Giovedì 26 maggio

La settimana InCom
0 1527

MILES DAVIS 90th DAY

Buongiorno,
sono profondamente indignato. Una voragine s’è aperta nel mio cuore. Ma come? Noi ci abbiamo messo otto anni, due sindaci, un paio di assessori (più quelli correlati), tecnici, ditte, operai, planimetrie, varianti, alzi quote, abbassi quote, palizzate, tubinnocenti, muri, erba sintetica, erba vera, adesso pure quasi più cartoline che gocce d’acqua nel lago… e poi t’arriva Firenze, toma toma, cacchia cacchia, fa uno sprofondino di duecento metri che – adesso, non per fare i fighi – a noi ci fanno un baffo e si ruba tutta l’attenzione? Aò! E già me li vedo… Oh, se me li vedo…

cartolinafirenze

Un brano acconcio a tutta questa improvvisa lungarnità:


INCONTRI DELL’UNIVERSITÀ POPOLARE
Istituto Carducci, viale Cavallotti 7, ore 15.30, ingresso libero
http://www.grandimostrecomo.it/assets/templates/gmc/photos/villa/villa03.jpg
L’architetto Marco Leoni concluderà il ciclo dedicato alle ville lariane illustrando Villa Olmo. È la più maestosa della ville del lago ed è un celebre esempio di architettura neoclassica, costruita su progetto dell’architetto ticinese Simone Cantoni per il marchese Innocenzo Odescalchi. All’interno dell’edificio, ubicato dentro un ampio parco, si conservano pregevoli decorazioni neoclassiche e un monumentale salone a doppia altezza con dipinti di Domenico Pozzi.
NdA: dove il 16 giugno (BLOOMSDAY!) ricomincerà ParoLario: conferenza stampa pubblica domattina alle 11 alle serre di Villa del Grumello in via per Cernobbio 11…


1 MIC! 1 TAKE!
Salone dell’organo del Conservatorio, via Cadorna 4, ore 17, ingresso libero fino a esaurimento posti
https://ambriajazzfestival.files.wordpress.com/2014/08/image.jpg
Three Spirits: Blue chorale. Per i Giovedì del jazz, la voce di Nadia Braito accompagnata dal contrabbasso e computer programming di Stefano Dall’Ora e da batteria, hang e percussioni di Francesco D’Auria
È un trio costruito sulla piena libertà espressiva dei singoli. Ogni intervento individuale trova risposta e responso da parte degli altri due musicisti. La melodia e l’armonia si fondono assieme per diventare un tutt’uno e immortalare l’atto creativo di ogni singolo pezzo. E a questo ci pensa il contrabbasso, nelle sue variate funzioni (The peacocks), che diventa propositore assieme al percussionista, che si sdoppia interessandosi sia al ritmo che alle parti armoniche e melodiche. Anche la voce si presta al gioco: è essa stessa strumento e variante estetico / melodica. Il risultato di questa combinazione a tre è un disco i cui brani, che vanno da Elm di Beirach a Invocation di McFerrin, passando per Lonely woman di Coleman e Confirmation di Parker, non sono altro se non un canovaccio storicamente definito su cui costruire e ricercare nuovi sentieri e dimensioni sonore (Blue chorale). Dal vivo si apprezzano al meglio le loro performance legate come sono all’invenzione del momento, allo sfruttamento dell’atto condiviso, alla soluzione non prevista. Il fermo-immagine di Blue chorale, comunque, è sufficiente a farci conoscere lo spazio siderale dove i tre sono soliti viaggiare.
http://www.conservatoriocomo.it/


INCONTRO CON LAURA CAMPANELLO
Libreria Ubik, piazza San Fedele 32, ore 18, ingresso libero
http://www.comune.castrignanodelcapo.le.it/cache/com_zoo/images/Leggerezza_c3e4931c9ba669414305b9b7b3cd0500.jpg
Laura Campanello presenta Leggerezza. Dialogano con l’autrice i giornalisti Katia Trinca e Lorenzo Morandotti. La leggerezza serve. Ne abbiamo bisogno come dell’aria: è uno stile di vita che apre al cambiamento, alla creatività, alla possibilità di immaginare una vita migliore, nonostante tutto. È un’attitudine da ricercare e coltivare, qualcosa a cui dedicarsi come a un esercizio il cui obiettivo è arrivare a trasformare il quotidiano, saper decidere di quali tinte colorare il proprio mondo accettando i propri carichi e i propri pesi, trattenendo ciò che àncora e radica, lasciando andare ciò che vincola e soffoca. Possiamo pensarla come un modo di vedere il mondo e di stare al mondo, come una postura che si decide di prendere nella vita per vivere meglio; così intesa, a qualcuno appartiene da sempre, per carattere o per abitudine, per altri è invece un’arte da apprendere e praticare, in nome della quale esercitarsi.


