Giovedì 16 febbraio

La settimana InCom
0 1080

SONNY BONO DAY

Buongiorno,
mi guardo attorno, e vedo profonda insoddisfazione, rabbia, dolore. Vedo gente in fuga, in viaggio, altra gente che vuole erigere muri, uccidere. Gente che uccide. Politici che litigano, altri che a loro insaputa, altri che si sentono padroni del mondo e non capiscono perché non possono esserlo. Allora guardo in alto, e vedo il cielo stellato sopra di me (non so quanta ragione morale sia rimasta dentro di me). E guardo lontano. Non posso farcela a occhio nudo, ma c’è Hubble, simpatico telescopio che ci ha mostrato la nebulosa di Calabash. Era, fino a poco tempo fa, una stella, una gigante rossa, ma è morta. I suoi strati esterni si sono spenti e resta una nuvola di gas e polvere, una nebulosa, appunto, impietosamente soprannominata Uovo marcio, perché contiene molto zolfo. Avviene nella costellazione di Poppa, a cinquemila anni luce da tutto quello che ho menzionato prima, da tutti noi e fa sembrare tutto ancora più ridicolo: chissà, forse anche il nostro sole, tra miliardi di anni (qualcuno ha calcolato che dovrebbero essere cinque) diventerà un uovo marcio nell’universo e di noi, dei nostri muri, dei nostri ponti, non rimarrà neppure la polvere.

Un brano acconcio a questi lieti pensieri:


TUTTI I FILM IN PROGRAMMAZIONE

http://www.laprovinciadicomo.it/cinema/films/


INCONTRI DELL’UNIVERSITÀ POPOLARE
Istituto Carducci, viale Cavallotti 7, ore 15.30, ingresso libero
https://coatesa.files.wordpress.com/2017/02/lario.jpg?w=685
Si chiude il ciclo Lario: origini e ambiente naturale. Considerazioni non conformiste sull’origine dei laghi lombardi condotto da Filippo Camerlenghi. Questo pomeriggio, nell’incontro Alla scoperta dei segreti del Lario, il relatore confronterà il Lario con gli altri laghi lombardi e spiegherà la relazione tra il ramo di Lecco e quello di Como.


GLOBALIZZAZIONE ADDIO?
Unindustria Como, via Raimondi 1, ore 16.45

Presentazione del XXI Rapporto sull’economia globale e l’Italia curato dal professor Mario Deaglio, nato dalla collaborazione tra il Centro einaudi e Ubi Banca dal titolo Globalizzazione addio? Il seminario verrà aperto dagli interventi introduttivi di Serena Costantini, consigliere incaricato area commercio internazionale e sviluppo mercati di Unindustria Como e Giorgio Frigeri, presidente di Ubi Banca popolare di Bergamo. Seguirà la presentazione dell’economista Giorgio Arfaras, coautore del Rapporto. Coordina il dibattito Gianfranco Fabi, editorialista de Il Sole 24 Ore. Chiuderà i lavori Paolo Gambarini, direttore territoriale di Lecco Como di Ubi Banca popolare di Bergamo. Al termine dell’incontro, i partecipanti sono invitati a unirsi a un momento cocktail.


GLI ANNI DELLA COSTITUENTE E DELLA COSTITUZIONE
Istituto di storia contemporanea Pier Amato Perretta, via Brambilla 39, ore 17, ingresso libero
http://www.lombardiabeniculturali.it/img_db/bcf/3g010/18/l/17304_17304.jpg
L’Italia dopo la guerra: ricostruzione e speranza. Relatore Giuseppe Calzati.
http://www.isc-como.org/


INCONTRO CON ENEA ROVEDA
Teatro Sociale, piazza Verdi 1, ore 18.30, ingresso libero

