Domenica 27 novembre

La settimana InCom
0 1063

FABIO TREVES DAY

Buongiorno,
Fidel se ne va e c’è chi subito si affanna a riassumere 90 anni in poche frasi, in un insulto, un’ingiuria, o una citazione (da Kennedy a Finardi passando inevitabilmente per Gianni Minà), un pugno chiuso, una foto simbolo (partita a golf, con Feltrinelli, con il Che naturalmente, con un Papa), un elenco di cose buone, un elenco di mostruosità, alata frase in spagnolo malmasticato, soprattutto un’impressione di appiccicaticcio data dalla lettura frettolosa di Wikipedia – nella migliore delle ipotesi: è una scheda lunghissima – alla scopiazzatura dell’articolista di riferimento, perché anche Castro entra nel grande tritacarne alimentato dal motto «E adesso anche io dico la mia». Disse «Condannatemi, non importa, la storia mi assolverà». Vero. Ma prima che arrivi la storia, saranno milioni di tizi dietro a una tastiera a discuterne a vanvera (e a me tocca registrarlo da dietro a una tastiera).

http://it.cubadebate.cu/files/2016/08/fidel-castro-ruz-580x316.jpg

Per brano acconcio scelgo un testo di un cubano vissuto molti anni prima della revolución, abbinato a una musica popolare da un americano anti establishment. Un notevole cortocircuito per Guantanamera, una canzoncina che tutti conoscono e di cui si ignora troppo spesso il testo in favore dell’orecchiabile ritornello. Allora ecco, invece, quello che ne fece Sergio Endrigo.


STAGIONE NOTTE
Teatro Sociale, piazza Verdi 1, ore 15.30, biglietti a 53 sacchi (platea e palchi), 24 sacchi (IV galleria, parapetto), 21 sacchi (V galleria, parapetto), 19 sacchi (IV galleria, ranghi) e a 16 sacchi (V galleria, ranghi)

Alice Rohrwacher: «La mia Traviata in un set da cinema»


POMERIGGIO DANZANTE IN ABITI STORICI
Accademia di musica e danza Giuditta Pasta, via Rodari 1, ore 15.30
https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/12190906_1520244278296745_3697286450541729409_n.jpg?oh=c33ecac2f2749624089995613f5b2548&oe=58FC0302

La compagnia di danza storica Magia Mask Lombardia, in collaborazione con l’Accademia Giuditta Pasta organizza un pomeriggio danzante in abiti storici. Nella sala dell’accademia di danza si balleranno valzer, quadriglie, contraddanze e danze di società del periodo romantico 1860.
http://www.liceomusicalecoreutico.it/


STAGIONE GIORNO
Teatro Sociale, piazza Verdi 1, ore 16, ingresso a 10 sacchi (adulti) e 8 sacchi (bambini)
foto-x-sito

Il piccolo Verdi. Burattini e scene Patrizio Dall’Argine, costumi di Veronica Ambrosini, burattinai Patrizio Dall’Argine e Veronica Ambrosini, pianista Enrico Padovani, produzione Teatro Medico Ipnotico
All’interno di un elegante teatrino, i burattini di legno rievocheranno l’infanzia del maestro, facendosi accompagnare dalle note di un pianoforte, che guiderà gli spettatori in atmosfere legate alla tradizione del teatro dei burattini, un teatro in qualche modo fortemente legato allo spirito verdiano. Protagonista il rapporto tra la musica e l’animazione che, quasi come un’entità mescolandosi alla nebbia della bassa, unisce in un unico momento la realtà e il sogno.
http://www.teatrosocialecomo.it/


LE PRIME VISIONI DEL CINEMA ASTRA
Astra, viale Giulio Cesare 3, ore 16.30, 18.45 e 21, biglietti a 7 sacchi
Agnus dei (Francia / Polonia, 2016, 115 minuti) di Anne Fontaine con Lou de Laâge, Agata Buzek, Agata Kulesza, Vincent Macaigne e Joanna Kulig

Polonia, anno 1945. Mathilde Beaulieu è una giovane dottoressa francese della Croce Rossa. Quando una suora polacca, cerca il suo aiuto, Mathilde la segue nel convento di benedettine, dove scopre che molte di loro, violentate dai soldati russi nel corso di una violenta irruzione, sono rimaste incinte e sono sul punto di partorire. Tenuta al segreto professionale, cui si aggiunge quello imposto dalla madre superiora e dalla situazione, Mathilde fa visita al convento di notte, esponendosi a non pochi rischi, e supera gradualmente la paura e la diffidenza delle monache, arrivando a stabilire con una di loro, Suor Maria, uno scambio profondo.
http://www.cinecircolo.it/


