Giovedì 10 novembre

La settimana InCom
0 1229

ENNIO MORRICONE DAY

Buongiorno,
com’è stato il primo giorno D.D.? Io ho avuto la conferma dei miei timori. Poteva succedere, non doveva succedere, ma è successo: un Solo Al Mondo è diventato leader del mondo libero. E non è perché è stato votato da una massa di ignoranti zoticoni o, meglio, non sono proprio tutti così. Sono quelli che parcheggiano spudoratamente in doppia fila e quando tornano mentono dicendo che erano in farmacia e si incazzano perché prendono lo stesso la multa, MA pretendono regole inflessibili per gli altri. Sono quelli che cercano di saltare le code e che se ne compiacciono pure una volta che ce l’hanno fatta. Sono quelli che la donna dice di no, ma poi tanto piace anche a lei (e poi provocava…). Sono quelli che sono capaci di costituire a società una neonata in fasce per sgravarsela dalle imposte, ma sbandierano ai quattro venti che pagano le tasse (e sono sinceri: quelle che gli vengono conteggiate le pagano). Quelli, per farla breve, che a piedi ce l’hanno con gli automobilisti e in macchina insultano i pedoni. Quelli che Dino Risi ha descritto ne I mostri più di mezzo secolo fa (in particolare l’episodio L’educazione sentimentale con uno splendido Tognazzi SAM). Quelli che pensano io, io, Io, IO, IO e poi tutti gli altri. Forse. Quelli che oggi rimbalzano su pagine web come Il milanese imbruttito et similia, perché Soli Al Mondo così ci sono ovunque, l’America non ne ha il privilegio. E poi ci dimentichiamo. Ci dimentichiamo che gli Usa nel pieno della contestazione, quando noi credevamo che ci fossero solo hippy da tutte le parti, che se vai a San Francisco devi farti crescere fiori nei capelli (fiori che poi hai a portata di mano per metterli nei cannoni) (cannoni che si passavano… oh, beh, meglio non continuare), che a Woodstock c’era una nazione di mezzo milione di giovani… Ecco, in quel momento lì altri 31.783.783 di loro elessero Nixon. E lo rielessero pure. E diciamocelo, anche, dei presidenti democratici ci ricordiamo perché erano belli e giovani (Kennedy), vendevano noccioline (Carter), facevano gli esami orali alle stagiste in sala ovale (Bill), erano abbronzati (Obama). No, non che non abbiano fatto nulla, ma bisogna essere appassionati di politica estera per conoscere bene – visti da fuori Usa – cos’hanno effettivamente fatto per il loro popolo. Di quello che hanno fatto i repubblicani ce ne ricordiamo benissimo. Ma sopravviveranno. Sopravviveremo. Però ecco, magari qualcuno nasconda al capo SAM le chiavi d’accesso dell’arma fine di mondo.
http://i.imgur.com/27yXoaw.jpg

Un brano acconcio che mi son stupito che nessuno (almeno che abbia visto io) abbia rispolverato ieri:


INCONTRI DELL’UNIVERSITÀ POPOLARE
Istituto Carducci, viale Cavallotti, ore 15.30, ingresso libero
http://graciousliving.typepad.com/the_write_event/Trump.jpg
Prende il via oggi il ciclo Scrittura, specchio dell’anima: regole e principi della grafologia a cura di Ida Carioggi Mascellaro. Questo pomeriggio il tema dell’incontro è Cosa studia la grafologia. La grafologia, attraverso le sue regole e i suoi principi studia la psicologia dell’individuo.


8208 LIGHTING DESIGN FESTIVAL
Chiostrino di Santa Eufemia, piazzolo Terragni 4, ore 18, ingresso libero

8208 Lighting design festival: il programma


ALTRI SUD
Mag – Marsiglione Arts Gallery, via Vitani 31, ore 18.30, ingresso libero
slider-1-1600x650
Inaugurazione della mostra Altri Sud, opere di Tina Sgrò e Salvatore Alessi, in esposizione da oggi al 3 dicembre
La mostra di due artisti preannuncia diversità e contrasto tra la loro espressione, e anche questa mostra alla galleria Mag di Como, segue tale linea concettuale, ma il principale interesse del curatore è stato quello di dare attenzione a due artisti passionali, due artisti che hanno radicati in loro gli elementi distintivi di un caloroso e coinvolgente Sud. La passione e la forza espressiva sono le caratteristiche che inequivocabilmente uniscono i lavori di Sgrò e Alessi: poche tinte, ma carica di gestualità la prima e ricco di colore e di tensione il secondo, trasmettono entrambi l’energia di un territorio che va oltre il cararttee, ma che individua uno stato esistenziale che ci accomuna tutti. Con il Patrocinio dell’associazione Archivio Luigi Russolo di Como. Orari di apertura: da martedì a sabato dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19.30.
http://www.magcomo.it


ERBAROCK
Sala Civica di Villa Ceriani, via Foscolo 23, Crevenna di Erba, ore 20
http://www.targatocn.it/fileadmin/archivio/targatocn/musicista_francesco_olivero.jpg
Li maestri del chitarrone. Francesco Olivero presenta il suo strumento, la tiorba, e il suo ultimo album. Seguirà, alle 21, concerto con musiche di Piccinini, Kapsberger e De Visèe.


