Domenica 26 febbraio

La settimana InCom
0 1334

JOHNNY CASH DAY

Buongiorno,
non posso esimermi da festeggiare un importantissimo anniversario. Cento anni fa oggi veniva registrato il primo disco jazz della storia. Anzi… il primo disco jass visto che l’etichetta riporta (s)correttamente Original Dixieland ‘Jass’ Band, con le virgolette, ché la materia era così giovane e largamente orale che non si sapeva neppure bene come si scrivesse (è successo lo stesso con il reggae che qualcuno trascriveva reggay). L’originale jass band era notevolmente composta solo da musicisti bianchi. E due di questi erano paisà: il cornettista Nick La Rocca e il batterista Tony Sbarbaro nacquero a New Orleans da immigrati siciliani. Il 26 febbraio del 1917 incisero due side, come si diceva, due facciate di un 78 che conteneva Livery stable blues e Dixieland Jass Band one – step e entrarono di diritto nella storia. Non è il miglior jazz (pardòn, jass), le registrazioni oggi suonano lo-fi (anche se eccezionalmente buone considerata la situazione), ma fu un primo passo. Otto anni dopo Louis Armstrong sarebbe entrato in studio con gli Hot Five e avrebbe cambiato tutto. Però ascoltare a cent’anni di distanza questi volonterosi visi pallidi che proponevano questa musica marcatamente nera al meglio delle possibilità fa ancora tenerezza. E gli si deve molto: ebbero successo e così il jazz, con le zz, divenne un genere musicale riconosciuto e considerato redditizio, spalancando la porta alle incisioni successive. Quindi un bel brindisi a La Rocca, Sbarbaro e a tutti gli altri (per la cronaca, anzi, per la storia Edwin Daddy Edwards, Larry Shields e Henry Ragas) e a cent’anni di registrazioni… jass.

Il brano acconcio è di necessaria ovvietà:

TUTTI I FILM IN PROGRAMMAZIONE

http://www.laprovinciadicomo.it/cinema/films/

STAGIONE DEL TEATRO SAN TEODORO
Via Corbetta 7, Cantù, ore 15, biglietti a 5 sacchi

Marco Binetto coltivatore diretto. Scritto, diretto e interpretato da Andrea Bassani, Raffaella Perrotta e Alessandro Tacconi (dai 5 ai 13 anni)
Un coltivatore diretto, Marco Binetto, spiega parole e concetti come biologico, filiera corta, kilometro zero e impatto ambientale a una strampalata varietà di consumatori “consumati”: dalla massaia pugliese all’uomo delle caverne contemporaneo, dal severo maestro zen all’avido grossista… Uno spettacolo teatrale composto da gag giocose e frizzanti, dai ritmi comici e incalzanti. La buona salute e la convivenza civile dipendono anche da quello che le persone, bambini e adulti, scelgono di mangiare fin dalla prima colazione! Ogni giorno, milioni di persone, soffrono la fame. Ogni mattina loro iniziano a cercare cibo, ma non lo fanno come noi: lo cercano tra i nostri avanzi. Quello che noi non abbiamo voluto mangiare, quello che abbiamo buttato via. Così inizia una vera e propria lotta per la sopravvivenza, nella nostra più totale indifferenza. Da oggi però, non potrete più dire che non lo sapevate. Da oggi, a tavola, ci penserete un poco di più. Al termine dello spettacolo l’Azienda Agricola San Damiano offrirà una merenda biologica per tutti i bambini preparata con i propri prodotti.
http://www.teatrosanteodoro.it

PICCOLE IDEE
Piazza Medaglie d’oro 4, ore 15.30 e 17.30, biglietti per bambini a 4 sacchi (platea) e 3 sacchi (galleria), biglietti per adulti a 8 sacchi (platea) e a 7 sacchi (galleria)

Spettacolo di Carnevale: Bibidi Bobidi Budin di e con Elvis Martini e Benny Hoop e con Massimiliano Angioni nel ruolo di Pulcinella
Bidibi bodibi budin. Sì, avete capito bene: è la parola magica che più buona…. Ehm.. Volevamo dire che più magica non si può! Prendete le vostre bacchette e i vostri cilindri,perché siamo pronti per entrare nel fantastico mondo della magia! Un’esilarante Pulcinella presenterà e racconterà due personaggi davvero magici: Elvis Martini e Benny Hoop, due artisti che uniscono la magia all’acrobatica aerea alla visual art e alla comicità. Vi porteranno in un mondo pieno di sorprese, fatto di travestimenti,colpi di scena e bolle giganti dentro cui racchiudere un mondo fantastico. Uno spettacolo adatto a grandi e piccini, dove il pubblico è protagonista attivo e dove potrà divertirsi e cimentarsi in magie e gag esilaranti. I bambini sono invitati a venire in maschera: alla fine di ogni spettacolo ci sarà la battaglia dei coriandoli.
http://www.teatroincentro.com/

SOCIALE FAMIGLIE
Teatro Sociale, piazza Verdi 1, ore 16, biglietti a 8 sacchi (bambini) e 10 sacchi (adulti)
http://www.teatrosocialecomo.it/wp-content/uploads/2017/01/Giro-Mondo-in-80-giorni-x-sito.jpg
Il giro del mondo in 80 giorni (dai 5 anni). Scritto e diretto da Luigina Dagostino con Daniel Lascar, Claudio Dughera e Claudia Martore.
Il giro del mondo in 80 giorni è un romanzo avventuroso pubblicato per la prima volta nel 1873. Il londinese Phileas Fogg ed il suo cameriere francese Passepartout tentano di circumnavigare il globo terrestre in soli 80 giorni, utilizzando ogni mezzo di trasporto, antico e moderno, per vincere una scommessa di 20mila sterline fatta con i compagni del Reform Club. Uno spettacolo dinamico, ricco di suggestioni gestuali e musicali, provenienti da vari continenti. Gli spettatori verranno coinvolti in una grande favola moderna: Phileas Fogg e Passepartout accompagneranno grandi e piccini attraverso terre lontane e luoghi misteriosi. Ma non sarà un viaggio tranquillo… chissà quali trabocchetti studierà l’ispettore Fix per ostacolare l’incredibile impresa! E In occasione del Carnevale, i bambini possono trasformarsi in cittadini del mondo scegliendo un Paese e arrivando travestiti con abiti ispirati a quel luogo.
http://www.teatrosocialecomo.it

Lascia un commento