Ultima sera di Occupy Gloria: puoi vincere un cinema

ultima-sera-di-occupy-gloria-puoi-vincere-un-cinema
0 880

Occupy Gloria, ovvero tre serate di cinema e di musica aperte a tutti con ingresso gratuito. Un’iniziativa che servirà come lancio di una campagna di raccolta fondi per salvare gli storici spazi di via Varesina 72. Si tratta dell’Ultimo round, secondo Enzo D’Antuono, presidente dell’Arci che, dal 2007, gestisce quello che da subito è stato ripensato non solo come una sala cinematografica, ma come uno spazio polifunzionale che potesse ospitare anche musica, arte, teatro, ricerca, fare aggregazione. Ma le normative, che cambiano di anno in anno, hanno messo uno stop a questo progetto. Ora c’è anche l’imminente riapertura della multisala a Camerlata che vedrà lo Spazio Gloria ripensare, ancora una volta, tutta la sua attività cinematografica.

In questi quasi dieci anni, lo sa bene chi lo ha frequentato, il cinema è stata solo una delle attività: al Gloria si sono fatti concerti – finché c’è stata l’agibilità – presentazioni di libri, mostre, spettacoli teatrali, ha ospitato momenti di solidarietà e approfondimento, ha concesso i suoi spazi alle realtà cittadine e alle scuole, ha organizzato rassegne anche al di fuori delle sue mura.

1376387_628309123925983_8496266670676027706_n

È lo stesso D’Antuono a riassumere la situazione in una lettera aperta: «La chiusura della multisala di Camerlata e poi quella del Cineplex Astoria nel 2009 ridussero drasticamente i cinema a Como: restava aperto solo l’Astra. Un vuoto che lo Spazio Gloria in questi anni ha contribuito a riempire, garantendo la circolazione di molti film che altrimenti non avrebbero raggiunto la città di Como. Questa è situazione ci ha però fornito una grande opportunità, perché contemporaneamente ci era fatto divieto di praticare musica e teatro, per le inadeguatezze normative della struttura: uno stop che aveva costretto il progetto di spazio polifunzionale in stand by. Si tratta ora di tornare al progetto originale, che resta più che mai attuale. C’è sicuramente bisogno di ripensarlo, di aggiornarlo alla luce dei dieci anni trascorsi: c’è bisogno di idee per le nuove attività e c’è anche bisogno di denaro, perché a tutt’oggi il processo di adeguamento funzionale è fermo a metà strada. Questo mentre la Prefettura ci chiede conto dello stato di avanzamento dei lavori col rischio di uno stop a tutta l’attività. L’insieme di questi fatti ci fa temere che la possibilità che questa esperienza abbia fine non sia mai stata concreta come oggi. Volendo utilizzare una metafora sportiva per descrivere la situazione, potremmo dire che siamo all’ultimo round di un incontro di pugilato. Siamo forse un po’ suonati ma siamo ancora in piedi, e soprattutto abbiano ancora in serbo qualche colpo che potrebbe risolvere l’incontro positivamente per noi».

12108832_891492080941018_6030639929218723862_nAll’orizzonte c’è un «un importante progetto triennale già approvato in via preliminare da presentare a Fondazione Cariplo» che potrebbe fornire le risorse necessarie per «adeguare le strutture e per sviluppare nuove attività», è stato avviato un confronto con l’amministrazione comunale su una proposta di convenzione e, infine, una nuova campagna: Sostieni il Gloria, vincerai un cinema!

«Si tratta di una lotteria che darà 100 premi in ingressi al cinema, dai maggiori che saranno free pass per tutto l’anno, ai minori che saranno semplici ingressi a una proiezione».

Per lanciare questa iniziativa ecco Occupy Gloria.

In programma venerdì 9 settembre Stand by me di Rob Reiner e un dj set di Massi (The Leeches). Sabato 10 Caro diario di Nanni Moretti. Domenica 11 Fà la cosa giusta di Spike Lee con un dj set all’aperitivo di Beatbong Prod. & The Lakeist.

Fa’ la cosa giusta (Usa, 1989, 113 minuti) di Spike Lee con Danny Aiello, Ruby Dee, Ossie Davis e Spike Lee
In un quartiere nero di Brooklyn, tutto sembra tranquillo. I disordini razziali di quindici, venti anni prima sembrano dimenticati. Ma basta una giornata di caldo torrido per esacerbare gli animi. La pizzeria italiana viene razziata. Il proprietario si vendica.

Lascia un commento