Sostenibilità e cambiamento. Intervengono Enea Roveda, amministratore delegato del gruppo LifeGate, e Bruno Profazio, giornalista e Vicedirettore de La Provincia di Como. Lo scenario globale mostra le conseguenze di uno sviluppo che comporta esaurimento delle risorse e diseguaglianza sociali. La sostenibilità passa dal cambiamento dove la persona è al centro, protagonista con le proprie scelte di vita, perché le azioni quotidiane hanno un impatto nel presente e sul futuro delle nuove generazioni. Ognuno fa parte di un organismo complesso, con la propria unicità ha un compito all’interno di questo meccanismo fatto di continui scambi. Dare e ricevere: nelle relazioni, nelle amicizie, nel lavoro. Questo è modello di circolarità, di cambiamento, di sostenibilità. Una diversa strategia di sviluppo può creare un mondo migliore. Co-fondatore di LifeGate nell’aprile del 2000, Enea Roveda, inizia la sua esperienza in LifeGate Radio, di cui diventa Amministratore delegato dal 2004. Nel 2010 entra nel CdA di LifeGate SpA; forte dell’esperienza nel mondo digital-new media, viene nominato prima direttore marketing, nel luglio 2012 direttore marketing e comunicazione con l’obiettivo di incrementare ed evolvere la community di LifeGate. Da Gennaio 2014 è amministratore delegato del gruppo LifeGate.
http://www.teatrosocialecomo.it


FIGLI DI CAINO
Cinema Astra, viale Giulio Cesare 3, ore 20.45, biglietti a 5 sacchi

Figli di Caino: sullo schermo i padri – detenuti del Bassone


ISABELLA TOSCA TRIO ALL’ULTIMO CAFFÈ
Via Giulini 2, ore 21, ingresso libero

Il trio di Isabella Tosca riporta la musica all’Ultimo Caffè


ALL’ALTEZZA DELLO SGUARDO
Spazio Gloria, via Varesina 72, ore 21, ingresso libero

All’altezza dello sguardo dei migranti: un film per raccontare l’accoglienza


TERRITORI CINEMA ARCHITETTURE
Sala conferenze della sede dell’Ordine degli architetti, viale Sinigaglia 1, ore 21, ingresso libero

Loos ornamental (Austria, 2008, 72 minuti) di Heinz Emigholz
Presentazione di un altro protagonista del cinema di architettura, Emigholz, con il suo film Loos ornamental, documentario dedicato all’architetto austriaco Adolf Loos, considerato uno dei pionieri dell’architettura moderna, e alle varie fasi della sua produzione nei primi decenni del Novecento che il film ci racconta in ordine cronologico, mostrando lo sviluppo del suo particolare stile progettuale.


STAGIONE DEL TEATRO SAN TEODORO
Via Corbetta 7, Cantù, ore 21, biglietti a 7 sacchi

La notte. Liberamente ispirato da La notte poco prima della foresta di Bernard-Marie Koltès. Con Antonello Cassinotti
 e Massimiliano Milesi al sax
Una lunga, ininterrotta dichiarazione d’amore, urlata e trattenuta, spudorata, a un giovane “compagno di sventura”, specie di miraggio nella notte, forse più desiderio che realtà, desiderio di contatto fisico e di calore ma anche bisogno ancestrale di riconoscersi finalmente con un proprio simile, ancora di salvezza in un mondo violento ed estraneo. 
La violenza, il male, la solitudine, la perdita d’identità, l’emarginazione, l’incomunicabilità si trasformano in una sorta di musica delicata che tocca e stravolge l’anima. Il palcoscenico: uno spazio astratto, una strada vuota dove calarsi a pugni stretti con “la camminata dondolante da maschi tutti un fascio di nervi” e in dialogo con le note di un sax cercare una strategia per stare al mondo, “liricamente”. 
Il testo: una sola frase quasi d’un solo fiato, un pedale di sentimenti, lirico, come una ballata, in cui cantare «le vecchie, gli arabi, i mendicanti, i controllori, i poliziotti, i teppistelli tirati a lucido, lo schifo di odori, lo schifo di rumori, i litri di birra, la voglia di una stanza».
http://www.teatrosanteodoro.it


INCONTRO CON ELETTA REVELLI
Spazio Libri La Cornice, via per Alzate 9, Cantù, ore 21, ingresso libero

Un amore di clochard, il primo romanzo di Eletta Revelli



GINEVRA DI MARCO CANTA MERCEDES SOSA
Teatro Sociale, piazza Governo 11, Bellinzona, biglietti da da 47,80 a 34,05 sacchi isvizzeri

La Rubia canta la Negra, il nuovo disco di Ginevra di Marco

Lascia un commento