Swing Crash Festival: un grande decimo anniversario

swing-crash-festival-un-grande-decimo-anniversarioswing-crash-festival
0 1662

La decima edizione del Swing Crash Festival è partita alla grande e procede con numeri incredibili che si ripetono ogni sera.

Riuscitissima la serata del Grand opening di mercoledì sera, quando le danze si sono aperte sul battello verso Bellagio e ritorno, con la consueta tappa al lido.

Altrettanto nutrite le serate in piazza Cavour a partire da giovedì, che hanno riscontrato un grande successo di pubblico soprattutto nelle due serate del fine settimana.

In pedana professionisti che si esibiscono in figure entusiasmanti e si scatenano sui ritmi più diversi, corsisti che si cimentano in pubblico dopo un anno di prove in sala, principianti che si lasciano trasportare– in maniera più o meno riuscita e gradita, ballerini da ogni parte del mondo che hanno anche dato spettacolo nelle battles.

Non stupisce quasi più l’energia a cui ci hanno abituato – ormai da dieci anni – i partecipanti e gli organizzatori, Vincenzo Fesi e Isabella Gregorio (insieme all’intero staff).

I più “duri” danno tutto fin dai dance camps in programma mattina e pomeriggio alla palestra Negretti.

Poi passano all’aperitivo “danzato” al Krudo di Piazza Volta per continuare, dopo la serata, con la chiusura al Made fino a tarda notte.

Ad accompagnarli, grandi nomi della musica swing, jazz e rhythm ‘n’ blues:  Tomelleri Big Band and guests, Gian Piero Lo Piccolo, Professor CunninghamGiorgio Cuscito & the International Jazz All Stars, Hornsgatan Ramblers, solo per citarne alcuni.

Il gran finale è previsto per domenica sera ma gli affezionati sanno già che lunedì dalle 21.30 è prevista un’appendice: The last man standing party (un nome che è tutto dire) al Fresco di viale Lecco.

(Foto di Andrea Butti)

 

Lascia un commento