Seconda edizione di Com – Ics al Chiostrino

seconda-edizione-di-com-ics-al-chiostrino
0 811

Alzi la mano chi non è ancora stato al Chiostrino Artificio! Qualcosa mi dice che siano proprio pochini, coloro che non hanno ancora avuto modo di visitare questo spazio, viverlo, apprezzarlo. Comprensibile, considerato che in questo bellissimo luogo avvengono costantemente scambi, incontri, connessioni tra artisti, pubblico, associazioni culturali, giovani emergenti e professionisti, bambini e adulti desiderosi di scoprire nuove attività.

Marco Posa

Chiusasi la mostra (out)Side, sabato 4 novembre se n’è aperta un’altra: si tratta di Com – Ics 2017, mostra collettiva che raccoglie le opere di disegnatori, fumettisti, illustratori e vignettisti del territorio. La nuova edizione, patrocinata dall’Associazione italiana cultura e sport, comitato provinciale di Como sarà aperta al pubblico fino a sabato 23 novembre. Curata e coordinata da Marco Posa, illustratore  – ha già all’attivo alcuni libri e giochi di società ed è anche autore di alcune delle opere esposte – e massaggiatore shiatsu, la mostra coinvolge numerosissimi artisti del territorio, già notissimi ai più. Tutti caratterizzati da una formazione  completa e sfaccettata, dall’attività poliedrica, stupiranno il pubblico con le loro creazioni – già edite o nuove.

Chiara Clerici

Tra loro: Stefano Misesti, illustratore, fumettista, pittore che vive e lavora tra Como e Taipei, ha pubblicato numerosi libri; Anna Mauceri, apprezzatissima decoratrice e pittrice; Alessandro Bardin, che lavora al quotidiano La Provincia e si diletta in disegni molto suggestivi; Beniamino Girola, giovane fumettista professionista; Elena Casiglio, autrice di rappresentazioni della natura animale; Giovanni Rigano, professionista che da anni lavora sia in Italia che in Francia per la Walt Disney e altre case editrici; Andrea Belluardo, mago della digitalizzazione; Marco Sala, che oltre a essere ritrattista e illustratore a penna bic è anche insegnante di musica; Raffaella Porta, direttrice dell’Accademia Galli per il fumetto; Stefano Gemma, giovanissimo illustratore, fumettista e pittore innovativo; Roberta Briatico, il cui tratto leggero crea un’atmosfera da fiaba; Edoardo Sessa, affermato disegnatore dallo stile vicino al graphic novel; Marta Longhini, illustratrice dal fascino oscuramente fiabesco; Chiara ed Erica Clerici, sorelle con la comune passione per il disegno a schizzo; Alessia Pegoraro, decoratrice e grafica di Cantù; Paola Benzi, artigiana gioielliera e disegnatrice; Rabie Nerguti, dal tratto eclettico che spazia dalle tecniche di pittura alla scultura, al graffito; Martina Marzullo.

Beniamino Girola

Lo spirito che ha animato il lavoro di ricerca e che è proseguito nella fase di allestimento è ben riassunto dal curatore: «Dopo il successo della prima edizione di COM-ICS  ho voluto riprendere  la ricerca di illustratori e fumettisti che nel mondo comasco fossero riconosciuti o ancora in germoglio. Con mia soddisfazione, ho scovato altri giovani artisti di cui sarebbe un peccato non conoscere l’opera, perché alcuni sono veramente stupefacenti anche ai miei occhi di disegnatore. L’atmosfera che si è creata fra di noi, intorno al nucleo della precedente mostra è, come mi aspettavo, di sana e serena collaborazione: tutti siamo proiettati ad esporre i nostri disegni soprattutto per il piacere della visione al pubblico, per far godere la passione e la fatica di cui sono frutto. I miei ringraziamenti vanno anche e soprattutto a Anna Buttarelli e allo staff del Chiostrino Artificio, per la disponibilità e l’ospitalità gratuita che ci hanno concesso».

Alessandro Bardin

Come è nella natura del Chiostrino e dell’intero progetto Artificio, la mostra è anche l’occasione per ampliare le esperienze da condividere: in concomitanza  con la mostra – come per ognuna di quelle organizzate – vengono organizzati laboratori creativi in cui gli artisti incontreranno i bambini e faranno sperimentare la propria tecnica artistica. Gli adulti saranno invece coinvolti durante  il Closing party in programma sabato 18 novembre alle 18.30 (qualche giorno prima del termine):  in questa occasione gli artisti potranno raccontarsi al pubblico.

La mostra è a ingresso gratuito e visitabile dalle 9 alle 13 o su appuntamento chiamando il 3402478977. Per maggiori informazioni www.artificiocomo.it.

 

Lascia un commento