Domenica 19 marzo

La settimana InCom
0 1234

URSULA ANDRESS DAY

Buongiorno,
naturalmente non posso non dedicare queste inadeguate righe a Charles Edward Anderson Chuck Berry. Non posso che riprendere le considerazioni che facevo il dì del suo novantesimo compleanno. Non gli avrebbero mai dato un Nobel, ma se il rock’n’roll non dice solo «shama lama ding dong», «be bop a lula» e «tutti frutti» il merito è fondamentalmente suo. Dopo avere cambiato per sempre il corso della storia della musica, è stato messo fuori combattimento da un arresto e da quando è uscito (roba di 54 anni fa, mica dell’altro ieri) girava il mondo armato solo della sua chitarra esibendosi in concerti che vanno dal sublime al tremendo passando per l’appena accettabile. Ma era Chuck Berry. Quando me lo sono ritrovato davanti al termine dell’ennesima performance da amaro in bocca ho realizzato che senza di lui, comunque, niente Beatles né Rolling Stones, niente Dylan (già, niente Dylan), niente rock come lo conosciamo e quindi io non avrei neppure uno scopo nella vita. Addio Chuck, be good!

Difficile scegliere un brano acconcio tra gli innumerevoli, allora scelgo quello da cui è partito tutto:


PASSEGGIATA POETICA COMO – BRUNATE
Ritrovo al Santuario del Sacro Cuore – Opera Don Guanella di Como, via Grossi 18, ore 14.30

Passeggiata Alda Merini: a piedi da Como a Brunate


TUTTI I FILM IN PROGRAMMAZIONE

http://www.laprovinciadicomo.it/cinema/films/


STAGIONE FAMIGLIE DEL TEATRO SAN TEODORO
Teatro San Teodoro, via Corbetta 7, Cantù, ore 15
http://www.teatrosanteodoro.it/nuovo/wp-content/uploads/2016/09/two-300x282.jpg
Piume. In viaggio con il brutto anatroccolo con Francesca Arnaboldi, Marta Rusconi e Alessandro Nigro. Testo e regia di Pia Mazza. Scene di Antonella Cattaneo. Produzione Teatro San Teodoro e Fata Morgana in collaborazione Spazio Libri la Cornice. Età: dai 3 anni agli 11 anni Durata: 50 minuti
Basta una piuma per entrare nel mondo del brutto anatroccolo, per affrontare insieme a lui il lungo viaggio che lo porterà a scoprire se stesso. Una piuma per superare le stristezze, i pericoli . Una piuma infine per spiccare il volo. Perchè in fondo: «Non siamo tutti fatti di piume?», come dice il piccolo a un compagno di pollaio che lo deride. La scoperta della vita, lo stupore, il rendersi conto delle tante differenze che ci circondano , la voglia di chiedere , chiedere sempre. Sono queste le caratteristiche che fanno, dell’inconsapevole cigno, un piccolo essere molto diverso dagli altri, non tanto la sua bruttezza e goffaggine. Tratto dalla famosa storia di Hans Christian Andersen lo spettacolo vede sulla scena tre attori che con musiche, poesie, parole e colori accompagneranno gli spettatori in un crescendo di emozioni e meraviglia. Un racconto sulla diversità, ma non solo, anche sulla voglia di non arrendersi davanti alle difficoltà e che ci incoraggia a credere in noi stessi.
http://www.teatrosanteodoro.it


