Torna la passione per il delitto: a Erba il giallo è servito

la-passione-per-il-delitto-a-erba-il-giallo-e-servito
0 562

Oltre trenta ospiti in due giorni, tra scrittori, giornalisti, saggisti. Una carrellata intensa di autori e libri di genere usciti nell’ultimo anno, affiancati da mostre, spettacoli musicali, concorsi e incursioni culinarie. Giunto con successo alla sua 16ª edizione, torna anche quest’anno il festival di narrativa gialla e noir La passione per il delitto offrendo al suo folto pubblico di appassionati un fine settimana – sabato 14 e domenica 15 ottobre – di incontri letterari, concorsi, cucina in giallo e musica all’insegna della contaminazione dei generi, all’interno del Centro Espositivo e Congressuale Lariofiere di Erba.

La giornata di domenica 15 ottobre si apre alle ore 13.30 con l’incontro a quattro voci di Nicola Verde con Il vangelo del boia (Newton Compton), Emilio Martini Invito a Capri con delitto (Corbaccio), Paolo Pedote I bambini di Escher (Todaro), Alex Boschetti Un interminabile inverno (Alpha &Beta). Modera Antonella Bavetta. Durante l’incontro sarà servito al pubblico un piatto caldo rigorosamente in giallo.

Segue alle 14.30 il dialogo, moderato da Giorgio Bardaglio, tra: Paolo Moretti Una crepa nel muro (goWare), Vittorio Nessi Due lune sono troppe (Piazza), Daniele Bresciani Nessuna notizia dello scrittore scomparso (Garzanti).

Alle 15.30 salgono sul palco Piernicola Silvis Formicae (Sem), Gianni Morelli Rosso Avana (Adv), Valerio Varesi Il commissario Soneri e la legge del Corano (Frassinelli), Bruno Morchio Un piede in due scarpe (Rizzoli). Modera l’incontro Cecilia Scerbanenco.

Alle 16.30 l’incontro con merenda avrà ospiti Alessandro Perissinotto Quello che l’acqua nasconde (Piemme), Cristina Rava L’ultima sonata. Un’indagine di Adelia Spinola (Garzanti), Alice Basso Non ditelo allo scrittore (Garzanti). Modera Nicoletta Sipos.

La fitta giornata di incontri prosegue alle 17.30 con un nuovo dialogo a quattro voci, moderato da Marco Proserpio, tra Roberto Centazzo Squadra speciale minestrina in brodo. Operazione Portofino (Tea), Flavio Santi L’estate non perdona (Mondadori), Emiliano Bezzon Il manoscritto scomparso di Siddartha (Robin), Marina Visentin La donna della pioggia (Piemme).

L’ultimo incontro letterario della giornata, alle 18.30 con aperitivo, è con Elisabetta Bucciarelli Chi ha bisogno di te (Skira), Rosa Teruzzi La fioraia del Giambellino (Sonzogno), Simona Giacomelli e Monica Stefinlongo, due delle sette autrici dell’antologia L’uomo nero. Stereotipi maschili raccontati dalle donne (Caracò). Modera Manuela Lozza.

La sedicesima edizione del festival si chiude alle 19.30 con lo spettacolo musicale del Clarionet Ensemble dal titolo Wolfgang amadeus Mozart, una morte misteriosa?. La morte di Mozart è un momento misterioso, al quale hanno dato attenzione studiosi e appassionati, musicisti e cineasti. Alexandr Puskin ha dedicato agli ultimi momenti della vita di Mozart un micro dramma con due personaggi, Mozart e Salieri. Proprio da questa pièce prende le mosse la serata musicale che, attraverso le letture di documenti originali e ascolti musicali con il Clarionet Ensemble, cercherà di dar conto del noir che accompagna la fine di uno dei più grandi geni della storia dell’umanità.

Lascia un commento