ASCANIO CELESTINI PER LA STAGIONE NOTTE
Teatro Sociale, piazza Verdi 1, ore 20.30, biglietti a 20 sacchi

La divinità Laika di Ascanio Celestini al Sociale


STAGIONE MUSICALE DEL CARDUCCI
Sala Musa dell’Istituto Carducci, viale Cavallotti 7, ore 20.30
carducci
Giovanni Sgambati e il suo tempo con l’ensemble Nuova Cameristica con i violinisti Gabriele e Chiara Oliveti, Alessandro Vescovi, Sylvana Sqarthi, con le viole Franco Formenti e Patrizia Desantis, i violoncelli Alberto Drufuca e Roberta Ruffilli e il contrabbasso Luigi Correnti. In programma il Nonetto di Sgambati.
http://www.associazionecarducci.it
MANGIA COME SCRIVI
Il Garibaldi, piazza Garibaldi, Cantù, ore 20.30, incontro e cena a 35 sacchi (informazioni e prenotazioni allo 031/70.49.15)
94952dab-1b4a-4b6e-a05f-6341dbec2c71
Mangia come scrivi inaugura la formula Duets. Lo fa con due grandi maestri, Marco Buticchi e Vincenzo Zitello, e con una serata (Storie italiane) che promette grandi emozioni, tra pubblico e privato, letteratura e musica, racconti intimi e storie di cronaca, imprenditoria e arte che guardano all’Italia degli ultimi cinquant’anni. Nell’ambito della cena presentata dal giornalista Gianluigi Negri, il maestro dell’avventura presenterà il suo nuovo libro Casa di mare, ritratto commovente e appassionato della vita del padre, l’industriale ligure Albino Buticchi. Zitello è l’arpista italiano più famoso al mondo. Amico di Buticchi, il noto compositore e polistrumentista è stato il primo divulgatore e musicista a suonare l’arpa celtica in Italia: dal 1977 il suo nome è legato a questo strumento, del quale è un virtuoso concertista. Le sue composizioni sono di carattere prevalentemente strumentale, inizialmente ispirate alla musica celtica e classica, poi progressivamente ampliate attraverso un articolato percorso artistico che lo ha portato ad approfondire diversi linguaggi e stili musicali fino ad ottenere un risultato espressivo profondamente personale.
http://www.mangiacomescrivi.it
IL CINEMA RITROVATO
Spazio Gloria, via Varesina 72, ore 21, ingresso a 5 sacchi

Capolavoro restaurato: La morte corre sul fiume allo Spazio Gloria

LE PRIME VISIONI DEL CINEMA ASTRA
Viale Giulio Cesare 3, ore 21, biglietti a 7 euro

La ragazza senza nome (Belgio, 2016, 113 minuti) di Luc Dardenne e Jean-Pierre Dardenne con Adèle Haenel, Jérémie Renier, Olivier Gourmet, Fabrizio Rongione e Thomas Doret
Jenny Davin è una giovane dottoressa molto stimata al punto che un importante ospedale ha deciso di offrirle un incarico di rilievo. Intanto conduce il suo ambulatorio di medico condotto dove va a fare pratica Julien, uno studente in medicina. Una sera, un’ora dopo la chiusura, qualcuno suona al campanello e Jenny decide di non aprire. Il giorno dopo la polizia chiede di vedere la registrazione del video di sorveglianza dello studio perché una giovane donna è stata trovata morta nelle vicinanze. Si tratta di colei a cui Jenny non ha aperto la porta. Sul corpo non sono stati trovati documenti.
http://www.cinecircolo.it/


CINEFORUM 2016
Sala consiliare, via Cantaluppi 294, Lipomo, ore 21, ingresso libero

Gattaca – La porta dell’universo (Usa, 1997, 108 minuti) di Andrew Niccol con Ethan Hawke, Uma Thurman, Jude Law, Alan Arkin e Gore Vidal
In un prossimo futuro, in una società che nomina gli uomini “validi” solo se nati da una selezione genetica, un giovane ribelle marchiato “non valido” assume una falsa identità per poter diventare cosmonauta. “Non esiste un gene per lo spirito umano”.
NdA: Gattaca ha quasi vent’anni???!!! Questa consapevolezza è (quasi) più sconvolgente dei risultati elettorali…

Lascia un commento