Auditorium della biblioteca comunale, via Funicolare, ore 18.30, ingresso libero

Lo scrittore e giornalista Giuseppe Guin presenta il suo libro Il segreto dell’abbazia (Alessandro Dominioni editore). Dialogherà con lui Saverio Saffioti. In quest’opera l’autore racconta la storia di Sebastiano, che è alla ricerca delle proprie origini. La vicenda si svolge tra gli anni Trenta e gli anni Ottanta del Novecento ed è ambientata sul Lago di Como, in Val d’Intelvi e in parte in un’abbazia di monaci benedettini in Toscana.


INCONTRO CON PAOLO MORETTI
Ostello Bello Lake Como, viale fratelli Rosselli 9, ore 19.30, ingresso libero

Paolo Moretti presenta Una crepa nel muro


FESTIVAL DI BELLAGIO E DEL LAGO DI COMO
Ex biblioteca comunale, via Garibaldi 4, Bellagio, ore 21, ingresso libero

Clarinet Trio a Bellagio


35MM SOTTO IL CIELO
Piazza Martinelli, ore 21.30, biglietti a 7 sacchi


MICHELANGELO DI VITTORIO SGARBI
Villa ex Magni Rizzoli, via Verza 23, ore 21.30, biglietti da 30 a 20 sacchi

Sgarbi racconta Michelangelo


TUTTI I FILM AL CINEMA

https://s-media-cache-ak0.pinimg.com/736x/16/27/4b/16274bdf3592367483accc8decdbf167.jpg

Potete trovare tutti i film in programmazione in tutte le sale a questo link:
http://www.laprovinciadicomo.it/cinema/films/

1 commento

27 luglio 2017 alle 12:14

SUGGERIREI DI INSERIRE NEI TITOLI NON SOLO LA VIA MA LA LOCALITA’: ES. INCONTRO CON GIUSEPPE GUIN: BRUNATE, SGARBI: CANZO ECC. CIAO SALUTI GIAMPIETRO GAFFURI, UN ESTIMATORE

Lascia un commento