Un attimo prima di Fabio Deotto a Como

un-attimo-prima-di-fabio-deotto-a-como
0 476

Nuovo appuntamento a La Feltrinelli di Como: venerdì 17 novembre alle 18.30 Fabio Deotto presenta il suo secondo romanzo, Un attimo prima. A dialogare con lui Philip Di Salvo, ricercatore e giornalista.

Nel nuovo libro Deotto racconta la storia di Edoardo Faschi, ex biologo, che si muove in un periodo in cui la crisi dell’Occidente è all’apice e il mondo vive un difficile periodo di transizione. Ossessionato dalla morte del fratello Alessio, avvenuta vent’anni prima, per elaborare la perdita il protagonista si sottopone ad una terapia sperimentale durante la quale vengono rivissute le vicende familiari fino al momento in cui il fratello è diventato esponente del Movimento Occupy. Ciò darà a Edoardo un nuovo punto di vista che, anche grazie alla ricomparsa del figlio di Alessio, Sealth, lo costringerà a scuotersi. Vanni Santoni su Esquire ha definito Deotto il maestro italiano del genere distopico: «La definizione di Vanni, che di queste cose ne sa, mi lusinga molto. Però devo dire che non mi ci ritrovo del tutto – risponde l’autore – «Un po’ perché non tendo a inquadrare la mia scrittura in un genere (il libro precedente, per dire, era totalmente ambientato al presente), ma soprattutto perché questo è allo stesso tempo un romanzo familiare, politico e speculativo. È la storia di due fratelli, ambientata in parte nel futuro, in parte negli anni Novanta».  La formazione scientifica di Deotto, laureato in Biotecnologie, si unisce a un’esperienza lavorativa vastissima come scrittore, traduttore e autore di approfondimenti in campo scientifico, musicale e non solo: «Molto della mia esperienza trova traccia nel libro. Tra il 2009 e il 2014 ho scritto spesso di nuove tecnologie, concentrandomi in particolare su come le città stiano mutando in vista del cambiamento climatico e della diffusione delle intelligenze artificiali. L’idea al centro del romanzo, invece – un protagonista che tenta di modificare i propri ricordi per elaborare la morte del fratello – nasce da anni di letture sul funzionamento della memoria umana».

 

 

Lascia un commento