Raggi fotonici al Festival della luce

raggi-fotonici-al-festival-della-luce
0 663

La seconda giornata della manifestazione vedrà l’inaugurazione di una mostra e un incontro, al mattino, per raccontare la fotonica. Per gli ex bambini degli anni Settanta (ma anche per quelli che oggi continuano a seguirne le avventure) è una scienza che sfiora la fantascienza, i raggi che fuoriuscivano dagli occhi robotici di Mazinga Z. Ma, come sempre, nelle opere di fantasia c’è sempre una radice di verità e, in questo caso, la realtà sembra superare l’immaginazione.

La mostra Fotonica. Il potere della luce, è stata realizzata sotto la direzione scientifica della dottoressa Maria Bondani del Cnr, con il contributo di docenti e studenti di istituti di scuole secondarie di secondo grado del territorio comasco ed è suddivisa in exhibits interattivi che evidenziano come le diverse proprietà della luce possano essere utilizzate in molte applicazioni della vita quotidiana, dalla visione notturna al taglio laser, dallo studio delle opere d’arte alla raccolta degli indizi di un crimine. A quest’ultimo proposito, la mattina del 6 maggio, alle 11.30 il tenente colonnello Matteo Donghi, terrà la conferenza La fotonica per le scienze forensi nell’Aula Magna dell’Università degli studi dell’Insubria in via Valleggio 11.

Le indagini forensi hanno assunto, negli anni recenti, un ruolo di assoluto rilievo nella determinazione degli esiti dei processi penali. Le scienze forensi sono il punto d’incontro di professionalità diverse, giuridiche e scientifiche, provenienti dalle più disparate formazioni tecniche. Le tecniche spettroscopiche utilizzate al Ris, dall’infrarosso ai raggi X, evidenziano come l’interazione luce-materia sia fondamentale per cercare indicazioni utili alla risoluzione dei casi.

Installazioni artistiche e musicali completano il panorama del Potere della luce. Studenti delle università locali saranno appositamente formati per svolgere il ruolo di guida durante la mostra che si terrà da venerdì 6 a domenica 15 maggio con partenza dal Palazzo del Broletto e arrivo al cortile del Comune di Como

La mostra è prenotabile a partire dalla quarta classe della scuola primaria all’ultima classe della scuola secondaria superiore. Per le prenotazioni è necessario inviare una mail all’indirizzo: giuditta.lombardi@fondazionealessandrovolta.it, indicando nominativo della scuola, età e numero degli studenti, giornata e orario richiesti e insegnante di riferimento con relativo contatto.

Tutti i dettagli alla pagina del sito del Festival della luce.

Lascia un commento