TERRITORI CINEMA ARCHITETTURE
http://cdn2.istanbulartsnob.com/wp-content/uploads/2015/07/exitthroughthegiftshop1.jpg
http://www.bibazz.it/cinema/lenigma-e-larte-di-banksy/


LE PRIME VISIONI DEL CINEMA ASTRA
Viale Giulio Cesare 3, ore 21, biglietti a 7 sacchi
http://www.postmodernissimo.com/wp-content/uploads/2016/05/PERICLE-IL-NERO.jpg
Pericle il nero (Italia / Belgio / Francia, 2016, 105 minuti) di Stefano Mordini con Riccardo Scamarcio, Marina Foïs, Valentina Acca, Gigio Morra e Maria Luisa Santella
La vita di Pericle Scalzone è nera come il ‘titolo’ che si è guadagnato sul campo. Assoldato da Don Luigi per fare letteralmente il culo alla gente, Pericle arrotonda l’attività criminale girando film pornografici. Perché Pericle ‘maneggia’ bene certi argomenti davanti alla macchina da presa come alle spalle dei malcapitati che umilia barbaramente. Durante una spedizione punitiva uccide per sbaglio la sorella di un temibile boss camorrista e ripiega in un rifugio segreto dove viene presto raggiunto da due uomini armati. Tradito da Don Luigi, l’unico a sapere dove si fosse nascosto, Pericle infila l’autostrada e abbandona Bruxelles. Lontano, solo e disperato a Calais incontra Anastasia, impiegata in una boulangerie e madre di due bambini. Per Pericle è subito amore e forse l’inizio di una nuova vita.
http://www.cinecircolo.it/


LE PRIME VISIONI DELLO SPAZIO GLORIA
Spazio Gloria, via Varesina 72, ore 17.30 e 21, biglietti a 7 sacchi

La pazza gioia (Italia, 2016, 118 minuti) di Paolo Virzì con Valeria Bruni Tedeschi, Micaela Ramazzotti, Valentina Carnelutti, Tommaso Ragno e Bob Messini
http://images.vanityfair.it/gallery/42351/Big/2e8649e4-6dbb-4834-a538-f7a7334fb070.jpg
Beatrice Morandini Valdirana ha tutti i tratti della mitomane dalla loquela inarrestabile. Donatella Morelli è una giovane madre tatuata e psicologicamente fragile a cui è stato tolto il figlio per darlo in adozione. Sono entrambe pazienti della Villa Biondi, un istituto terapeutico per donne che sono state oggetto di sentenza da parte di un tribunale e che debbono sottostare a una terapia di recupero. È qui che si incontrano e fanno amicizia nonostante l’estrema diversità die loro caratteri. Fino a quando un giorno, approfittando di una falla nell’organizzazione, decidono di prendersi una vacanza e di darsi alla pazza gioia.
NdA: qualcuno volò su Thelma e Louise?…
http://www.spaziogloria.it/


I GIOVEDÌ CULTURALI
Sala mostre della biblioteca comunale, via Joriati 6, Erba, ore 21, ingresso libero
http://4.bp.blogspot.com/-dHULFGJtcOQ/VqIKqtsBr7I/AAAAAAAAQdU/Kg-oIhJxzes/s1600/auschwits-birkenau.GIF

La notte della medicina. I giuramenti dei medici nazisti: da Ippocrate a Hitler. Conferenza di Tiziano Corti. Letture a cura di Giuditta Corti.


http://www.vololiberoedizioni.it/wp-content/uploads/2014/12/logoCollana_fuorisacco.jpg


ALDO, GIOVANNI E GIACOMO A LUGANO
https://cdn-az.allevents.in/banners/4b2f29ede138042d791bb470d55da0ed
http://www.bibazz.it/teatro/aldo-giovanni-e-giacomo-25-anni-di-risate/

Lascia un commento