STAGIONE GIORNO
Sala Bianca del Teatro Sociale, via Bellini 1, ore 16, biglietti a 10 sacchi (adulti) e 8 sacchi (bambini)
http://www.teatrosocialecomo.it/wp-content/uploads/2017/02/cip-cip-bau-bau-x-sito.jpg
Cip cip bau bau. Il linguaggio degli animali. Progetto a cura di Antonella Caruzzi con Loris Dogana. Regia di Roberto Piaggio. Scene e oggetti di Elisa Iacuzzo. Produzione Cta – Centro teatro animazione e figure
Certo, imparare le lingue è molto importante per comunicare con gli altri, farsi degli amici, conoscere abitudini e tradizioni di un paese diverso e lontano dal nostro, per fare buoni affari. Ma quando lo straniero ha code e piume, come si fa a imparare la sua lingua e a mettersi davvero in comunicazione? Cip cip bau bau racconta ai più piccoli una lingua particolare e affascinante, quella che intorno a loro parlano tanti piccoli amici a quattro zampe, o che svolazzano con becco e piume. Liberamente ispirato a una delle fiabe popolari italiane rilette da Italo Calvino – fiaba che si ritrova anche nel repertorio dei fratelli Grimm – lo spettacolo racconta la storia di un ragazzo che imparerà a comunicare con gli animali e che, grazie a questa capacità così speciale, riuscirà non solo a mettersi in salvo (e a mettere in salvo le persone che incontra sul suo cammino) da situazioni intricate e pericolose, ma diventerà alla fine persino… una persona assai importante!
http://www.teatrosocialecomo.it


QUINTESSENZA
Municipio, via Vecchia Regina 57, Laglio, ore 16.30

Nell’ambito dell’esposizione artistica Quintessenza, il Comune di Laglio e il gruppo artistico Animus Anima Animus Anima propongono Frammenti d’amore: récital poetico di Nicoletta Betti Grisoni. Narra Mariangela Castelli. Ricerca Immagini di Nicoletta Brenna.


STAGIONE DEL TEATRO SAN TEODORO
Via Corbetta 7, Cantù, ore 21, ingresso libero
http://www.teatrosanteodoro.it/nuovo/wp-content/uploads/2016/10/carni-rosse1.jpg
Tutti vogliono assomigliare a Bukowski… o quasi di e con Lavorazioni Carni Rosse
«Tutti quelli che conosco e che hanno letto Bukowski, a un certo punto, hanno creduto di poter essere Bukowski o per lo meno, hanno pensato di poterci assomigliare. Qualcuno ha cominciato a scrivere, qualcun altro a ubriacarsi, qualcuno è finito con l’andare a puttane e qualcun altro con il giocarsi tutti i risparmi ai cavalli. Ben venga allora il Bukowski cantore ubriaco dell’altra America, Bukowski l’oscuro, Bukowski il dissacrante, Bukowski il maledetto. Bukowski il cinico, il pagliaccio e il violento ma se permettete, io, qui, lontano da ogni retorica, mi limiterò ad omaggiare, attraverso la lettura di alcune sue poesie, che personalmente reputo tra le più vere, semplicemente, Bukowski, l’uomo».
http://www.teatrosanteodoro.it



HOMENAJE A ASTOR PIAZZOLLA
Sala del Cavaliere Azzurro, via Comacini 8, Morbio Inferiore, ore 17, ingresso a 10 sacchi isvizzeri (posti limitati: prenotazioni allo 0041918261528)
https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/17352573_1237849729645161_4810528347320545930_n.jpg?oh=5b9cad8a2c8cf553adddb27680f83c30&oe=59710E19
Concerto del Duo Nuevo di Piercarlo Sacco, violino, e Marco Pisoni, chitarra.
Homenaje a Astor Piazzolla è il tributo originale del Duo nuevo al compositore della Histoire du tango. Da musica dei postriboli a categoria colta, il genere si adatta a questa sintesi in quattro movimenti con sofsticati ingegni linguistici, mantenendo l’anima e il cuore del tango tradizionale. Con l’inserimento complementare al programma di alcune straordinarie milongas, e la presentazione dell’inedito Vestigia mea del Compositore italiano Marino Pessina (scritto per l’associazione umanitaria Sos Méditerranée, che si spende per il salvataggio dei migranti in pericolo di vita nel mare Mediterraneo), Piercarlo Sacco e Marco Pisoni, docenti di Jardin musical, rendono il loro omaggio devoto a Piazzolla nel 25° anniversario dalla morte: musicista educato ma non addomesticato, cantore appassionato della metropoli e delle periferie, artista tanto solidamente ancorato alla forma del tango da poterla stravolgere nella sua espressione come mai nessun altro ha osato fare. E senza smarrire lo spirito dell’Argentina.
http://www.jardinmusical.ch/

Lascia un commento