Domenica 19 novembre

La settimana InCom
0 1126

GENE TIERNEY DAY

Buongiorno,
ma è un altro giorno triste per il rock. Sì, lo avete già letto… Malcolm Young. Per i più distratti è l’altro degli AC/DC, perché gli occhi son sempre stati per il cantante (il povero Bon Scott prima, il povero Brian Johnston dopo – no, lui è ancora dei nostri, ma è stato accantonato senza troppi complimenti per Axl Rose che fa anche il suo mestiere, ma è come se i Beatles avessero rimpiazzato John Lennon con Mick Jagger o come se i Rolling Stones avessero rimpiazzato Jagger con Rod Stewart o come se i Faces avessero rimpiazzato Rod Stewart con il cantante dei Simply Red…) e soprattutto per il fratello minore Angus Young, con la sua tenuta da scolaretto, sempre più impressionante passati i sessanta, e con i suoi assoli assassini. Ma Malcolm, oltre a essere il solidissimo chitarrista ritmico che è stato, forse il più solido della storia, è anche coautore dell’intero repertorio della band, che non sarà mai andata oltre i 4 accordi (luogo comune, in certi pezzi si arriva quasi a cinque) (quasi), ma bisogna anche saperli azzeccare e puoi suonare quei 4 accordi. Il contrappasso più duro per lui, che in vita non s’è fatto mancare eccessi, è stato ammalarsi così da dimenticare, progressivamente, tutto, anche Back in black, anche You shook me all night long, pure Highway to hell e tutte le altre. Addio Malcolm: for those about to rock, we salute you!

Un brano acconcio a George, il più vecchio dei fratelli Young (l’ossimoro si coglie meglio in inglese), scomparso anche lui meno di un mese fa nell’indifferenza generale, ma prima che i due minori imboccassero la long way to the top, negli anni Sessanta fronteggiava gli Easybeats, clamorosa beat band australiana, responsabile di una canzone spettacolare come questa, che forse qualcuno ricorda nella versione italiana dei Ribelli (era La follia):


RISVEGLI
Spazio Gloria, via Varesina 72, ore 10.30, ingresso a 7 sacchi riservato ai tesserati Arci

Risvegli con Ricci, genio musicale del 700


ANTEPRIMA
Sala Bianca del Teatro Sociale, via Bellini 1, ore 11, ingresso libero

Carla Moreni, firma de Il Sole 24Ore oltre che docente di letteratura poetica e drammatica al Conservatorio di Como, sarà la guida alla comprensione di Rigoletto nella versione di OperaLombardia firmata dalla regista Elena Barbalich con Pietro Rizzo sul podio dell’orchestra I Pomeriggi musicali di Milano nel nuovo incontro promosso in collaborazione con l’associazione Amici del Teatro Sociale. L’opera di Verdi andrà in scena giovedì 23 e sabato 25 novembre alle 20.30.
http://www.teatrosocialecomo.it/


STAGIONE DEL TEATRO SAN TEODORO
Via Corbetta 7, Cantù, ore 15, biglietti a 5 sacchi (per bambini dai 4 ai 10 anni)
http://www.teatrosanteodoro.it/wp-content/uploads/2017/08/I_SUPEREROI_NON_BEVONO_BRODO_Teatro_San_Teodoro_2017_1018.-414x600.jpg
I supereroi non bevono il brodo, dall’omonimo libro di Francesca Marchegiani, adattamento e regia di Davide Marranchelli con Chicco De Meo e Stefano Panzeri
I protagonisti raccontano un storia di bambini diventati uomini, di esploratori che scoprono la fatica di superare le loro paure. Questi bambini vivono agli antipodi eppure sono molto simili. Sognano di emulare le gesta di un super eroe e di viaggiare alla scoperta del mondo.
http://www.teatrosanteodoro.it


LE PICCOLE IDEE
La Lucernetta, piazza Medaglie d’oro 4, ore 15.30 e 17.30, biglietti a 3 sacchi (bambini balconata), a 4 sacchi (bambini platea), 7 sacchi (adulti balconata) e a 8 sacchi (adulti platea)

Raperonzolo dai fratelli Grimm. Adattamento di Sarah Paoletti. Regia di Ester Montalto. Con Aurelio Scarpone, Ester Montalto, Massimiliano Angioni e Sarah Paoletti. Costumi di Laura Cairoli. Scene di Juan Amago Mampaso
“Una coppia di sposi viveva accanto a un giardino protetto da alte mura appartenente a una potente strega. Essi desideravano ardentemente un figlio e, quando la donna rimase incinta, fu presa da una gran voglia di mangiare i raperonzoli che crescevano nel giardino della megera. Il marito scavalcò le alte mura per procurargliene qualche mazzetto, ma si ritrovò faccia a faccia con la strega, che decise di punirlo, consentendogli di tornare a casa con i raperonzoli sottratti a condizione che, una volta nato, il bambino tanto atteso le fosse consegnato. Disperato, l’uomo acconsentì. Il tempo passò e nacque una bella bambina. La strega la prese con sé e le diede il nome di Raperonzolo“. Prigioniera in un’alta torre senza porte né scale la bimba cresce serena e rassegnata. Riuscirà a trovare la sua verita’? Quando la mamma / strega vuole entrare in casa, la giovane la tira su con le trecce. Il principe la vede, se ne innamora e riesce a far fuggire la ragazza. Dopo un emozionanate scontro il bene trionferà e Raperonzolo farà festa con il suo Principe.


GREEN WEEK
Il Sorso, piazza Volta 8, ore 19.30

Un Sorso di swing con il trio di Mauro Mengotto


STAGIONE NOTTE
Teatro Sociale, piazza Verdi 1, ore 20.30, biglietti a 14 sacchi

Perché mi stai guardando? Angelo Duro, dalle Iene al palco del Sociale


TUTTI I FILM AL CINEMA

https://s-media-cache-ak0.pinimg.com/736x/16/27/4b/16274bdf3592367483accc8decdbf167.jpg
Potete trovare tutti i film in programmazione in tutte le sale a questo link:
http://www.laprovinciadicomo.it/cinema/films/



STAGIONE DEL CAVALIERE AZZURRO
Scuola di musica Jardin Musical, via Comacini 8, Morbio inferiore, ore 17, ingresso a 15 sacchi isvizzeri

Il pianoforte in rosa con il Duo Ermitage di Cristiana Raimondi e Silvia Fignelli. Concerto al femminile con brani di compositrici romantiche e contemporanee (Chaminade, Mendelssohn, Beach e Metallidi). Gradita riservazione chiamando lo 004191/826.15.28 o scrivendo a jardinmusicalticino@gmail.com.

Lascia un commento