Spinoza anche dopo la maturità grazie a Wow Music Festival Off

dopo-la-maturita-un-ripasso-di-spinoza-grazie-a-wow-off
0 1386

Nel mezzo dello stato confusionale postmaturità mi ritrovai all’Ostello Bello per assistere alla performance live di Spinoza.it per Wow Music Festival. A intrattenere il pubblico in attesa trovo Flavio Santomuro, che ci sottopone i frutti del suo cantautorato misto, ovvero classici della musica italiana rivisitati e fusi fra loro in assurdi mash-up. Dopo aver toccato alte vette con Caruso versione Jannacci («Te vojobbène!» “Nottunò!») questo funambolo della voce si dilegua per lasciar posto a Stefano Andreoli, curatore di Spinoza.it. Da subito premette che il format è semplice: se ridiamo e applaudiamo nei momenti giusti tutto filerà liscio, se sbagliamo i tempi comici verremo zittiti e ci verrà fatto notare che con tutta probabilità siamo stupidi.

Stefano Andreoli di Spinoza.it

A seguito di una prima serie di battute si entra nel vivo con una sezione di spettacolo dedicata specificamente alla nostra città. Dopo averla toccata piano con un «Como: bambino fa saluto fascista in aula. Viene eletto capoclasse», Spinoza esibisce una serie di titoli di cronaca locale, quale quello del guidatore di bus che rischia la sospensione dopo aver avuto rapporti intimi con una passeggera durante l’orario di servizio. Il ragionamento di base è che fare satira a volte non serve perché è la realtà a essere di per sé ridicola.

Non manca materiale di scena interessante, mentre ci beiamo della visione di un album di figurine di Padre Pio, circolano ad esempio fra il pubblico un manuale di judo scritto da Putin e un libretto dai toni messianici su Berlusconi («Fate attenzione, alcune pagine potrebbero essere incollate»). Sul finire Stefano propone freddure via via meno immediate («È un esperimento sociologico, vediamo chi le capisce e in quanto tempo») e l’audience, ormai conquistata dal tono disarmante con cui questo personaggio dissacra tutto ciò che gli capita fra le mani, si mostra reattiva ed entusiasta.

Al termine di un’ora di risate, apparizioni di Enrico Mentana e amenità varie, Spinoza esce di scena fra grandi applausi e lascia nuovamente posto al cantautore misto, che, messa via la chitarra, chiude lo show facendo sfoggio delle sue straordinarie abilità da beatboxer.

Per chi si fosse perso questo mirabolante appuntamento o volesse rivedere Andreoli in azione, Spinoza si esibirà nuovamente a Como il 13 luglio insieme a Lercio in occasione dell’Open Day dell’Accademia di belle arti Aldo Galli, in collaborazione con Allineamenti. Non mancate!

(Foto di Andrea Butti)

Lascia un commento