APERITIVO CON DELITTO
Museo archeologico, piazza Medaglie d’Oro 1, prima indagine alle 17; seconda indagine alle 18.15

Aperitivo con delitto, due giornate di mistero e arte per Musaico


LE PRIME VISIONI DELLO SPAZIO GLORIA
Spazio Gloria, via Varesina 72, ore 17.30 e 21, biglietti a 7 sacchi

Fai bei sogni (Italia / Francia, 2016, 134 minuti) di Marco Bellocchio con Valerio Mastandrea, Bérénice Bejo, Guido Caprino, Nicolò Cabras e Dario Dal Pero
A nove anni Massimo perde la mamma per un infarto improvviso – o almeno così gli dicono i parenti, riluttanti a renderlo partecipe della morte della donna. Dopo un’infanzia solitaria e un’adolescenza difficile Massimo diventa un giornalista affermato ma continua a convivere con il ricordo lacerante della madre scomparsa, nonché con un senso di mistero circa la sua improvvisa dipartita. Solo alla fine scoprirà come sono andate esattamente le cose, e troverà il modo di risalire alla luce.
http://www.spaziogloria.com/


UN’ORA DI MUSICA
Auditorium del Conservatorio di Como, via Cadorna 4, ore 18, ingresso gratuito fino a esaurimento dei posti disponibili
masterclass-consevatorio-page-001

Concerto con i partecipanti alla masterclass Hiu He: il connubio tra la vocalità italiana e l’oriente. Hui He, vincitrice al concorso Plácido Domingo di Los Angeles nel 2000, ha inoltre ricevuto il primo premio al Concorso Internazionale Voci Verdiane della città di Busseto nel 2002. Nel 1998 debutta nell’Aida a Shangai, nel 2002 nella Tosca al Teatro Regio di Parma. In seguito canta alla Wiener Staatsoper nella Madama Butterfly, nell’Aida, nello Stiffelio e in Un ballo in maschera. Al Teatro alla Scala di Milano si esibisce nella Tosca, nella Madama Butterfly e nell’Aida. Al Metropolitan di New York è nuovamente protagonista dell’Aida e di Madama Butterfly, opere che interpreta anche all’Arena di Verona oltre a Tosca, Un ballo in maschera e Turandot. Alla Deutsche Oper di Berlino è apparsa in Tosca, Madama Butterfly e Gioconda. Alla Opera Bastille di Parigi e protagonista di Butterfly e Il trovatore. Ha cantato alla Staatsoper di Berlino, nei teatri di Monaco, Barcellona, Copenaghen, Roma, Beijing, Chicago, Atene e molti altri. Ha vinto premi importati quali l’International opera award Opera Star, il Premio Giulietta, il Premio Illica e ha ricevuto altri importanti riconoscimenti in tutto il mondo.
http://www.conservatoriocomo.it/


STAGIONE DEL TEATRO SAN TEODORO
Via Corbetta 7, Cantù, dalle 19
14195363_1358399114172751_7974916051029304639_o
Hangover: aperitivo in inglese con buffet, ingresso libero. Alle 21 La mosca, spettacolo interpretato dagli studenti del laboratorio teatrale del liceo Paolo Giovio di Como per la regia di Giacomo Puzzo. Coreografia e teatro danza Francesca Cervellino. Coro e ritmica Marco Belcastro. Lo spettacolo affronta il tema dell’incapacità di comunicare. Narra la storia di una famiglia qualsiasi: padre, madre, un figlio da poco maggiorenne e una giovane adolescente come figlia alle prese con una tipica giornata di non ascolto e d’incomprensione reciproca. Le scene si susseguono con un ritmo serrato in un crescendo di situazioni talvolta grottesche, talvolta comiche, ma sempre pervase da un retrogusto amaro. In un’atmosfera a tratti onirica e surreale i personaggi cercano affannosamente un senso. Ingresso a offerta libera.
http://www.teatrosanteodoro.it


INCONTRI CON LA MUSICA D’ORGANO
Basilica di San Paolo, Cantù, ore 21, ingresso libero
http://archivio.gonews.it/foto/bianchi_alessandro1.jpg
Gli anniversari 2016 con un’antologia di opere dal periodo barocco al contemporaneo. In programma musiche di Stanley, Pachelbel, Liszt, Peeters, Kropfreiter, Molfino e Duprè. Organista Alessandro Bianchi.

Lascia un commento